Un evento esclusivo per una serata speciale, un evento tanto atteso dal pubblico materano e dai fashion designers. E nell’aria, soprattutto durante la serata finale di gala, si respirava tutta la gioia e la tensione di chi lavora all’evento per un anno intero affinchè tutto sia impeccabile. E di fatto tutta l’organizzazione è stata encomiabile, degna delle migliori fashion week della moda milanese. Il connubio tra il direttore artistico Enzo Centonze e il direttore format Paolo Fumarulo ha permesso dunque una organizzazone ineccepibile.

Il binomio qualità/credibilità del made in Italy risulta vincente anche in Basilicata, come si è evinto in maniera lapalissiana all’uscita sul red carpet delle creazioni frutto della mente creativa e dell’arte manuale del sarto-stilista e scultore, Roberto Capucci, grande maison della serata. La serata di gala che ha portato alla chiusura del Premio Moda “Città dei Sassi” è iniziata con la presentazione delle collezioni migliori designers che vi hanno partecipato.

Grande successo per il Premio Moda “Città dei Sassi”. Giunto alla sua X edizione, si conferma come il diamante del fashion lucano

La manifestazione è stata ideata ed organizzata dalla Publimusic di Sabrina Gallitto e Officina della Cultura. Si è svolta nel magnifico scenario dei Sassi di Matera, Capitale Europea della Cultura 2019 e Patrimonio Unesco. Matera è diventata il fiore all’occhiello dell’Alta moda, crocevia di nuove tendenze.

Il Premio Moda “Matera 2018” è stato assegnato alla stilista materana Claudia Perdicchia

Il momento della proclamazione della vincitrice del Premio Moda “Matera 2018” è stato emozionante. Claudia Perdicchia, visibilmente sorpresa, si è aggiudicata il prestigioso riconoscimento che rappresenta un ulteriore slancio per una futura carriera rosea. Altro evento clou della serata è stata la consegna del Premio Speciale “The Fashionable Lampoon” è stato riconosciuto alle stiliste Valentina Mondini e Simona Lomurno, che hanno presentato una collezione caratterizzata dall’utilizzo di materiali non convenzionali abbinati a tessuti classici.

Le ultime tendenze

Oltre agli ambiti riconoscimenti che il Premio Moda “Città dei Sassi” concede, l’evento, come è stato precisato più volte dutante la serata, ha come obiettivo quello di far conoscere i talenti emergenti e portarli all’attenzione dei mainstream e del grande pubblico degli addetti ai lavori. Tra le ultime tendenze della moda è emersa una particolare attenzione ai temi storici con particolare attenzione ai temi dell’Antico Egitto (a cura della stilista Irene Cosentino) trasposti nella moderna e cosmopolita Ibiza. E poi, spiccano i drappeggi turcomanni con motivo tipici dell’Asia Centrale e dell’Iran nord-orientale (collezione di Sara Behbun). Insomma, tra le ultime tendenze 2018 emergono tessuti e lavorazioni privilegiate di ispirazione medio-orientale. Tra miti celtici (Cristian Di Serio) e mood giapponesi della geisha (Maria Luisa Vazquez) la moda si spinge oltreoceano.

La donna oggi è elegante, raffinata noir, grazie al contrasto tra il total black degli abiti. E il bagliore dei cristalli scintilla come un diamante prezioso sullo sfondo nero dei tessuti. Infine, dal caldo esotico del Medio Oriente si arriva al freddo della Siberia. Ispirata ai motivi siberiani la donna più che diva si presenta impelliciata di preziosi tessuti sintetici.

Il titolo della collezione di Aline Sanches Pereira è “Stato d’Animo”

Un altro momento esaltante della serata è stata la collezione di Aline Sanchez Peirera. Ispirata da una serie di tele realizzate su carboncino, la donna secondo Peirera deve mostrare sugli abiti i segni dei diversi stati d’anino femminili.

Le parole chiavi della collezione di Valentina Poltronieri sono geometrie, epoche, classicità, iconicità.

Valentina Corvaro invece ha presentato una collezione dal titolo “Fashion Consciousness”

Una delle novità più particolari del Premio Moda “Città dei Sassi” è stata la collezione “Fashion Conscousness”. Linee semplici e pulite per valorizzare tessuti e materiali. Pelle ecologica di scarti di mela e ancora cotone bio tinto in vegetale con tecnica shibori e applicazioni in una bioplastica, hanno particolarmente colpito la platea degli addetti ai lavori.

La stilista Carmela Fortunato, ad esempio,  ha realizzato una collezione con bustine di the, buste di plastica di vari colori e cappello creato con pezzi di zanzariera, tutto condito da rete da fiorai.

Roberto Capucci, a Matera una delle maison più importanti del made in Italy nel mondo

Ed infine, il momento clou della serata, è stato l’allestimento della maison. Quest’anno è toccato allo stilista e scultore Roberto Capucci, stupire il pubblico. Dalla couture al pret a porter conservando quell’allure che lo rende unico speciale. Numerose le contaminazioni artistiche per un progetto che ha già visto nascere il primo monomarca a Roma. E con il tempo si è perfezionato nello sviluppo retail.

Capucci è considerato come uno dei più grandi designer del XX secolo, ha vestito grandi celebrità del mondo del cinema, del teatro.

Tra gli abiti più famosi a Matera quelli indossati dalle attrici Gloria Swanson, Esther Williams, Marylin Monroe. Ma anche Isa Miranda, Doris Duranti, Elisa Cegani, Silvana Mangano.

Poi la scrittrice Irene Brin, la principessa Elvina Pallavicini e la scienziata italiana Rita Levi Montalcini.

Oggi è una delle maison più importanti del made in Italy. La sfida dell’imprenditrice Cavaliere del Lavoro Paola Santarelli è di preservarla e continuare nella sua storia.

Tra le passerelle internazionali su cui Capucci ha sfilato è il Green Carpet Fashion Award a Milano, e in ultima la partecipazione lo scorso maggio al Met Gala a New York. E tra le più prestigiose vetrine oggi ci sarà il Premio Moda “Città dei Sassi” di Matera. Un grande orgoglio per gli organizzatori.

Marianna Ferrenti

Condividi sui social