Archiviato il Gran Premio d’Italia a Monza, tredicesimo appuntamento della stagione, un appassionante duello Mercedes – Ferrari.

Monza: 88° Gran Premio D’Italia , l’83° disputato all’interno del più grande Parco Reale circondato da mura d’Europa.

Da sempre un evento sportivo che muove migliaia di tifosi legati non solo al fascino delle gare automobilistiche a Monza ma soprattutto all’attrazione Ferrari.

Anche se è stato un Gran Premio che non ha regalato la sperata vittoria ha visto come da pronostico il monologo Mercedes  che va ad influenzare pagelle e classifica.

La Ferrari non è stata in grado di produrre miglioramenti dalle prove libere consapevole di una pista difficile e piena di insidie.

Ecco dunque la cavalcata Mercedes con Hamilton che va a vincere davanti il compagno di squadra Bottas. Il ferrarista Sebastian Vettel piazzatosi soltanto al terzo posto e Raikonnen al quinto.

Hamilton vince per la quarta volta a Monza.

Passa in testa nella classifica mondiale, un sorpasso che si consuma proprio a Monza in casa Ferrari, infatti a fine gara l’inglese dichiarerà orgoglioso: “Adoro l’Italia e la passione dei tifosi verso i motori, un’energia positiva che si vede solo a Silverstone.

Ottimo lavoro del mio team Mercedes migliore di quello Ferrari”.

Credit photo: Monza Eni Circuit / PhotoRigato / Paglino / Ghidini

Se davvero la Ferrari vorrà vincere il titolo per la gioia dei suoi tifosi dovrà impegnarsi da qui alla fine.

Il pubblico di Monza sperava di festeggiare degnamente il settantesimo compleanno sognando di vivere la ventesima vittoria del Cavallino Rampante in terra brianzola.

La prima vittoria Ferrari a Monza nella massima formula giunse solo due anni dopo la fondazione nel 1949. L’anno scorso l’ordine di arrivo vide sul podio le Mercedes ai primi due posti precedendo sempre la Ferrari di Vettel terza.

Uno spettacolo senza eguali aveva dichiarato il presidente dell’Automobil Club d’Italia “Angelo Sticchi Damiani in apertura di conferenza stampa del Gran Premio Heineken 2017.

Monza e Ferrari da sempre  sono sinonimi di eccellenza, tecnica e prestazioni sportive, emozionano ed incantano un pubblico senza età e senza confini sia sugli spalti che in Mondovisione”.

Un circuito dove la storia diventa mito e per questo Monza resterà per sempre un “Tempio della Velocità” dove oramai da un secolo accompagna evoluzione tecnica e agonistica dei motori.

l’inviato Enrico Sanchi

Photos: © Monza Eni Circuit/Rigato/Paglino/Ghidini

Condividi sui social