L’invecchiamento precoce della pelle è uno dei tanti dilemmi che, nella nostra vita, non vorremmo mai affrontare.

Oggi, però, la medicina estetica, ci viene in aiuto, grazie a numerose tecniche innovative, in grado di rallentare il declino della nostra cute. 

Tra le tante tecniche di questo genere, possiamo citare la Multi System Aesthetic Medicine (M.S.A.M.), che ha già riscosso molto successo.

Una soluzione naturale e biologica per scongiurare l’invecchiamento precoce della pelle

Questo approccio rivoluzionario permette di trattare gli inestetismi, quali rughe, macchie e cedimenti, con metodi alternativi che non richiedono l’ausilio della chirurgia estetica, ma donano freschezza e luminosità alla pelle.

La differenza principale tra la M.S.A.M. e gli altri trattamenti sta nel fatto che interviene sulle cause delle imperfezioni, attraverso un meccanismo di prevenzione.

Si tratta di un processo continuativo di piccole cure giornaliere: gocce di benessere in aiuto alla nostra pelle, da seguire con pazienza e costanza.

trattamenti viso fai da te

In Italia esistono molte realtà che si occupano di prevenzione dell’invecchiamento della pelle, con l’ausilio dei loro prodotti.

Tra di loro, l’azienda farmaceutica biologico-naturale, Guna, è quella più riconosciuta e commercializzata a livello nazionale.

Il suo direttore scientifico, Alessandro Perra, ha più volte sottolineato come le persone siano disponibili a intraprendere un percorso mirato con l’uso di tecniche soft, poco invasive e nel rispetto della loro salute.

La tecnica del Multi System Aesthetic Medicine ha ideato, per esempio, un programma su più livelli, in grado di ringiovanire e riattivare le cellule della cute donando luminosità, tono e una texture compatta.

Il primo passo per approcciarsi a questo metodo certificato è l’eliminazione dell’”inflammaging”: infiammazione che provoca l’aging cutaneo e quindi anche il suo invecchiamento precoce.

Esistono molti centri in tutta Italia che praticano la M.S.A.M.

Alcune medical Spa, per esempio, utilizzano i trattamenti detox e biostimolanti, che riescono ad attivare il ricircolo di cellule della cute, eliminando pelle secca, grassa, tossine e favorendo la nuova produzione di cellule nuove.

beauty routine estate 2020 invecchiamento precoce Life&People Magazine LifeandPeople.it

Prima di intraprendere ogni tipo di trattamento e di tecnica estetica è bene purificare l’epidermide, eliminando le impurità cutanee.

Essenziale, quindi, pulire al meglio la nostra pelle, che, in questo modo, sarà pronta per il trattamento.

Il protocollo della tecnica estetica segue due step.

Il primo passo consiste nell’assunzione di farmaci purificanti, non chimici, ma naturali e biologici, in piccolissime dosi, affinché il principio attivo agisca senza depositarsi nell’intestino e creare, così, scompensi.

Durante la prima fase avviene la disintossicazione, ossia la matrice extracellulare in cui le cellule assorbono le sostanze nutritive.

La pelle viene drenata e si riduce l’infiammazione.

Il bio-detox è un percorso personalizzato, in cui si utilizzano gocce e compresse, assegnate dal medico, sulla base delle esigenze.

Ogni inestetismo della pelle denota l’esistenza di uno squilibrio interno al nostro organismo.

Il secondo step richiede l’ausilio di un medico che dovrà eseguire piccole iniezioni di bio rivitalizzante o collagene liquido.

Si tratta di un elemento tutto naturale e biologico, dall’effetto istantaneo visibile, in grado di rimpolpare la cute e stimolare la produzione di collagene naturale.

Fondamentale in tutti i passaggi è la salute fisica e mentale.

Stress, ansia, stanchezza, rabbia, cattiva alimentazione, igiene personale e attività fisica, incidono drasticamente sulla qualità della pelle.

Zumba Life&People Magazine LifeandPeople.it

L’approccio olistico della M.S.A.M. mette in primo piano l’importanza del prendersi cura di se stessi, iniziando proprio dal benessere psicofisico e mentale.

Un tema molto difficile da affrontare nel periodo storico che stiamo vivendo.

Secondo uno studio approfondito dell’Oms (Organizzazione Mondiale della Sanità), la pandemia e, la conseguente emergenza sanitaria, ha generato una sindrome di comportamento.

La Pandemic Fatigue ha colpito, infatti, il 60 percento degli europei, con un aumento di stanchezza psico-fisica, di depressione e di un maggior disagio comportamentale.

Campanello d’allarme che ha messo in evidenza le debolezze dell’uomo e della società in cui si stanno sgretolando molte certezze.

Anche l’alimentazione fa parte dei fattori che stimolano l’invecchiamento precoce della pelle; una dieta sana ed equilibrata, però, aiuta l’organismo a sfruttare al meglio le proprie potenzialità.

frutta e verdura dieta detox Life&People Magazine LifeandPeople.it

Alcuni esperti nutrizionisti, studiosi di anti-aging, affermano l’importanza di inserire nella nostra dieta quotidiana gli alimenti ricchi di Omega 3, molto protettivi e antinfiammatori.

Inoltre, è bene consumare  frutta secca: bacche di goji, mandorle, semi di lino o di girasole.

Tutti cibi che stimolano il metabolismo e idratano la pelle donandole lucentezza.

Da non dimenticare il consumo di frutta e verdura, meglio se consumate crude, perché mantengono le loro proprietà nutritive.

Infine, come regola base, per una sana e corretta alimentazione è bene preferire sempre gli alimenti grezzi a quelli raffinati.

Guarda anche – Le nuove tendenze nella medicina estetica facciale

Condividi sui social
Per non perdere gli articoli di Life & People seguiteci su Google News