Ci sono film che hanno segnato in modo straordinario la storia del cinema. Gli abiti del cinema hanno sempre rivestito un ruolo molto importante nell’industria filmica.

Il mondo della moda da sempre è legato al cinema in modo indissolubile, tanto che una sceneggiatura è una storia della moda, e viceversa.

Tra loro vi è un connubio naturale, sinergico e per tanti fattori la moda è un linguaggio per immagini.

Così come il cinema è una narrazione per immagini.

Si tratta di segmenti visivi tra loro complementari, ontologici che si arricchiscono a vicenda.

L’abbigliamento, nel vasto mondo cinematografico, riveste un ruolo fondamentale nella sceneggiatura. Il suo compito principale è quello di esprimere la reale essenza del personaggio.

La bellezza e spesso il successo di un film, dipende anche dai suoi abiti e la sua popolarità è determinata frequentemente dal modo di apparire in un determinato fil

gli abiti del cinema storia del cinema e del costume Marlene Dietrich Life&People Magazine lifeandpeople.it

Fin dai tempi del muto, ad Hollywood, una diva, aveva diritto per contratto a un costumista personale, un sarto che doveva creare per lei abiti meravigliosi, esclusivi e rigorosamente realizzati a mano e su misura;

costumi che fossero infinitamente più belli, esclusivi e straordinari di quelli degli altri interpreti.

Esattamente come un film, il vestito, è un linguaggio vero e proprio.

Dagli anni Cinquanta ad oggi, la moda rivestirà sempre più un ruolo centrale nel cinema, tant’è vero che nel 1948 venne istituito il primo Premio Oscar per i costumi, in primis infatti avverrà l’umanizzazione delle Star.

Non solo Hollywood, ma anche la nostra Cinecittà, contribuì ad influenzare il mondo della moda e dello spettacolo, basti pensare a Sofia Loren, Silvana Mangano e Gina Lollobrigida.

Dagli anni Sessanta, si passerà dal costumista allo stilista ad esempio la collaborazione Givenchy con Audrey Hepburn, che vestì l’attrice in “Colazione da Tiffany” , “Sabrina” e “Cenerentola a Parigi”.

Il legame stilista – cinema negli anni diverrà più forte, grandi nomi come Armani, Cerruti, Jean Paul Gaultier , Chanel e Dolce & Gabbana vestono ancora le dive del cinema con i loro abiti meravigliosi.

Dal 1949, si è iniziato a riconoscere il grande e impegnativo lavoro dietro alla creazione degli abiti di scena.

gli abiti del cinema Sophia Loren film LifeandPeople.it

I principali film che hanno caratterizzato la storia della moda sono:

Colazione da Tiffany del 1961

Audrey Hepburn indossava il suo elegante tubino nero Givenchy raffinato e femminile.

Il vestito Givenchy di questo film considerato uno degli abiti più influenti nella storia dell’abbigliamento,

accessoriato con la collana di perle, ha consacrato ai posteri l’immagine elegante dell’attrice.

Un consiglio dalla storia del costume, considerato ancora oggi il vestito perfetto, sinonimo di eleganza.

Pretty Woman del 1990

Julia Roberts indossava l’abito bianco e blu. La più bella e amata prostituta della storia del cinema ha indossato questo vestito

poco elegante in cotone con oblò metallico e stivaloni in lattice per conquistare il bello e tenebroso Richard Gere.

Anche gli altri costumi del film sono entrati nella storia.

In particolare l’abito da sera rosso indossato da Vivian a teatro e il vestito marrone a pois, scelto per la partita di polo.

Quando la moglie è in vacanza del 1955

Marilyn Monroe indossava il famoso morbido abito bianco.

Un vestito che fa parte dell’immaginario collettivo: la gonna plissettata che si solleva sulle grate della metropolitana è l’icona stessa di Marilyn Monroe e della commedia americana anni 50.

Fu disegnato dal costumista William Travilla. È considerato un pezzo storico della moda nel cinema.

gli abiti del cinema LifeandPeople.it

 

Grease del 1978

Olivia Newton indossava il completo di pelle nera.

Tra i film che hanno lasciato un segno importante nella moda c’è sicuramente Grease che ha caratterizzato un’era,

ed ancora oggi viene visto e rivisto con piacere.

Il mito dei personaggi interpretati da Olivia Newton e John Travolta, rivive ancora oggi nello stile autentico che ha prodotto il giubbotto di pelle di Sandy e nelle gonne svasate dai colori tenui delle protagoniste.

American Gigolo’ del 1980 di Paul Schrader

Giorgio Armani veste Richard Gere in ogni scena del film.

Nel celebre film American Gigolò Richard Gere completa la sua immagine di uomo elegantemente narcisista indossando abiti firmati Armani.

Una scelta che ha contribuito a innescare il boom, negli anni ’80, dell’alta moda italiana.

Il cinema è considerato come uno dei principali sistemi e linguaggi comunicativi di massa.

gli abiti del cinema Richard Gere Life&People Magazine LifeandPeople.it

Giorgio Armani veste Richard Gere in ogni scena del film.

La moda ancora oggi rappresenta un’ulteriore macchina significante che esprime il senso del corpo del personaggio.

Cinema e abiti, sono risultati da sempre una perfetta unione che offre un ottimo sistema di produzione scenica così da ottenere nel tempo un rapporto saldo, intimo e complesso.

E’ la storia di un amore quello della moda per il cinema.

L’abito è un segno iconico. Amplifica l’aspetto filmico che da sempre riattiva la nostra memoria facendo ricordare

l’identificazione di un personaggio fornendoci un’indicazione sugli stati di tempo e luogo.

Oggi è impossibile concepire un film senza costumi!

Leggi anche – La storia del cinema e i suoi iconici abiti

Condividi sui social
Per non perdere gli articoli di Life & People seguiteci su Google News