Viaggio a Dubai: ogni posto una miniera incredibile di gemme e pietre preziose. Una realtà incastonata in un territorio infinito che non arresta la sua corsa verso uno sviluppo incredibile, moderno, metropolitano. Per questo visitare Dubai  è affascinante e al tempo stesso maledettamente difficile, poiché nella sua genesi esistenziale abbraccia culture, esperienze, significati, etnie più vaste e possibili.

È come un mondo nel mondo dove si può realizzare un sogno, dove è possibile accedere al possibile. È un’incredibile parte del mondo da conoscere, incontrare e perché no, laddove è possibile, intrecciarci affari.

La dicotomia di emozioni che crea un viaggio a Dubai

si evidenzia nelle opinioni fra chi la ritiene una delle città più belle al mondo e chi, contrastando la sua modernità, la ritiene una città “orribile”.

Tanto che di questa città dalle luci sfavillanti, dalla vita che non si arresta mai. Si può dire e scrivere di tutto, elencando i suoi primati, parlando del suo deserto, della sua modernità fino alla tradizione nei souk nella città vecchia. Insomma, tutto appartiene al suo territorio trasformando la tradizione in innovazione e l’innovazione in tradizione assoluta.

A Dubai anche i più difficili trovano qualcosa d’interessante da fare, è un po’ il paese delle meraviglie.

Tutto a Dubai si può fare, cosa che si scopre solo vivendo questa meravigliosa città. Volo perfetto, atterraggio dolce e via verso la città dalle mille sorprese, dai grattacieli altissimi, dalle architetture avveniristiche. È eccitante camminare abbracciati da queste costruzioni di cui non si riesce a vedere la fine.

La metropolitana sospesa rende l’insieme ancora più suggestivo, è come essere all’interno di una città spaziale. I negozi senza eguali pieni di cose, abiti, borse, scarpe, gioielli, oggetti di ogni tipo preziosissimi. È tutto all’insegna dell’eccesso, del lusso sfrenato, dell’infinitamente costoso.

Poi, c’è una parte di Dubai che contrasta con questa incredibile vivacità, dove la vita non sembra fermarsi mai: è la città vecchia. Un luogo, dove i ritmi si calmano, fra il souk delle spezie, il souk dell’oro e quello dei tessuti, è tutto un labirinto di vie, viuzze, negozietti e colori che fanno assaporare il cuore antico di questo popolo che si è perso nel consumismo più eccentrico e lussuoso.

Dubai vecchia è uno spazio incastonato in un territorio dai sapori viscerali che cozza con lo scintillio dello Champagne Bar!

Qui i locali sono aderenti alla cultura del paese, la gente appartiene all’etnia del luogo, tutto attraversa la normalità che nella Dubai business si è persa. La vita scorre lungo il Creek, barchette di legno con la bandiera degli Emirati, che dondolano in attesa di clienti, e al tramonto il fiume si anima, con i riflessi dei palazzi che gli fanno da cornice.

Un viaggio a Dubai ha la preziosità di avere due mondi racchiusi in una sola città anche se l’emozione più intensa la regala il deserto.

Il deserto degli Emirati Arabi è uno spazio infinito di sabbia, dune, animali, immersa in un delicato color arancio che piano piano si schiarisce quando arriva in prossimità del mare. Il deserto o lo ami, restando folgorati dalla sua fasciante atmosfera, o ti allontani, perché non riesci a sostenere la sensazione strana in cui si è catapultati.

Ti trovi in mezzo ad immense dune dal color rosso pallido dove è facile incrociare famiglie di Orici bianchi.

Dubai vita nel deserto Life&People Magazine LifeandPeople.it

Vedere l’alba, i primi raggi del sole che trasformano le dune in lunghe ombre argento e aspettare il tramonto, che illumina le lunghe corna degli orici è un’esperienza che si radica dentro l’anima come una traccia indelebile.

