Prada riconverte la produzione in camici e mascherine. Da quando è cominciata l’emergenza Coronavirus, la domanda di mascherine è aumentata in modo esponenziale. Ovunque e le grandi aziende italiane manifatturiere si mobilitano per produrre tutto ciò che serve alla classe medica contro il Covid-19.

Molte grandi realtà che fino a poche settimane fa si occupavano di produrre abbigliamento di lusso, hanno deciso di reagire e contribuire ad una giusta causa cambiando momentaneamente la produzione.

Nonostante la moda sia uno dei settori che purtroppo sta risentendo maggiormente della crisi economica innescata dalla diffusione del Coronavirus, il fashion system non si arrende

Prada produce mascherine e camici per emergenza Coronavirus Life&People Magazine LifeandPeople.It

Anzi è così che ormai le grandi maison fanno a gara a chi produce più mascherine monouso. Inoltre anche più camici monouso usa e getta che fungono da dispositivi di protezione individuale indispensabili per mettere al sicuro il personale sanitario.

Per fortuna, in questi casi, a essere contagioso non è soltanto il virus, ma anche il desiderio di fare del bene e di mettere a disposizione il proprio know how per dare un contributo concreto in questa pandemia mondiale.

Il mondo della moda non si è mai tirato indietro, ma questa volta, vista la gravità della situazione sta offrendo il meglio di sé.

Un fiume in piena, un’ondata di solidarietà portata avanti dai protagonisti che sottolineano la capacità del settore di sfruttare la forza creativa per far fronte alla grave piaga che ha colpito l’umanità.

Un atto sincero di generosità che si ingrandisce di giorno in giorno. Prada, il marchio lussuoso della moda a livello mondiale conta ventidue stabilimenti di proprietà e si avvale di quattordici mila dipendenti, che partecipano all’emergenza Coronavirus.

Prada trasforma la produzione realizzando camici e mascherine: iniziative di riconversione produttive per potenziare la realizzazione rivolta ad un parametro nazionale

In questo momento, c’è un grande bisogno di sostenere gli ospedali. Personale sanitario che giorno e notte su turni estenuanti lavora a stretto contatto con le persone infette e fronteggia l’epidemia quotidianamente rischiando la propria incolumità.

Prada, per proteggere questo ramo sanitario, ha deciso di trasformare il proprio stabilimento di Torgiano per produrre camici e mascherine

Gli articoli sono prodotti internamente nell’unico stabilimento del Gruppo, Prada Montone (Perugia). Le produzioni realizzate in tempi record (considerando che l’azienda ha avviato la produzione il 18 marzo) sono destinate agli ospedali.

Questa è una grande e tangibile dimostrazione di solidarietà che palesa l’importanza, ora più che mai, di rimanere uniti.
Grazie Prada!

Condividi sui social
Per non perdere gli articoli di Life & People seguiteci su Google News