La moda non è solo abiti e scarpe, le borse occupano un posto d’eccellenza in fatto di fashion. Sono il portavoce di tendenze che s’imprimono nella nostra cultura. La scelta spesso non è facile e per acquistare la borsa di tendenza bisogna dapprima fare una disamina approfondita. La borsa ha mille caratteristiche, l’aspetto più importante che rispecchi la personalità dell’acquirente. Esclusiva, preziosa ma soprattutto intramontabile e ricca di storia, va oltre ogni moda e stagione: la Loulou Bag di Yves Saint Laurent.

La Loulou Bag è una borsa iconica, vera e propria evergreen, resta per sempre e inevitabilmente la più amata da tutte le donne

Le versioni ci sono per tutti i gusti, maxi, medium, mini, ma pur sempre fedele alla linea originaria e di conseguenza riconoscibile alla prima occhiata. Si tratta di quella Loulou fashion che non si abbandona mai, una spesa che può essere giustificata dal fatto che stiamo parlando di un accessorio intramontabile, perfetto d’estate come d’inverno, di giorno come di sera.

Yves Saint Laurent, da sempre un brand iconico di eleganza e raffinatezza, da alcune stagioni ha lanciato una bag che ha fatto impazzire le celebrites e tutte le fashion addicted che guardano con aria sognante le vetrine di tutte le boutique più cool.

La Loulou Bag ha linee pulite, pelle morbidissima e l’elegante, hardware gold o silver e iconico logo della maison YSL,

si adatta a tutte le esigenze dall’appuntamento di lavoro alla cena romantica, dal viaggio al mood anticonformista. Per l’inverno 2020 è stata proposta anche in vernice. La Loulou Bag è proposta in diverse colorazioni classiche ma mai banali, dal Rosso Lipstick al Verde Scuro.

Un po’ di storia…

Le borse iconiche prendono ispirazioni da personaggi del mondo dello spettacolo, del cinema, da Reali, da Principesse così diventano quel simbolo che racconta la storia di una persona speciale.

La Loulou Bag Yves Saint Laurent come nasce?

Loulou de la Falaise è una donna particolare, affascinante, dal carattere forte e creativo, anticonformista, ribelle, boho-chic. E’ musa, intima amica e stretta collaboratrice dell’amico Yves. Lei, sulla scia del suo strepitoso successo, si trasferisce da New York, dove era indossatrice ed editrice di moda, a Parigi.

L’incontro di Loulou con il leggendario fashion designer, avvenuto in una soleggiata domenica del luglio 1968 a Parigi, grazie a Fernando Sanchez, fu un vero colpo di fulmine.

Yves la trovava chic, adorava la sua maniera di vestirsi, il suo lato puces élégantes e libertario, la sua audacia oltraggiosa condita da un tocco di inimitabile imprinting tradizionale inglese.

Loulou de La Falaise passa praticamente le sue giornate a fianco di Yves. Il suo entusiasmo, la sua leggerezza, il suo spiccato senso del colore, persino le sue relazioni diventano elementi sempre più necessari al couturier.

Mai negativa, conciliante e pronta alla risata anche nei momenti più duri, Loulou sarà colei che condurrà YSL a ripensare, a riscoprire il colore. Poi sarà la volta degli accessori, dei bijoux della Maison, di cui ella diviene parte integrante fino al tramonto del regno di Monsieur Yves con il suo definitivo ritiro dalle scene nel 2002.

La bellissima YSL Loulou ispirerà l’iconico smoking da donna di Saint Laurent.Ancora oggi uno degli oggetti del desiderio al pari del tubino nero di Givenchy o di una Kelly di Hermès, al tempo stesso lo stilista le dedicherà una borsa che ancora oggi è tra le più ricercate.

Christopher Petkanas pubblica negli Usa il libro “Loulou & Yves”, dedicato alla lunga relazione professionale di Loulou con Yves Saint Laurent.

Condividi sui social
Per non perdere gli articoli di Life & People seguiteci su Google News