Jacopo Tonelli, Presidente di JATO Group, anima del best shop internazionale, ha festeggiato i suoi primi quindici anni di successi e di sfide.

L’abbiamo incontrato nel suo concept store, in Via de’ Musei, nel centro di Bologna: L’Inde Le Palais.

Jacopo Tonelli raccontaci la storia di JATO

Come si riesce a creare un gruppo così forte che, partendo da Bologna, fa il giro del mondo?

Prima di aprire Jato facevo il DJ, tutto è iniziato da un’intuizione di mia madre Giorgia.

Essere cresciuto in una famiglia dove si parlava e si respirava principalmente moda ha sicuramente influito e siamo arrivati a costruire un gruppo riconosciuto per creatività, competenze e organizzazione.

Jato dal 1991 ha iniziato la sua ascesa: oggi siamo quasi 400 in Italia e nel resto del mondo.

L’Inde Le Palais ha da poco festeggiato i 15 anni, con un party esclusivo in uno dei palazzi più belli di Bologna.

Raccontaci come nasce questo incredibile concept store, e quali sono i progetti futuri…

Jacopo Tonelli Life&People Magazine lifeandpeople.it

L’inde Le Palais nasce come esigenza di mostrare al pubblico quello che Jato ha sempre fatto dietro le quinte.

Il dna dello store è legato alla ricerca, alla creatività e indissolubilmente al sogno che la moda può trasmettere.

Oltre alla moda sappiamo bene che la musica ed il mondo del club sono altre tue forti passioni…

I vari party organizzati da Maurizio Monti e l’evento al Pitti Immagine di quest’anno, mi hanno avvicinato al mondo del deejaying…

Negli anni ’80 quello del dj è stato il mio primo lavoro.

La musica è sempre stata una grande passione, anche se la rapida crescita di Jato non mi ha più permesso di dedicarvi tutto il tempo che avrei voluto.

Mi piace rendere felici le persone, facendo in modo che il mio prodotto sia riconoscibile, che abbia un’identità forte, credibile e possibilmente senza troppi compromessi.

Moda e musica sono sempre in sinergia.

Tante celebrities del mondo della musica vestono il nostro brand: AMEN.

I set Jacopo Tonelli sono infatti come le collezioni AMEN, eclettici e creativi, massimalisti e minimalisti al tempo stesso.

Mi piace mixare musica minimal e afro con i groove ’70 più ricercati.

Fondamentale per me è trasmettere gioia; vedere la gente divertirsi.

Oggi facciamo tutti parte di piccole “tribù” e siamo in qualche modo legati al mondo della moda e della musica.

La mia filosofia è:

“investire in creatività senza confini”.

Moda, lifestyle e musica sono sempre più uniti, si fondono e, assieme, hanno dato luce ad “House of Amen”.

Produzioni musicali, dj set, eventi e soprattutto una serie di capsule collections realizzate in collaborazione con nomi illustri del mondo della musica e dei club.

Amen, brand lanciato nel 2003, va oltre il concetto di collezione, è contemporaneo e all’avanguardia allo stesso tempo.

Ogni modello, infatti, è una creazione speciale, ideata per restare nel tempo, perché ciascun pezzo è concepito come un gioiello prezioso.

Un mix unico di creatività e artigianalità, mescolata ad essenzialità ed innovazione, attingono sia alla cultura occidentale che orientale.

Amen nasce nella “Factory Jato”, storica azienda bolognese specializzata nel tessile e nei decori per l’alta moda e il prêt-à-porter, fondata nel 1991 a Bologna.

Produce ricami prestigiosi per i marchi più importanti del made in Italy.

Qui nascono le idee di giovani designers provenienti dalle migliori scuole di tutto il mondo, che vanno a unirsi all’expertise sartoriale e artigianale di Jato Group.

Il nome AMEN infatti ha un significato universale: “così sia e così sarà”.

Eccentrica e sofisticata la donna Amen non ha dubbi: è moderna, contemporanea e si distingue per forza e determinazione.

Fin dall’inizio il brand Amen si è contraddistinto per una clientela raffinata, capace di interpretare con sicurezza e originalità il proprio stile.

Condividi sui social
Per non perdere gli articoli di Life & People seguiteci su Google News