Smartworking e lavoro da remoto? Ai primi albori del 2020 un virus sconosciuto si diffonde rapidamente da Wuhan,  in Cina, al resto del mondo. Sembra l’inizio di un film, invece è la realtà utopica dei nostri ultimi mesi. Un’imprevedibile pandemia di Coronavirus ha finito per travolgere ogni settore delle nostre vite:  lavoro,  hobby, famiglia, abitudini sono finiti nel calderone di una rapida trasformazione sociale.  

Pensare che tutto questo accade nell’epoca della téchne per citare Aristotele, della scienza e del grande progresso tecnologico. Eppure uno dei più conosciuti proverbi cinesi recita: “Ciò che il bruco chiama fine del mondo, il resto del mondo chiama farfalla”.

Proverbio preso alla lettera da sempre più aziende che scelgono di aderire alle modalità smartworking e lavoro da remoto

In Cina questo metodo è impiegato su larga scala: sono milioni i lavoratori costretti alla quarantena che in questa modalità possono restare operativi

.

E anche in Italia nonostante la difficoltà a identificarsi con il lavoro telematico, il 58% degli italiani quotidianamente si confronta con questa nuova tendenza lavorativa. La legge 81/2017 regola l’accordo tra azienda e lavoratore per garantirne i diritti che gli spettano in azienda, manifestando una sperimentazione impensabile del lavoro da remoto.

Ma scopriamo insieme quali sono le attività in smartworking e lavoro da remoto più richieste:

 

  • Operatori di call center: numerose sono le aziende che cercano personale per attività di telemarketing da svolgersi esclusivamente via telefono. Gli operatori del settore possono espletare la loro attività da casa, contattando telefonicamente potenziali clienti con lo scopo di vendere o promuovere un certo tipo di prodotti.

 

  • Impiegati di contabilità e finanza: tutti noi avremo ancora bisogno di un commercialista! Personale contabile è ricercato per il controllo e la gestione dei documenti, dei pagamenti, delle fatture e degli incassi.

 

  • Copywriter o redattori web: figure professionali richieste per la creazione di contenuti online, slogan originali, headline, contenuti vari per pubblicità o inserzioni su giornali.

 

  • Insegnanti chef: con la quarantena in atto il primo luogo dove si finisce per passare la maggior parte del tempo è la cucina. Chef, maestri pasticceri, possono proporre lezioni online mettendo a disposizione la propria esperienza personale, assieme alle più svariate scelte di gusto e professionali.
  • Video Editor: figure professionali che sanno creare video, clip, prodotti audiovisivi.

Loro sono tra quelli che  possono trovare proposte di lavoro allettanti in questo momento.

Ed ecco che le nostre scrivanie possono diventare un meraviglioso ufficio produttivo! Possiamo guardare ai risvolti positivi di questa situazione e con semplici accorgimenti lavorare in modo rilassato, concedendoci magari una breve pausa.Accanto al computer, si puo’ apparire cool e curate con un ouftit lavoro da casa. Sul tavolo un caffè caldo, preparato alla vecchia maniera, con l’immancabile moka, per concederci ogni tanto una giusta pausa…

 

Condividi sui social