La maggior parte degli operatori che sono legati al settore delle vacanze si sta certamente chiedendo quali possano essere le prossime tendenze nel futuro, soprattutto quelle a breve termine.  Ebbene, una delle risposte che stanno emergendo con maggiore vigore è certamente quella alle micro-cation, ovvero le vacanze brevi.

Ai giorni nostri, la tecnologia ci dà senz’altro una grandissima mano quando si tratta di organizzare qualsiasi tipo di vacanza. Infatti ci sono numerose piattaforme online che propongono soluzioni praticamente per tutte le tasche.

Anche nel settore del gioco online la situazione è simile, con l’evoluzione tecnologica che ha favorito la moltiplicazione delle piattaforme su cui scommettere.

I migliori casino mettono a disposizione degli utenti una qualità di gioco unica, oltre che un palinsesto e un numero di giochi davvero formidabile e in grado di soddisfare ogni esigenza, anche dal punto di vista della sicurezza.

Vacanze lunghe addio? Ecco cos’è la micro-cation

Le vacanze lunghe, quelle di almeno 2-3 settimane, finiranno in soffitta?

Gli ultimi trend legati al mondo del turismo sembrano affermare con forza tale direzione, specialmente tra i viaggiatori più giovani.

Pare proprio che ci siano elevate possibilità che questa tendenza prenda sempre più piede nel corso dei prossimi anni. E’ stato pure coniato un termine specifico, ovvero “micro-cation”.

La parola micro-cation deriva dalla combinazione tra i termini “micro” e “vacation”. Una nuova tendenza che, come detto, si sta facendo largo soprattutto tra i giovani.

I ritmi di lavoro sono chiaramente importanti e c’è la volontà, spesso e volentieri, di prendersi una pausa e staccare la spina, anche solamente per pochi giorni.

Ecco, di conseguenza, il motivo per cui le vacanze brevi stanno prendendo così tanto piede. Senza avere la possibilità di accorpare delle ferie di qualche settimana in un solo periodo, le vacanze brevi diventano l’unica soluzione possibile per trovare un po’ di relax.

micro cation Life&People Magazine lifeandpeople.it

I Millennials, quindi, stanno pian piano sostituendo i viaggi lunghi, quelli per intenderci di 2 o 3 settimane, con delle brevissime fughe dai luoghi di lavoro.

Una micro-cation si può definire come una vacanza che non dura oltre quattro notti, nella maggior parte dei casi. Si potrebbe anche parlare del classico weekend lungo. Insomma, un nuovo modo per riuscire a sfruttare buona parte del proprio tempo libero e viaggiare con maggiore continuità.

Stando alle statistiche che sono state diffuse da parte di Allianz Global Assicuration, circa il 21% dei Millennials è solito regalarsi questo nuovo tipo di viaggi, in cui riesce a evadere dalla quotidianità per circa 3-4 notti.

Il 12%, invece, punta su viaggi ancora più brevi, da una o due notti. Addirittura il 29% degli intervistati ha ammesso di prenotare almeno tre viaggi del genere durante l’anno.

Un modo di viaggiare sempre più ricercato dai Millennials

Un nuovo modo di viaggiare che sta diventando sempre più di tendenza. Anche per via di un semplice aspetto di convenienza economica.

Ormai, pare proprio che le vacanze estive da 2 o 3 settimane siano sul viale del tramonto. Soprattutto per colpa dei prezzi esorbitanti che comporta viaggiare in quei mesi dell’anno.

Ecco spiegato il motivo per cui i più giovani hanno rivolto la propria attenzione ai viaggi brevi di gruppo, scegliendoli con maggiore frequenza durante l’anno.

Insomma, secondo i Millennials è più facile staccare la spina per pochi giorni e, di solito, lo fanno durante degli eventi privati, come ad esempio i matrimoni, oppure in occasione di festival oppure di manifestazioni sportive.

Condividi sui social
Per non perdere gli articoli di Life & People seguiteci su Google News