NABA, -Nuova Accademia di Belle Arti- dopo la sede storica di Milano,  sbarca anche a Roma. Inaugura la sua filiale romana nel vivace quartiere Garbatella, zona dinamica e in forte sviluppo che rispecchia l’anima dell’Accademia.

Il nuovo campus va ad occupare un’area di circa 3.700 mq all’interno di due edifici storici di inizio Novecento,

ristrutturati in modo da rispettarne la struttura architettonica. Allestiti con un approccio innovativo per far vivere a studenti e docenti un’esperienza formativa unica e stimolante.

La nuova Accademia NABA, con Donato Medici come Managing Director e Guido Tattoni come Direttore della formazione,

avrà un’ampia e articolata proposta formativa. Riguarderà inizialmente i percorsi triennali con avvio ad ottobre.

Triennio in Fashion Design, triennio in Media Design e Arti Multimediali, triennio in Arti Visive e triennio in Graphic Design e Art Direction.

L’offerta accademica si completerà con i corsi estivi della durata di due settimane, che si svolgeranno in tre differenti sessioni dal 24 giugno al 23 luglio nelle quattro aree didattiche.

Andranno ad arricchirsi gradualmente per garantire una proposta multidisciplinare sempre più ampia. I due campus di Roma e Milano, definiti come “complementari sotto tanti punti di vista” da Donato Medici, si proporranno non solo come luoghi di formazione,

in cui le tradizionali discipline visive si combineranno con le nuove tecnologie digitali, ma anche luoghi di produzione grazie ad ambiziosi progetti con aziende e istituzioni italiane ed estere che daranno la possibilità agli studenti di lavorare su proposte concrete.

Proprio per questo il campus sarà fornito di tutti gli strumenti che consentiranno agli studenti di esprimere al meglio la propria creatività

Laboratori specialistici, attrezzati con apparecchiature moderne dove gli alunni potranno realizzare i propri progetti. Il Fashion e Textile, con macchine da cucire industriali, presse, ferri da stiro, manichini e busti sartoriali.

Il laboratorio di Arti Visive con tutto l’occorrente per stampa e incisione; il laboratorio di Illuminotecnica e quello di Grafica, con le migliori infrastrutture e i più innovativi equipaggiamenti high-tech per la sperimentazione artistica.

A disposizione degli studenti anche un’ampia biblioteca con 32 postazioni studio e diversi spazi a loro riservati, come l’aula studio e varie aule ristoro.

“Oggi per NABA si celebra una data importante” ha detto Donato Medici

Rappresenta solo l’inizio della creazione di quel tessuto connettivo in grado di contribuire al processo di evoluzione della città in stretta collaborazione con le più importanti istituzioni del territorio.

Una bella e promettente scommessa non solo per NABA, dunque, ma anche per la città di Roma.

Enrico Sanchi

Condividi sui social