Sanremo: Inaugurazione al Palafiori con la madrina Elisa Isoardi, showcase, eventi ed eccellenze italiane.

Con il Festival della canzone italiana ritorna Casa Sanremo Vitality’s. L’hospitality all’interno del Palafiori. Realizzata da Gruppo Eventi nata da un’idea di Vincenzo Russolillo e Mauro Marino. Vera costola del Festival della canzone italiana con tanti appuntamenti, degustazioni, live session.
Ricco il programma di eventi con una grande inaugurazione al Palafiori con una madrina d’eccezione la conduttrice televisiva Elisa Isoardi. Tante le novità di quest’anno una Luxury Room. Oltre 600 mq che sarà il centro di accoglienza più riservato della Casa destinato ai soli artisti, accompagnatori e giornalisti.
Punto attivo per diverse attività con Radio Montecarlo, arte, spettacolo e tante attività, il format “L’Italia in vetrina. Viva Sanremo”, il talk condotto da Cataldo Calabretta e Roberta Morise. Ospiti e interviste che racconteranno le serate del Festival e gli eventi della Casa.

La metà degli artisti in gara al Festival si esibirà a Casa Sanremo con gli showcase dopo mezzanotte firmati da Radio 105 e Radio Subasio.

Sul palco della lounge Beppe Cuva presenterà Le Vibrazioni. Dopo 5 anni di silenzio tornano con un album e un tour anticipati dalla partecipazione al Festival con il brano “Così sbagliato”. La stessa notte si esibirà il salentino Renzo Rubino che in gara porta il brano “Custodire”. Prodotto da Giuliano Sangiorgi. Poi sarà la volta dei Decibel, con il brano “Lettera dal Duca” che rende omaggio a David Bowie.
Dopo di loro, la stessa sera, spazio a Lo Stato Sociale che sul palco dell’Ariston canterà “Una vita in vacanza”.Una arguta riflessione sul mondo del lavoro di oggi. Toccherà anche a Ermal Meta e Fabrizio Moro che in gara, nella loro “Non mi avete fatto niente”, raccontano la paura del terrorismo.
Si esibirà Enzo Avitabile, in gara insieme a Peppe Servillo, esponente di punta della scena musicale campana di ricerca e di avanguardia. Dopo di lui si esibirà il raffinato cantautore Giovanni Caccamo, già vincitore del Festival 2015 nella categoria Giovani. Sabato 10, dopo la finalissima, Casa Sanremo ospiterà un’esibizione unica di Alex Britti & Zap Mama.

Ma cosa ospita Casa Sanremo?

Un ricordo speciale è dedicato a Pepi Morgia, Bud Spencer, Rino Gaetano, un omaggio a Francesco Nuti.  L’intitolazione del teatro della Casa a Ivan Graziani. Un viaggio di sapori attraverso l’Italia si farà con Fofò Ferriere che affiancherà gli chef negli showcooking partendo dalla Liguria scoprendo regioni come la Basilicata, la Puglia e la Campania.
Luoghi di altissimo interesse turistico, dalla città di Jesolo, alle Terre del Bussento e gli incantevoli borghi di Sassano, Abriola e San Severino Lucano. Il 6 febbraio un brindisi per festeggiare il riconoscimento dell’arte del pizzaiuolo napoletano come patrimonio culturale immateriale dell’UNESCO con sei maestri pizzaioli campani. 
Tra gli altri presenti di Alfonso Pecoraro Scanio, presidente della Fondazione univerde. Già Ministro delle Politiche Agricole e dell’Ambiente, promotore della petizione mondiale pizzaunesco con Jimmy Ghione. Testimonial della campagna da anni impegnato con Striscia la Notizia nella lotta al falso Made In Italy.

La Puglia avrà un ruolo di primissimo piano a Casa Sanremo Vitality’s,

Presente con il patrocinio dell’assessorato alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia e sarà protagonista della cena tipica con le bontà del tacco d’Italia che chiuderà la settimana sanremese, sabato 10 febbraio. In occasione dell’anno internazionale del cibo italiano, sarà presentata Authentico.

Una App gratuita per smartphone realizzata per aiutare i consumatori di tutto il mondo a riconoscere i veri prodotti enogastronomici Made in Italy in modo facile ed immediato. Insieme ad esperti del mondo food, si parlerà dell’approccio innovativo di Authentico al contrasto del diffuso fenomeno dell’Italian sounding. Una soluzione che parte dal basso, da coloro che amano il cibo italiano e fanno le scelte di acquisto.

 Torna anche la terza edizione di Soundies Awards il premio destinato alle case discografiche degli artisti in gara al Festival. Nato da un’idea di Vincenzo Russolillo, il riconoscimento viene assegnato da una giuria che quest’anno sarà guidata da Laura Delli Colli, presidente del Sindacato Giornalisti Cinematografici italiani.
Tanti gli ospiti e volti noti dello spettacolo presenti con presentazioni di libri, incontri, Meet & Greet, dibattitti, rassegne e un “Processo alla cravatta” con Maurizio Marinella, Manuela Peressutti, Ivan Drogo Inglese e la Casa sarà anche un luogo per riflettere, accendendo i riflettori su alcune iniziative sociali.
“Musica contro le mafie”, Unicef, l’Associazione “Divieto di femminicidio” e al progetto “A Scuola di Rispetto”, a cura dell’Associazione Equilibra.
Programmi che mirano ad individuare la violenza fisica, sociale, psicologica a riconoscerne i segnali e denunciarla. E poi, i consueti appuntamenti proposti dalla Polizia di Stato con “Una vita da social” destinati alle scuole per orientare a un corretto uso dei social network.
Paola Trotta
Condividi sui social