Soprana significa parlare di una tradizione di alta gioielleria da oltre un secolo

Soprana è un percorso di amore e passione per il gioiello e l’orologeria.

Una attività di famiglia portata avanti con passione e dedizione, anche una forte attenzione per la cultura e il restauro.

Tutto infatti ha inizio nel 1910 quando Alfredo Giovanni Soprana apprende l’arte orologiaia presso il maestro Santini di Varese.

Su suggerimento del padre emigra a Buenos Aires per specializzarsi e poi rientrato in Italia, costruisce negli anni trenta la lancetta minuti dell’orologio del campanile di San Giovanni Ilarione.

E’ l’Italia del dopoguerra che tenga invece l’inizio dell’attività dei fratelli Soprana.

Nel 1946 i tre fratelli: Adolfo, Roberto ed Edoardo aprono a Valdagno la loro prima gioielleria-orologeria e ottica. Solo dieci anni dopo Adolfo Soprana scende a Vicenza ed apre una gioielleria, orologeria ed ottica.

E’ partita così, più di cinquanta anni fa, l’avventura della storica gioielleria. Un percorso che ha attraversato mezzo secolo legandosi alle persone e alla vita di questa città in ogni suo avvenimento privato o pubblico.

Nel 1973 Adolfo subentra all’antica gioielleria Marangoni, collocata sotto le volte della Basilica Palladiana, da allora l’azienda si è trasferita sotto le “volte palladiane”.

Ha continuato ad investire nel nuovo negozio, sia dal punto di vista infrastrutturale che culturale.

Nell’attività entrano anche i figli Fiorenza e Stefano. Nel 1982 l’ottica Soprana si trasferisce in via Muschieria e nasce l’ottica Soprana e Marcato.

Nel 1989 compare il marchio Soprana per la realizzazione di monili. Si restaura nell’occasione tutta la facciata di lato piazzetta palladio.

Nel 1995 Stefano ed Adolfo aprono la Pendoleria nella antica azienda Zanasco, un luogo dedicato all’orologeria da arredamento

Con l’occasione nasce anche il laboratorio di orologeria dedicato alla revisione ed al restauro di questi magnifici monili meccanici.

Vere e proprie operazioni culturali per la restituzione di testimonianza uniche nella storia vicentina.

Soprana infatti ha sempre investito in cultura, non solo sponsorizzandola ma producendo ricerche, eventi, mostre, concerti, restauri.

In questi anni si sono susseguite e ripetute moltissime occasioni culturali volute dalla gioielleria Soprana che si è sempre interessata a forme concrete di neo-mecenatismo.

Vere e proprie operazioni culturali per la restituzione di testimonianze uniche della storia vicentina.

Soprana infatti ha sempre investito in cultura, non solo sponsorizzandola ma producendo ricerche, eventi, mostre, concerti, restauri.

Nel 2007 Stefano Soprana da vita alla mostra culturale a Palazzo Chiericati dal nome “Gli orologi Notturni dei Papi”.

Questa mostra spiega le diverse letture del tempo nelle Bibbia e loro applicazioni nell’orologeria e dopo l’ingresso in negozio della quarta generazione con Matteo e Giovanni, nel 2008 nasce Scrignosoprana.com la nuova vetrina dell’e-commerce per soddisfare la clientela internazionale.

Nasce anche l’edizione “Gerusalemme, dimora eterna rivestita di gemme”: i significati delle pietre preziose nella Bibbia.

In occasione dei centocinquanta anni dell’unità d’ Italia l’azienda crea il “Soprana n.6”, donandone uno al Presidente della Repubblica Italiana come gesto simbolico.

Nel 2013 nasce il marchio “Loving Palladio”, una idea di Stefano e del suo amore per l’arte palladiana di cui Vicenza ne è culla.

Ad oggi l’azienda rappresenta i marchi più importanti nel panorama italiano della gioielleria ed orologeria

Grazie alla collaborazione con l’orafo Giovanni Posenato, la gioielleria ScrignoSoprana da vita a creazioni con il proprio marchio.

Pezzi unici ispirati all’estro dell’artista, ovvero all’idea di un cliente seguendo forme e proporzioni di una determinata pietra preziosa. Straordinari manufatti vengono realizzati interamente a mano.

Una rara e preziosa arte orafa che segue lavorazioni antiche e oramai dimenticate.

Grazie a Giovenzio è uscita una linea di orecchini, pendenti e bracciali con il marchio Loving Palladio. Un inno al piccolo pezzo della Basilica Palladiana, la serliana.

Un logo tanto semplice quanto perfetto per ricordarci di Palladio e di quanto ricca di storia e arte è la regione veneta

Da sempre un’attenzione particolare alla gioielleria antica, andando a ricercare preziosi e particolari manufatti.

Una vasta scelta alla clientela tra orecchini, anelli , spille, bracciali e pendenti che ricordano i fasti di un’epoca passata che affascinano chi li indossa.

Enrico Sanchi

Condividi sui social
Per non perdere gli articoli di Life & People seguiteci su Google News