Moda e bellezza sono strettamente collegate? Come cambiano nel corso delle epoche?

I fattori culturali e sociali, in primis i mass media, esercitano una notevole influenza in questo ambito.

I messaggi trasmessi hanno il potere di orientare le scelte, indirizzare il pensiero dei consumatori, plasmare i nuovi modelli estetici e determinare le differenti tendenze che influenzano la scelta dei capi di abbigliamento grazie ai modelli bellissimi che li propongono.

L’industria della moda e della bellezza sta crescendo a ritmi esponenziali, producendo effetti a livello economico e socio-culturali di vasta portata, imponendo veri e propri trends.

Come i capi d’abbigliamento belli, i prodotti per la cura del corpo, gli accessori in grado di generare un business altamente redditizio.

E’ facile comprendere come questo settore sia in rapida evoluzione e in continua mutazione.

Ogni stagione stilisti, creativi e case produttrici, devono riuscire a porsi un passo avanti rispetto alle tendenze del momento, anticipare i trends, proporre modelli belli e capire che cosa i potenziali consumatori vorranno indossare per migliorare la propria immagine.

Moda e bellezza: il culto dell’apparire

“Specchio specchio delle mie brame, chi è la più bella del reame?, si domanda avidamente la Regina Ravenna, ammirandosi allo specchio, invidiosa della bellezza della giovane Biancaneve….

Fin da sempre per l’uomo è di vitale importanza l’apparire secondo canoni estetici imposti e condivisi dalla società. L’apparenza però a volte  può nascondere delle insicurezze interiori.

Moda e bellezza sono incentrate sugli stili di vita. Il nostro modo di vivere, le nostre abitudini determinano le tendenze più popolari.

Se vi è un cambiamento tecnologico, moda e bellezza mutano conseguentemente.

Nella società moderna, tutti vogliono mostrarsi giovani e in splendida forma. L’infelicità che deriva da una mancata accettazione del proprio corpo e da una estrema tensione verso la “perfezione”, possono sfociare in una forma depressiva.

Il culto dell’immagine estetica è condizionato dalla visione di modelli belli. L’ideale di bellezza e la perfezione veicolato dai media, può rivelarsi molto pericoloso e, in alcuni casi, persino doloroso.

A volte modelle e bellezza però non vanno sempre di pari passo.

Nel corso del tempo l’aspetto fisico e lo stile della donna ideale sono cambiati e con essi anche il rapporto tra moda e bellezza.

I canoni di bellezza femminili si sono diversificati nel tempo e a dettarli sono stati i mutamenti della moda negli anni. Negli anni Venti la donna diventa più disinibita e libera e si mostra con un make up marcato.

Acquista una notevole libertà nei capi d’abbigliamento, non ha paura di bere alcolici e fumare in pubblico.

E’ una donna dal corpo androgino, non più femminile come il secolo precedente.

anni 20 aspetti che generano una nuova moda Life&People Magazine LifeandPeople.it

esotismo anni 20

Negli anni Trenta tornano le forme morbide, è un ritorno alla sensualità e delle curve. Ciò significa un fisico da sirena, con seno e fianchi generosi.

Moda e bellezza trovano dei simboli in questo periodo che sono rappresentati dai look delle attrici di Hollywood, tra queste Marlene Dietrich.

Negli anni Quaranta, a causa dei conflitti mondiali, anche lo stile delle donne cambia. E’ un periodo difficile.

Niente più fronzoli e velleità, si predilige uno stile militaresco, molto simile alle divise maschili usate in guerra, con giacche dalle grandi spalline e vita stretta.

La donna indipendente vede come simbolo Katherine Hepburn, prima rappresentate del nuovo trend della donna forte.

La stilista che si impone in questo periodo è Coco Chanel, colei che rivoluziona la moda nel Novecento grazie ad uno stile essenziale e moderno.

Negli anni Cinquanta tornano le curve e le forme morbide con seno e fianchi generosi. Tra i modelli bellissimi dell’epoca appaiono le dive Marilyn Monroe e Sophia Loren.

quando la moglie è in vacanza 1955 Life&People Magazine LifeandPeople.it

Marilyn Monroe

Negli anni Sessanta, con il clima di rivoluzione culturale, non ci sono più le forme morbide ma donne dalle forme androgine. Si richiede una figura minuta senza forme.

Negli anni del lancio della minigonna, vanno di moda forme quasi inesistenti, come quelle della magrissima Twiggy. La top model ha reso la minigonna di Mary Quant un universale oggetto del desiderio.

Le donne degli anni Settanta hanno corpi magri e tonici, sempre in forma. È la decade della disco music e torna il fenomeno delle pin-up, ma non più formose come gli anni precedenti.

Vengono esaltate le spalle larghe, i fianchi stretti e corpi tonici e atletici. Tra i modelli bellissimi dell’epoca c’è sicuramente Brigitte Bardot.

outfits Brigitte Bardot Life&People Magazine LifeandPeople.it

Brigitte Bardot

Con gli anni Ottanta c’è l’avvento delle supermodelle.

Moda e bellezza propongono un fisico proporzionato, con seno abbondante, vitino da vespa e gambe lunghissime, sottolineate dai body e dai costumi sgambatissimi.

Gli anni Ottanta vogliono nelle donne un’immagine di benessere. Il simbolo dell’epoca è la top model Cindy Crawford.

Negli anni Novanta abbiamo un ulteriore rinnovo del canone di bellezza, grazie anche al successo avuto da Kate Moss.

Il nuovo ideale estetico è dato da un corpo asciutto, magrissimo, forse per la prima volta irraggiungibile. Il cambiamento esteriore femminile si rispecchia perfettamente nel mutamento della donna nella società.

E’ l’epoca dell’universo femminile autonomo, con una propria carriera professionale. Inizia il culto del “magro è bello” sulle riviste di moda e si ha un’associazione tra magrezza e potere sociale.

I modelli bellissimi e irraggiungibili sono segnati da corpi scavati, sottolineati da capi d’abbigliamento che celano le forme.

Nella prima decade degli anni Duemila torna ad essere in voga il corpo atletico e muscoloso. Vengono esibiti fisici iper definiti con addominali scolpiti.

Simbolo di questo nuovo cambiamento sono le regine del pop, come Britney Spears e Madonna.

Modelle e bellezza sembrano essere un binomio vincente soprattutto negli spot.

Come dimenticare la celebre campagna del profumo J’adore di Dior con Charlize Theron che incide nella Galleria degli Specchi della Reggia di Versailles.

La top model affascinante e sinuosa avanza verso il centro della cupola dal quale viene calata una stola dorata sexy.

MTV Awards Tiffany Haddish - Life&People Magazine lifeandpeople.it

Kim Kardashian

Nella decade attuale troviamo un melting pot di forme. Ci s’ispira alle star di Instagram e di Internet.

Possiamo notare come un fisico con seno e fianchi abbondanti e vitino da vespa vadano per la maggiore, come quello di Kim Kardashian, che non è esente però dai ritocchi estetici.

Molte donne, infatti, fanno ricorso a protesi per il lato B e bustini per assottigliare la vita.

La generazione di Instagram punta molto sul fisico a clessidra. Ma possiamo vedere anche come il fisico statuario e atletico non sia ancora del tutto tramontato.

Condividi sui social
Per non perdere gli articoli di Life & People seguiteci su Google News