Il giorno del matrimonio è sognato e atteso da quasi tutte le donne. Qualcuna desidera una vera e propria favola, altre qualcosa di più semplice e altre ancora puntano ad eventi alternativi.

Punto focale delle nozze è, dai tempi dei tempi, l’abito, al quale fanno eco i vari accessori che lo rendono perfetto. Tra questi c’è il velo.

La domanda, o per alcuni la curiosità, è una: è davvero necessario?

Le spose senza velo ci sono sempre state – ricordate la bellissima Rita Hayworth o l’iconica Yoko Ono? – ma quante vogliono seguire questo trend si trovano spesso spiazzate.

Pertanto, dare uno sguardo ai look wedding delle star dello showbiz può essere di grande aiuto.

Spose senza velo: da Rita Hayworth a Yoko Ono

Le spose senza velo, anche se per alcune questo dettaglio è immancabile, sono sempre bellissime e, soprattutto, so chic.

Chi dice che l’abito del matrimonio deve per forza avere un velo importante e, magari, uno strascico chilometrico?

Tutto dipende dal vostro stile e nessuno può mettere becco su quelli che sono i vostri desideri, in questo giorno come non mai.

Le alternative al velo ci sono. Alcune sono deliziose, altre più stravaganti, ma quali sono quelle più glamour?

Il 27 maggio del 1949, ben 71 anni fa, l’attrice americana Rita Hayworth ha sposato il principe Aly Khan sfoggiando un bellissimo cappello bianco con veletta.

Le foto fecero il giro dei rotocalchi dell’epoca e le donne più attente alla moda lo presero come un vero e proprio segnale di modernità.

Qualche anno dopo, tra le spose senza velo troviamo un’altra grande donna: Yoko Ono.

Per giurare amore eterno al suo John Lennon, indossò un abito bianco corto molto semplice.

A fare la differenza è stato proprio il cappello: a falde medie e senza veletta.

Spostandoci nel 1971, in una location fantastica come Saint Tropez, Bianca Jagger ha sfoggiato un modello a tesa larga per sposare la rockstar Mick.

Con il velo appoggiato sopra effetto décor e rigorosamente bianco, la donna ha reso iconico il tailleur giacca pantalone total white firmato Yves Saint Laurent.

Inès de la Fressange, nel 1990, ha seguito lo stile della bellissima Bianca, ma ha optato per un mini dress bianco ed una giacca avorio a spezzare la mise.

Accompagnata dal fedele cane, ha giurato amore eterno al suo Luigi D’Urso.

Se siete fan della Royal Family inglese, potete prendere spunto dall’amata/odiata Camilla Parker Bowles.

Grandissima sostenitrice dei fascinators, ne ha sfoggiato un modello indimenticabile il 9 aprile 2005, giorno in cui ha sposato il Principe Carlo.

Le alternative al velo da sposa sono diverse, per cui, quante non volessero sfoggiare un bel cappello, possono puntare ad altri accessori altrettanto glamour.

Tra le proposte di moda più belle dei designer troviamo i cerchietti couture.

La prima ad averlo scelto, nel lontano 1937, è stata Wallis Simpson, quando ha giurato amore eterno ad Edoardo VIII, Duca di Windsor.

Molto probabilmente, Kate Middleton ha preso spunto proprio da lei: quelli bombati, infatti, sono i suoi preferiti.

In stile un po’ vintage, i cerchietti couture sono personalizzabili in base al proprio gusto: fiori, gioielli e qualsiasi altra decorazione vi venga in mente.

Se non amate i cerchietti, ma volete comunque essere spose alternative le soluzioni giuste potrebbero essere i gioielli e gli hair clips.

Il brand newyorkese Area, ad esempio, propone un modello davvero particolare, ma altrettanto impegnativo: i cristalli partono dall’attaccatura dei capelli e si intrecciano nell’acconciatura.

Se nel giorno delle nozze avete intenzione di essere spose stravaganti prendete spunto dall’headpiece scenografico indossato da Celine Dion.

La cantante, il primo maggio del 1996, si è presentata dal suo Rene Angélil sfoggiando un modello a dir poco eccentrico.

L’intenzione è quella di ottenere un effetto il più sofisticato possibile? Osservate con attenzione il wedding look della Principessa Charlene.

Il 2 luglio del 2011 ha giurato amore eterno ad Alberto II di Monaco sfoggiando un abito bellissimo, reso unico da un fermacapelli prezioso.

Dopo questa carrellata che sa di fiori d’arancio, converrete che: essere una sposa senza velo è possibile e non è detto che l’effetto non sia “Wow”, anzi…

Potrebbe interessarti anche – Tendenze matrimoni: dopo il periodo difficile si punta alla rinascita

Condividi sui social
Per non perdere gli articoli di Life & People seguiteci su Google News