Arredamento ma non solo

: il salone Expocasa 2022 appena concluso all’Oval Lingotto Fiere di Torino ha dato voce alla progettazione e ristrutturazione, focalizzandosi sul tema del risparmio energetico. Spazio al design di nomi blasonati, ma anche a quello di giovanissimi neolaureati, che hanno portato qui idee originali per lo più auto prodotte. Ha messo al centro l’accessibilità e il riciclo. Un insieme di argomenti che hanno visto la partecipazione di oltre 35.000 visitatori, sedotti dalle sofisticate soluzioni di design che guardano al futuro, dove estetica, tecnologia e funzionalità si integrano lavorando su materiali e finiture.

salone expocasa torino 2022 novità e tendenze Life&People MagazineAd esempio il rubinetto che fa tutto: acqua bollente a 100° e un secondo dopo acqua frizzante fredda. Poi ci sono soluzioni salvaspazio per ambienti che si trasformano, come le piastre a induzione che si possono appendere, ma anche quelle invisibili, realizzate su un piano in gres porcellanato dove soli 4 piccoli segni fanno intendere dove posizionare le pentole per cucinare.

Il pubblico è qui anche per imparare, per chiedere consigli su come affrontare il rinnovamento della propria abitazione.

La domanda più gettonata infatti, è: come riqualificare la casa per raggiungere l’indipendenza energetica?

Così, gli stand dal taglio più tecnico consulenziale per il risparmio energetico sono stati presi d’assalto con richieste su impianto fotovoltaico e pompa di calore, inseguendo l’obiettivo di eliminare il gas e raggiungere l’indipendenza; mentre l’Agenzia delle Entrate, presente a Expocasa con il servizio di assistenza gratuito “Incontra l’esperto”, ha accolto centinaia di persone interessate a comprendere i meccanismi dei bonus edilizia e dunque la differenza tra manutenzione ordinaria e straordinaria, come sostituire la caldaia, i titoli abilitativi per il rilascio delle asseverazioni.

salone expocasa torino 2022 novità e tendenze Life&People MagazineInformazione e formazione sono stati veri catalizzatori dell’attenzione del pubblico, che qui ha potuto conoscere e apprezzare i sistemi di Ventilazione Meccanica Controllata (VMC), per garantire il ricambio continuo e la purificazione dell’aria in un ambiente confinato, senza spalancare le finestre evitando quindi la dispersione di caldo in inverno e fresco in estate.

Ma come vedono la casa i visitatori della manifestazione?

Dall’indagine condotta da GL events Italia, il pubblico ha indicato il soggiorno come stanza più amata, perché è il più versatile e il più vissuto, seguendo la tendenza che lo vede sconfinare ed entrare in cucina, al secondo posto tra le preferenze, integrandola in un ambiente unico, con soluzioni mimetiche, soprattutto quando lo spazio è limitato. Ma la cucina living piace anche nelle grandi metrature, per amplificare appunto la vivibilità della sala. Al terzo posto lo studio: anch’esso può essere ritagliato nel soggiorno, ma è ambita la possibilità, metri quadri permettendo, di avere una stanza dedicata, complice l’esperienza dello smart working. Infine cresce la tendenza a trasformare i bagni in piccoli salotti, deputati al relax, dove impiegare anche le carte da parati, con risultati sorprendenti.

A contraddistinguere la 59° edizione di Expocasa un tema di crescente interesse: l’accessibilità, quella che c’è ma non si vede

“perché l’accessibilità è fatta di soluzioni che devono essere la normalità, è questa la grande sfida e opportunità per il settore casa”

dichiara Lamberto Mancini, amministratore delegato di GL events Italia. Una sfida che noi abbiamo colto con entusiasmo e umiltà: stiamo imparando come declinare al meglio l’accessibilità alle nostre fiere». salone expocasa torino 2022 novità e tendenze Life&People Magazine

Gli stand più curiosi

Custom Regeneration che ha messo in mostra proposte per l’arredamento e complementi interamente progettate e realizzate in upcyling, ovvero il riuso creativo di oggetti e materiali che diversamente finirebbero in discarica. Tra le sue proposte anche le scarpe di Superga: quelle che sono rimaste spaiate, tornano a vivere ai piedi di chi vuole indossarne, ad esempio, una bianca e una rosa.

A proposito di sostenibilità

Expocasa mette in luce come la vera sostenibilità passi attraverso la durabilità, attraverso oggetti realizzati con materiali che non si deteriorano rapidamente, ma resistono all’uso e al tempo. A spiegarlo è stato Gabriele Adriano, uno dei designer vincitori del Compasso d’Oro 2022, intervenuto al convegno di apertura. In attesa del 60° compleanno di Expocasa che tornerà dal 30 settembre all’8 ottobre 2023, al Lingotto Fiere  sono in corso i preparativi per Restructura, dal 17 al 10 novembre, l’appuntamento su edilizia, ristrutturazione e restauro.

Condividi sui social