Così il freddo della notte nel deserto è riscaldato dalle emozioni più profonde che un territorio come questo riesce a regalare con i suoi rumori, i suoi colori, i suoi lunghi silenzi, il sibilo del respiro delle persone che abitano la tua stessa tenda, le lunghe corna nere degli Orici, per poi lasciar spazio al sole che, torrido, fa la sua entrata all’arrivo dell’alba.

A Dubai la cosa importante è saper scegliere bene dove alloggiare.

Ci sono Hotel per ogni gusto, per ogni possibilità, che offrono pacchetti per una vacanza speciale che nutre e soddisfa i bisogni del cliente. I tanti Hotel di Dubai riempiono la vista e invitano a trascorrere una nuova vacanza per sperimentare nuove possibilità di alloggio.

Chi fa un viaggio a Dubai non può perdersi il Burj Khalifa, 160 piani che ti portano a toccare il cielo. È il grattacielo più alto al mondo con i suoi 828 metri. Un velocissimo ascensore dotato di musica ti porta fino all’ultimo piano, così nel giro di pochi minuti arrivi fino in cima, senza nemmeno accorgertene.

C’è una terrazza che circonda il grattacielo, da dove si vede a 360° tutta Dubai. Il contrasto fra le luci e la vivacità da una parte ed il buio e il nulla dall’altra dà un’emozione intensa.

Dubai è una lunga striscia di vita in pieno deserto.

Davanti al Burj Khalifa, si trova la Dubai Mall, le fontane danzanti sono qualcosa di irrinunciabile. Innumerevoli fontane che, con musiche diverse, danzano, giocano, si tuffano in acqua per poi risalire in su, come dei delfini.

Il simbolo di questa città è il Burj Al Arab, l’hotel a 7 stelle, il famoso hotel a forma di vela. Alto 321 metri è il terzo hotel più alto al mondo, con la sua forma così particolare è un’opera ingegneristica assolutamente da non perdere.

Per chi ama lo shopping non potete perdervi questi centri commerciali, oltre 1000 negozi, ristoranti, bar, acquari, si può passare una intera giornata senza mai vedere il cielo. Il Mall of the Emirates è famoso non solo per lo shopping, ma soprattutto per la “pista di neve” nel deserto. Qui si trova di tutto, un mondo nel mondo!

I taxi sono un mezzo molto utilizzato in questa città, permettono di muoversi con molta comodità. La cosa curiosa che ci sono taxi per donne sole!  Riconoscibili dal tettuccio rosa.

Che dire hanno davvero pensato a tutto!

La città si può visitare anche con la metropolitana, le linee offrono la possibilità di tessere un itinerario turistico molto interessante. Un mezzo divertente per giocare al viaggiatore avventuriero è girare con il bus, il classico hop-on-hop-off, che permette di vedere il meglio di Dubai.

hotel 7 stelle Burj al arab Dubai Life&People Magazine LifeandPeople.it

Il simbolo di questa città è il Burj Al Arab, l’hotel a 7 stelle

Un viaggio a Dubai vuol dire non dimenticarsi delle spiagge. Ce ne sono molte, le migliori si trovano a sud.

La spiaggia di fronte al Souk Madinat Jumeirah è privata, una vera meraviglia per la lussuosità che si osserva e respira.

Un posto assolutamente da non perdere!

Questa città oltre a essere ricca di hotel lussuosi, di negozi da capogiro, di grattacieli che toccano il cielo offre dei ristoranti per tutti i gusti.

A Dubai si può davvero mangiare di tutto: dal cibo thailandese, cinese, giapponese, vietnamita, coreano, indiano, arabo, americano, tedesco e pakistano.

Se siete di gusti difficili ci sono anche strepitosi ristoranti italiani.

Le stagioni in questo spaccato di terra sono essenzialmente due: calda e caldissima. Se volete volare a Dubai e potete scegliere, meglio optare per la stagione calda!

Quindi fra ottobre e aprile un viaggio potrebbe essere davvero un momento divertente e curioso per scoprire un mondo completamente diverso da quello occidentale.

Leggi anche – Arab Fashion Week: le nuove proposte della moda in Medio Oriente

Condividi sui social
Per non perdere gli articoli di Life & People seguiteci su Google News