Questa sera approda su Canale 5 “Made in Italy”, la serie tv che racconta la storia di Irene, una studentessa proveniente dal sud catapultata in un mondo affascinante: la Milano fashion degli anni Settanta. 

In prima serata su Canale 5 la serie tv che racconta il Made in Italy

Una storia comune e ancora incredibilmente attuale quella della giovanissima studentessa che ricorda l’impacciata segretaria Andrea del film “Diavolo veste Prada”.

La protagonista, interpretata dall’attrice esordiente Greta Ferro, frequenta l’università ed è alla ricerca di un lavoro con il quale mantenersi a Milano.

Un annuncio le cambierà la vita: c’è un posto nella redazione della nota rivista di moda “Appeal”, senza esitare Irene accetterà il lavoro dando la svolta decisiva al suo futuro. 

Regia di Luca Lucini e Ago Panini, la serie tv “Made in Italy” è nata come esclusiva della piattaforma di streaming online Amazon Prime, ma finalmente a partire da questa sera sarà visibile a tutti.

Quattro puntate ogni mercoledì su Canale 5, la commedia romantica è avvincente e racconta un periodo storico unico e inimitabile: gli anni delle lotte studentesche, dei diritti delle donne e dei gay, della libertà di pensiero e d’espressione e della nascita della moda Made in Italy. 

Armani, Valentino, Krizia, Versace, Missoni, Albini, Fiorucci, Curiel, Ferrè.

I più grandi stilisti di tutti i tempi, le colonne portanti della moda, racconteranno come abbiano fatto la storia.

Come la loro creatività e immaginazione abbia dato vita agli abiti e alle collezioni di quel periodo incredibile.

Stampe inedite, tinte stravaganti, tagli mai visti prima.

Camicie a fiori, minigonne, jeans a zampa d’elefante: tutto ciò che sino ad allora era impensabile diventò reale. 

serie made in italy Life&People Magazine LifeandPeople.it

In questi anni Fiorucci presentò per la prima volta gli iconici angioletti vittoriani con gli occhiali da sole; nel suo negozio giravano abiti rifiniti male, grandi caftani, “zatteroni” altissimi e coloratissimi, felpe, jeans a zampa d’elefante e variopinte tutine in tessuto elasticizzato.

Nel 1975 Giorgio Armani fondò il suo regno insieme a Sergio Galeotti che lo spinse a disegnare la sua prima linea di moda.

Così, sulla passerella di Armani comparvero le prime giacche da donna simili a quelle maschili, ma destrutturate.

Diventarono presto le divise delle nuove donne, emancipate, forti e in carriera.

Era la rivoluzione degli anni Settanta e Armani ne portava alta la bandiera.

Lo stilista raggiunse il successo internazionale in pochissimo tempo vestendo Diane Keaton per il ritirò dell’Oscar per “Io e Annie” del 1978.

Le sue giacche destrutturate si confermarono simbolo di un’epoca di grandi rivoluzioni.

Le modelle chiamate da Gianni Versace venivano in Italia per sfilare sulle passerelle più esclusive di Milano e portavano il Made in Italy in giro per il mondo.

Versace disegnava grandi vestiti a fiori e gonne a ruota, larghe e colorate.

Missoni incantava con le sue stampe psichedeliche e Ferrè faceva il suo ingresso nella moda con accessori e bigiotteria glamour ricercatissima. 

Il cast scelto per l’occasione è eccezionale:

A partire da Raoul Bova che vestirà i panni di un giovanissimo Giorgio Armani; Margherita Buy reciterà come Rita Pasini, la caporedattrice della rivista nonchè mentore della bellissima Irene, Greta Ferro.

E ancora Marco Bocci interpreterà il fotografo John Sassi per cui la studentessa perderà la testa aiutata dalla collega e amica Monica, Fiammetta Cicogna. 

serie tv made in italy Life&People Magazine LifeandPeople.it

Tra gli altri attori che compariranno nella serie: Maurizio Lastrico, Stefania Rocca (Krizia), Sergio Albelli, Eva Riccobono, Gaetano Bruno (Walter Albini), Giuseppe Cederna, Bebo Storti.

Completano il cast: Nicoletta Romanoff (Raffaella Curiel), Silvio Cavallo (Gianfranco Ferré), Achille Marciano (Gianni Versace), Stefano Fregni (Elio Fiorucci) ed Enrico Lo Verso (Ottavio Missoni).

Condividi sui social
Per non perdere gli articoli di Life & People seguiteci su Google News