Ben Dj, un Peter Pan del mixer

//Ben Dj, un Peter Pan del mixer
Ben dj non si ferma mai. E’ un artista, come Peter Pan, in molte cose della vita non invecchia mai.
A differenza di molti colleghi, in altri momenti tiene i piedi ben piantati a terra. Sempre in mezzo a party, vip, personaggi, divertimento ha una vita a velocità supersonica, da tempo ha capito qual è il suo ruolo.
Sa di essere capace di creare la colonna sonora perfetta dell’evento dell’anno, del party del secolo. Ma sa pure che tra lui, Naomi Campbell e Kevin Spacey, (due dei super personaggi che ha fatto ballare ai party di presentazione di The Cal, il mitico calendario Pirelli) c’è un abisso. Lui è Ben, il dj. Loro sono miti mondiali.

Non sono una star, sono semplicemente un buon dj

so far divertire le persone, soprattutto le donne, che da sempre sono quelle che fanno decollare il divertimento, dice sorridendo.

Ben ha una sensibilità particolare e, visto che gira da tempo il mondo sa come alternare chicche musicali scovate chissà dove a successi globali. Sa sempre come passare dalle melodie della deep house e del pop ai folli ritmi reggaeton.
Non è facile far ballare chi viene a cena in un bel ristorante. Tutto deve essere eccellente: l’ambiente, il cibo, il servizio, le luci, l’audio e ovviamente la musica. Se tutto funziona alla perfezione poi però la voce gira e il successo arriva. Questo tipo di locali sono un must in tutto il mondo.
“Ad esempio a novembre sono a Londra, al Camillo Benso, un format di grande successo”.  Dopo un’estate da top dj, con deluxe party ed eventi in mezzo mondo, Ben infatti non rallenta di certo. A Milano è di casa, tra le altre, in tre delle situazioni più hot. Bullona, Canteen e Replay, a cui alterna tanti altri spazi in giro per l’Italia e non solo.

Come se non bastasse, Ben è come sempre al lavoro in studio di registrazione, impegnato su nuovi dischi e nuovi remix

“Insieme a Mercedes Henger sto lavorando ad un nuovo brano dopo i buoni risultati arrivati con Two”.
Contemporaneamente sto producendo un brano perfetto per essere ascoltato e cantato, non solo ballato, racconta Ben, che è uno degli artisti italiani più ascoltati su Spotify, la “bibbia” dello streaming musicale.
La sua “Hold Tight” ha totalizzato quasi sei milioni di ascolti, “Thinking About You” nelle sue tre versioni è vicina ai cinque milioni.
Sono numeri davvero importanti, se si pensa che un brano pop come “Tutti i miei sbagli” dei Subsonica si ferma a tre milioni e centomila ascolti mentre “21 grammi” di Fedez, un successo incredibile, supera di poco i nove milioni.
Tra i “segreti” dell’eterna giovinezza di Ben Dj, vi è la strategia nell’affrontare la vita nel modo giusto, con il sorriso sulle labbra. C’è anche lo sport tra le sue attività, oltre uno stile di vita salutare. Ride e scherza sempre, si applica e non molla mai, proprio come in console…
Lorenzo Tiezzi
Condividi sui social
2018-10-25T15:52:59+00:00Music|