Teodoro Corbo, giovane re lucano di Instagram

//Teodoro Corbo, giovane re lucano di Instagram

Teodoro Corbo, per gli amici “Teod”, è un giovane Instagram photographer

Teodoro Corbo vive a Melfi, quello per la sua terra, la Basilicata, è un puro romanticismo espresso spesso attraverso l’immagine. Con i suoi 64 mila followers, è membro del direttivo dell’associazione Yallers Italia,  ed è uno dei giovani Instagram photographers che non smette di coinvolgere.

La sua battaglia per la valorizzazione della Basilicata la sostiene  con Yallers Italia.

Teodoro Corbo ha studiato fotografia e si è avvicinato a questo mondo da autodidatta. Per dirla con lui la fotografia non è solo una ” riduttiva passione”, ma una “cura del colore” per un mondo a volte troppo nero.

L’Instragram photographer ha collaborato con Canon, Gobe, Pluto Trigger, Bottega Fine art e attualmente collabora con Haida Filter. Ha ricevuto diversi premi per la fotografia e i suoi scatti vengono pubblicati da quotidiani e riviste nazionali di prestigio.

Tra le pubblicazioni recenti quella del mese di agosto del 2017 su Vogue Italia, quattro scatti in un articolo sul Gargano, mentre nel maggio del 2018 il quotidiano nazionale La Repubblica ha pubblicato una fotografia di Corbo che ha come soggetto Pietrapertosa. Questo giovane è decisamente un talento in crescita.

Com’è nata la tua passione per la fotografia?

Beh, è nata in un brutto periodo della mia vita, una delusione che non sto a raccontarvi. Ed è in questo momento che l’ho conosciuta. Questo incontro ha rappresentato una vera e propria ancora di salvezza. La fotografia per me è una cura del colore per una vita a volte troppo nera.

E’ il classico caso dell’arte che diventa occasione di vita e si trasforma in energia.

Ma come fa un fotografo a fissare, attraverso uno scatto, l’immagine migliore? C’è una teoria o una tecnica da seguire?

Di tecniche c’è ne sono tante, come la regola dei terzi, le linee guide, le diagonali… Ma ciò che conta realmente è allenare l’occhio e la mente. Prima ancora di scattare già immagino la foto finale. E, devo dire che l’immagine che immagini, perdonami il bisticcio di parole, è spesso fantastica e sorprendente.

Il binomio che meglio rappresenta la tua personalità e la tua vita è viaggio-fotografia. Cosa significa per te?

Io credo che ognuno di noi debba viaggiare. Arricchisce anima e mente. In ogni viaggio lascio un pezzetto di me, ma in cambio rientro con una fotografia. Una fotografia che ti da il potere di rivivere e ripercorrere attimi che solo tu puoi capire. Questo mix è vita!

La fotografia è lo strumento più potente che si ha a disposizione su Instagram. Cosa racchiude ogni tua immagine?

Molte volte ci si sofferma in modo superficiale solo sulla foto soprattutto su Instagram. Ma dietro c’è molto di più…Ci sono veri e propri sacrifici uniti ad una passione che non conosce limiti.

Teodoro Corbo

Teodoro Corbo – tramonto Vieste

Tutti questi followers si ottengono con un lavoro quotidiano e costante. Ma qual è il vantaggio di essere così seguiti?

La cosa più bella in assoluto di essere seguiti è poter comunicare a più persone il tuo messaggio. Che sia la tua arte, che sia il tuo sport. Puoi far arrivare lontano il tuo messaggio d’ amore. Oltre ogni frontiera”

Attraverso una fotografia riusciamo a fermare un panorama. Ma riproduciamo anche mille copie di noi stessi. Se da un lato questo mezzo ci permette di divenire dei “prodotti fatti in serie”, dall’altro ci ricorda la nostra unicità. Perché purtroppo, e nonostante la fotografia, continuiamo ad essere mortali. Fatti di carne ed ossa e deperibili.

Qual è il rapporto della foto con il concetto di immortalità?

Abbiamo parlato di ciò che racchiude una singola foto. È proprio questo a renderti immortale. In ogni fotografia ci sei tu, c’è il tuo mondo. I tuoi occhi e nessuno potrà mai cambiare ciò.

So che ami tanto la tua terra. Ma Teodoro Corbo come affronta la sua personale battaglia per la valorizzazione del territorio lucano?

Qui hai toccato un tasto di puro romanticismo! Io sono pazzamente innamorato della mia terra. E grazie alla mia associazione stiamo svolgendo un lavoro di valorizzazione del territorio. Non indifferente e sfruttando ogni tipo di canale. Infatti voglio ricordarvi che il 22 luglio faremo un photowalk a Moliterno, nella provincia di Potenza, e vi aspettiamo!

Hai ricevuto numerosi premi e hai pubblicato alcune foto su giornali di rilievo nazionale. Basta sbirciare il tuoi profili social per cogliere la bellezza delle tue immagini.

E anche le tue stories Instagram sono seducenti e coinvolgenti. Stai cercando di raggiungere un obiettivo particolare? 

Adoro curare i dettagli ed i contenuti. Ho un obiettivo ma non vi svelerò quale per scaramanzia. Però posso dirvi che riguarda la fotografia!

Allora dicci almeno qualcosa che non sappiamo sulla fotografia. E su quello che quotidianamente guardiamo. Ma magari non “osserviamo” o “percepiamo” davvero . Dicci qualcosa che sia capace, per qualche secondo, di trattenerci il fiato.

Come sa fare in certi casi un’immagine…

Voglio risponderti con una citazione di Ansel Adams. Una delle mie preferite:

“Non fai solo una fotografia con una macchina fotografica. Tu metti nella fotografia tutte le immagini che hai visto. I libri che hai letto. La musica che hai sentito. E le persone che hai amato”

Con questo voglio ringraziarti per l’intervista e ringraziare Life&People Magazine. Nonché approfittarne per mandare un forte abbraccio a tutti quelli che mi seguono e che mi supportano guardando al di là di ogni mia foto!

Niente e nessuno potrà mai sostituire il calore che le persone riescono a trasmettermi ogni giorno. Ad maiora! E soprattutto “buona luce”! ️

 

Condividi sui social
2018-09-16T15:20:15+00:00People|