In Italia secondo gli ultimi dati Istat i matrimoni sono profondamente cambiati nell’ultimo decennio. Le cosiddette millennials, nate tra il 1981 e il 1996, si affacciano al matrimonio con un’età media di 31 anni. Il trend vede un aumento delle unioni civili a discapito di quelle religiose. Sicuramente sono matrimoni più consapevoli contratti in età più adulta. Le unioni avvengono dopo aver avuto modo di scegliere e di approfondire la conoscenza del proprio partner. Ciò non toglie però che anche le giovani spose possano sognare di sposarsi con un romantico abito da sposa.
Si scelgono location che abbiano spazi all’aperto per permettere di svolgere anche all’esterno i festeggiamenti. Cambiano però le modalità di scelta dell’abito di nozze.

L’abito si sceglie trasformabile ed ecosostenibile

Una ricerca condotta da Stylight, la piattaforma mondiale di ricerca moda, mette in luce come siano avvenuti un incremento di click rispetto all’anno precedente del 351%. Ciò avviene proprio per la categoria abiti da sposa. Ci si orienta quindi su un abito confezionato. Si vuole avere il capo direttamente a casa nel minor tempo possibile. Si punta molto su modelli ecosostenibili e trasformabili.

Le nuove sposine prediligono abiti che possano essere indossati in futuro. Per ammortizzare la spesa si scelgono abiti spezzati e meno solenni. Tra i colori più in voga degli abiti da sposa tra le millennials c’è sicuramente il bianco ma anche il cipria, il taupe ed il rosa chiaro. Sono di gran moda anche i colori vivaci come il verde o l‘azzurro Maldive.

Ancora una volta si prende spunto dall’influencer più famosa. Chiara Ferragni infatti grazie ad un top, una gonna voluminosa e degli shorts ha calcato la navata in grande stile.

Sognare l’abito da sposa e sceglierlo on line

Tra i brand bridal su cui puntare troviamo La griffe è considerata la nuova Vera Wang delle spose millennials. Con un aumento di click su Stylight +105.39% questo brand regala a queste giovani spose tutto ciò che hanno sempre desiderato.

L’abito è ecosostenibile dallo stile trendy e meno tradizionale con un prezzo molto competitivo. Il Verbena dress è l’abito più cliccato dalle spose millenials di Stylight. La tonalità rosa cipria evidenzia il décolleté in modo elegante grazie ad una maxi Rouches. Un vestito perfetto per un matrimonio in spiaggia o in mezzo alla natura.

La Vie en Blanc Atelier Life&People Magazine

La Vie En Blanc Atelier Roma ph. Chris Milo

Si fa largo anche il brand &OtherStories. Il marchio appartenente al gruppo H&M è famoso per offrire abiti economici ma che non rinunciano allo stile. La sua linea sposa non è di certo da meno.

I vestiti possono essere facilmente indossati anche in seconde occasioni. Sono capi che arrivano sul mercato ad un prezzo ragionevole. Quindi questo brand è perfetto per il grande giorno delle spose millennials.
Anche la linea sposa di Asos propone abiti dallo stile trendy ad un prezzo economico adatti ad ogni tipo di donna curvy o petit. L’ideale per le millennials alla ricerca di un abito versatile.

Self Portrait è un brand famoso per i suoi abiti in pizzo. La sua ascesa sembra non arrestarsi mai con una crescita di click sui suoi abiti del +99;6%. Gli abiti proposti da questo innovativo marchio sono perfetti per le spose millennials dal gusto meno tradizionale.

Sognare l’abito da sposa grazie agli atelier che permettono di creare l’abito on line

Le millennials sanno molto bene districarsi con le nuove tecnologie. E c’è comunque chi sceglie di affidarsi ad un atelier per una creazione proprio su misura. In tempi di Coronavirus molti atelier da sposa, in maniera intelligente, cercano di seguire la loro clientela anche a distanza. Tra questi si distingue La Vie En Blanc Atelier, affermata maison capitolina.

L’Atelier ha dato vita ad un vero e proprio Atelier Virtuale.

La Vie en Blanc Atelier Life&People Magazine

La Vie en Blanc Atelier Roma ph. Chris Milo

La giovane imprenditrice Giorgia Albanese , coadiuvata dalla madre Daniela Di Francesco, con la velocità della comunicazione virtuale realizza, in un perfetto dualismo, lo smart working al servizio delle future spose.

 “Le spose da casa possono contattare al telefono, via mail o via Skype e, insieme, iniziamo ad elaborare. Scegliamo il mood, progettiamo l’abito, fino alla realizzazione di più bozzetti personalizzati. Consigliamo ed offriamo alle clienti i nostri suggerimenti e la nostra esperienza. E’ come se fossero qui in atelier con noi.

Partendo dal progetto, si sceglie il design, i colori, i tessuti ed anche le trasparenze per canalizzare il tutto su un bozzetto di un abito che viene poi trasformato in campione. In questo modo, ad emergenza conclusa, abbiamo la possibilità di far provare alle spose quanto è stato messo in cantiere senza aver perso del tempo prezioso.

Ogni abito è un prodotto di altissima sartoria grazie alle fashion designer ed allo staff delle nostre sarte, legate alla nostra tradizione di famiglia, che in questo momento contingente operano a casa. Semplicemente personalizziamo l’abito mentre le spose sono a casa, dall’idea, al bozzetto, al design, fino al campione”, spiega l’imprenditrice.

Così nascono i capolavori sartoriali richiesti dalle donne più eleganti provenienti da tutto il mondo, che scelgono i preziosi abiti su misura firmati La Vie En Blanc Atelier per i cocktail, le cerimonie ed i matrimoni più esclusivi.

Sognare L’abito da sposa: la scelta delle spose millennials

L’Atelier virtuale è attualmente attivo non solo per le future spose, ma anche per quelle che hanno già confermato l’abito dei loro sogni. Un vero e proprio servizio di consulenza che sarà operativo per l’intero periodo di emergenza Coronavirus. Un servizio aggiuntivo che decreta, ancora una volta, l’assoluta eccellenza de La Vie En Blanc Atelier nel panorama nazionale e l’attenzione per ogni sua singola sposa.

L’attuale emergenza infatti, impedisce alle spose di poter uscire per poter scegliere l’abito. A fronte di una data già programmata, il rischio poi è di dover velocizzare i tempi per arrivare al campione dell’abito prima della prova.

L’atelier virtuale consente invece di realizzare ugualmente questo processo di lavorazione ed arrivare alla prima prova dell’abito con il campione personalizzato già realizzato.

Un vero e proprio servizio di consulenza per le millennials che sarà operativo per l’intero periodo di emergenza coronavirus. Nel futuro sarà un nuovo e valido modus operandi, un servizio di livello a servizio delle future sposine.

 

Potrebbe interessarti anche – Alessandro Angelozzi Couture: l’alta moda per la sposa 

Condividi sui social
Per non perdere gli articoli di Life & People seguiteci su Google News