Gaspard Ulliel ci ha lasciati all’improvviso, un tragico incidente sugli sci, una fatalità, un destino crudele, che spezza una vita a soli 37 anni, il nostro ricordo ad uno degli attori francesi più amati nel mondo.

Gaspard Ulliel era uno degli interpreti d’Oltralpe più apprezzati

Nato nel 1984 a Boulogne-Billancourt, il bel Gaspard era cresciuto in una famiglia di stilisti. Mosse i suoi primi passi nel mondo della moda già ai tempi del liceo, quando ottenne un piccolo ruolo nella serie televisiva “Une femme en blanc”.

ricordo addio Gaspard Ulliel Life&People Magazine

Successivamente si specializzò in cinematografia all’Università di Saint-Denis,

per ottenere il suo primo vero ruolo cinematografico nel 1999, grazie al cortometraggio Alias. Dalla sua parte, Gaspard Ulliel aveva un inconfondibile fascino francese. Un viso appuntito, due occhi intensi e dal taglio quasi asiastico, e una cicatrice sulla guancia, risultato dell’attacco da parte di un cane con cui giocava, erano i tratti distintivi del suo charme. Un’allure misteriosa che aveva portato Gaspard, al di là del cinema, anche ad avere un discreto successo nel mondo del fashion. Per ben 12 anni, l’attore fu testimonial d’eccezione della campagna pubblicitaria del profumo Bleu de Chanel. In questi anni fu diretto, tra gli altri, anche da Martin Scorsese, che si occupò della regia di uno degli spot più celebri del brand. Questa non è in ogni caso l’unica occasione in cui abbiamo visto Gaspard lavorare come modello. Insieme a Kate Moss nel 2008 partecipò alla campagna pubblicitaria delle borse Longchamp, mentre non si contano le sue partecipazioni sulle passerelle della settimana della moda parigina.

Ma è soprattutto grazie al cinema che Gaspard è diventato la brillante stella che abbiamo imparato a conoscere.

La prima pellicola che l’ha lanciato ufficialmente nel firmamento delle star francesi è “Il patto dei lupi” di Christophe Gans, film horror del 2001. Appena due anni dopo, nel 2003, Gaspard ottiene il primo importante riconoscimento, la candidatura ai prestigiosi premi César come miglior attore emergente francese. Award, quest’ultimo, per il quale sarà candidato anche nel 2003 grazie al film Anime Erranti. Il César come miglior attore emergente, tuttavia, Gaspard lo vincerà nel 2004 grazie ad “Una lunga domenica di passioni”, di Jean-Pierre Jeunet.

ricordo addio Gaspard Ulliel Life&People MagazineLa consacrazione definitiva a livello internazionale, in ogni caso, arriverà con l’impegnativo ruolo di un giovane Hannibal Lecter nel film “Le origini del male”, del 2007. Qui Gaspard tirerà fuori il suo lato psicotico e assassino, per un’interpretazione del celeberrimo mangiatore di uomini che non ha certo fatto rimpiangere quella del mostro sacro Anthony Opkins.

Gli appassionati del mondo della moda, inoltre, ricorderanno il bel Gaspard anche in un altro ruolo.

Nel 2014, Ulliel vestì i panni dello stilista Yves Saint Laurent, per la regia di Bertrand Bonello. Un ruolo magistralmente interpretato dal camaleontico Gaspard, che gli valse fra l’altro una nuova nomination ai César, questa volta per miglior attore protagonista. Per lo stesso ruolo, inoltre, Gaspard Ulliel vinse il prestigioso Premio Lumière, un altro dei più importanti riconoscimenti cinematografici francesi.

ricordo addio Gaspard Ulliel Life&People Magazine

Gaspard Ulliel, in carriera, ha potuto vantare 28 film.

L’ultimo prima della morte è “Sybil”, firmato da Justine Triet, nei cinema nel 2019. La pellicola racconta la storia di Sibyl, un’aspirante scritrice che abbandona il suo sogno per diventare una psicologa. Ad un certo punto, la sua più grande passione tornerà ad emergere e le tornerà la voglia di scrivere. La storia che metterà nero su bianco è quella di una giovane attrice, Margot, coprotagonista del film. Il problema è che la compagna dell’attore che l’ha messa incinta (Igor, interpretato da Ulliel) è proprio la regista del film. L’ultimo film della carriera dell’attore è anche uno dei più apprezzati dalla critica in assoluto e ha ricevuto la prestigiosa nomination alla Palma d’Oro del Festival del Cinema di Cannes nel 2019. Imperdibile, infine, un capolavoro come Jaquou le Croquant. Nel lungometraggio, uscito nel 2007 e diretto da Laurent Boutonnat. La pellicola vede Ulliel vestire i panni di Jacquou, un coraggioso giovane contadino alla ricerca di vendetta e rivalsa in una terra soggiogata dai potenti.

Il tragico destino di Gaspard Ulliel l’ha beffato a pochi mesi dall’arrivo di uno dei progetti più importanti della sua carriera.

Dal 30 marzo prossimo vedremo infatti su Disney Plus l’affascinante volto dell’attore nel cast di Moon Knight. Stiamo parlando della nuova serie tv Marvel dove Gaspard interpreta Midnight Man, il perfido cattivo nemesi del protagonista Marc Spector, supereroe interpretato da Oscar Isaac. Con la scomparsa di Gaspard Ulliel il cinema francese e mondiale perde un altro, fondamentale attore. Un vuoto enorme e una perdita immensa. RIP Gaspard, che la terra ti sia lieve…

Leggi anche – Addio a Thierry Mugler: muore a 73 anni lo stilista francese 

Condividi sui social
Per non perdere gli articoli di Life & People seguiteci su Google News