Panda e zoo… L’inseminazione artificiale non ha funzionato.

I due mammiferi, Ying Ying e Lee, erano arrivati allo zoo di Hong Kong nel 2007 e tutti i tentativi fino ad oggi per agevolare questa unione si sono rivelati fallimentari. Persino l’inseminazione artificiale non aveva permesso alla femmina di panda gigante di portare a termine la gravidanza.

Nessuna effusione amorosa per i panda giganti nello zoo di Ocean park 

Questa specie, nota per la scarsa libido, raggiunge la maturità sessuale tra il quarto e il sesto anno di vita e il loro periodo riproduttivo dura solo da una a tre settimane all’anno. Eppure questi due meravigliosi esemplari, nonostante i 14 anni suonati, erano molto restii alla copulazione. 

Hong Kong è una delle zone più colpite dalla pandemia. Lo scorso 26 gennaio, zoo chiuso con il lockdown per il Coronavirus. 

A distanza di un paio di mesi, nel silenzio più totale, lontano dagli occhi indiscreti dei visitatori e nella riservatezza assoluta, sboccia l’amore tra i due panda.

Dopo tanta indifferenza, tra Ying Ying e Lee avviene finalmente l’accoppiamento. L’episodio ha fatto saltare di gioia veterinari e operatori dello zoo Ocean Park che attendevano con trepidazione questo eccezionale momento da dieci anni.

La stagione dell’amore dei panda nello zoo

E’ vero che la stagione dell’accoppiamento va da marzo a maggio, e questo era sicuramente un periodo favorevole ma, di fatto, di primavere dal 2007 ad oggi ce ne sono state tante.

Forse Ying Ying è un panda timido e aveva solo bisogno di un po’ di intimità con il suo partner? Il diritto di privacy, dunque, non dovrebbe essere solo uno strumento di salvaguardia e a tutela della sfera privata del singolo individuo, ma anche degli animali?

Da quanto successo ai panda di Hong Kong, pare proprio di sì. 

La gestazione dei panda giganti va dai 72 ai 324 giorni, quindi, solo a giugno potremo sapere se Ying Ying è rimasta incinta. Nel frattempo il parco continuerà a monitorare attentamente i livelli ormonali e i cambiamenti comportamentali di Ying Ying. 

Specie a rischio

Il tasso di natalità del panda gigante è molto basso e laddove si verifica la nascita di due gemelli, la femmina ne alleva solo uno perché non riesce ad occuparsi di entrambi. Seppur lo svezzamento dura nove mesi, i cuccioli restano con la madre fino ai diciotto mesi.

La gravidanza di Ying Ying sarebbe un lieto evento non solo per papà Lee, ma anche una bella notizia per i sostenitori di questo peloso esemplare ormai a rischio di estinzione. Oggi sono solo 1800 i panda nel mondo che vivono in libertà e circa 400 negli zoo.

Di questa nascita, tra l’altro, ne sarebbero particolarmente felici gli operatori dello zoo Ocean Park. Malgrado il parco sia tra i 15 più visitati del mondo, attualmente versa in difficoltà economiche.

Quanto vive un panda?

I panda hanno una media della vita che oscilla fra i 15 e i 20 anni. Si alza a oltre 30 anni per gli esemplari in cattività.

Cosa e quanto mangia il panda? 

Un panda pesa in media fra i 75 e i 135 kg. Quelli in cattività arrivano a pesare fino a 150 kg. Sebbene dotato di un tratto intestinale tipico dei carnivori ha, essenzialmente, una dieta come quella di un erbivoro. Mangia dalle 12 alle 16 ore al giorno e si nutre quasi esclusivamente di bambù (fino a 40 kg al dì).

Tutti i panda in cattività appartengono al governo cinese

Tutti gli esemplari di panda esistenti al mondo sono di proprietà del governo cinese a prescindere se vivano in zoo di altre nazioni.

La Cina offre i panda in prestito ad altri paesi per periodi che vanno fino a dieci anni (a cifre esorbitanti) come attrazioni turistiche. Ogni cucciolo nato durante il periodo del prestito è sempre di proprietà del governo cinese.

Condividi sui social
Per non perdere gli articoli di Life & People seguiteci su Google News