Dalla sobrietà di Canali, al lusso di Billionaire, dal sapore sporty di Zegna, all’irriverenza di Benenato

la Milano moda uomo per la prossima estate 2019 ha evidenziato una voglia di raccontare tante personalità e infiniti mondi.

Un fattorino con indosso una immacolata uniforme del Billionaire Hotel fa il suo passaggio con il carrello porta-bagagli. Le valigie sono di coccodrillo arancio, ciliegio e colori crema. Dietro di lui, una rockstar in un gilet coccodrillo nero con una preziosa custodia per la chitarra in coccodrillo.

Sta facendo il check-in alla Penthouse Suite: è l’ultima tappa del tour della sua band ed è pronto a festeggiare. Un produttore cinematografico con un berretto da baseball e un abito color cammello va verso l’ascensore, in morbide pantofole color crema. Rigenerato dopo un trattamento nella Spa, torna nella sua stanza per una conference-call.

Il turista dall’eleganza senza tempo attraversa la hall con un abito bianco destrutturato dal piping Navy abbinato a sneakers in pelle bianca accompagnato dal figlio in abiti coordinati. Uomini diversi, provenienti da mondi diversi, ma tutti uniti dalla ricerca  dell’eccellenza e il lusso in tutte le cose. Dai vestiti nel loro guardaroba a dove scelgono di soggiornare.

Canali racconta invece il mondo giovane ed elegante di un uomo che ama la sobrietà, la comodità, ma che rinuncia assolutamente a quella pulizia di forme e colori tipica del marchio. Lui è una personalità eclettica, intensa, autentica.

Ha una disposizione d’animo aperta alle tendenze, agli influssi, alla sperimentazione, e al contempo ama la sostanza delle cose fatte bene, con cura, con una storia.

Milano moda uomo

Milano moda uomo ss19 Zegna

Lui è il protagonista della collezione Primavera Estate 2019 a Milano moda uomo la prima firmata da Hyun Wook Lee

Lo stile è sensibilità, intuito, espressione di uno stato d’animo. Un mondo interiore idealmente rappresentato in quattro stanze, – equilibrio, dinamismo, costanza, ispirazione – che riflettono il suo modo di essere, vivere, vestire.

Esige un’eleganza sostanziale e senza tempo, attuale e versatile. Una visione che si inserisce perfettamente nel solco della nostra storia. Una storia che scopriamo camminando tra i filari di una vigna, icona del paesaggio italiano. Una tradizione secolare d’eccellenza saldamente ancorata alle proprie radici e capace di mettere a frutto, annata dopo annata, un prodotto esclusivo ed unico.

Le viti diventano dunque il fil rouge che attraversa l’intera collezione. Un emblema grafico riconoscibile, che cambia di stanza in stanza ma resta radicato alla propria identità.

Zegna, nella creatività di Alessandro Sartori, sta portando il brand verso quella dimensione sport che rende l’uomo elegante ma rilassato. Tagli comodi, dove l’abito tradizionale è quasi completamente scomparso.

Una variazione del mood del brand che convince e che proietta in modo stupefacente il brand verso una contemporaneità attuale e assolutamente unica.

Uno sguardo irriverente, una immagine, il suo opposto. Un suono misterioso sale lentamente dal profondo, al ritmo ipnotico di Nick Cave. La collezione a Milano moda uomo p/e 2019 di Isabel Benenato si pone in una dimensione che non ha nè spazio nè tempo. Un distacco netto dal passato, un rifiuto degli schemi imposti.

La passione per la fotografia guida la designer a sperimentare nuovi effetti di trasposizione attraverso l’obbiettivo della sua Reflex. Movimento e trasposizione sono i temi principali di questa nuova stagione. Stampe giallo curcuma e viola profondo schiariscono l’anima nera della collezione.

Nero, colore unico e assoluto. Bianco, il suo opposto. Questi colori ricordano che possiamo essere una cosa, ma nello stesso tempo il suo contrario.

Enrico Sanchi

Condividi sui social