Un richiamo al passato quello dello stilista Vittorio Camaiani che presenta la nuova collezione autunno – inverno 19/20 “DuemilaVenti”.

Ancora una volta a fare da sfondo alla sfilata la magnifica cornice della dimora ottocentesca Villa Montanari Rosati di Porto San Giorgio nelle Marche.

L’evento patrocinato dal Comune di Porto San Giorgio è stato condotto con maestria dalla verve di Elena Parmegiani Direttore Eventi della Coffee House di Palazzo Colonna a Roma.

Il couturier marchigiano Vittorio Camaiani quest’anno presenta “DuemilaVenti” , il suo appuntamento moda estivo

Vittorio Camaiani DuemilaVenti Life&People Magazine lifeandpeople.it

L’ispirazione alla collezione lo stilista la trova nella armature che sono rivisitate in chiave moderna per rendere la donna elegante e femminile.

Un elemento bellico per eccellenza, una doppia natura quella dell’ armatura che funge da elemento protettivo e decorativo per il corpo delle modelle che sfilano leggiadre e sicure.

Difatti in passerella le armature di stoffa vedono il grigio protagonista, unito a sprazzi di colori per questa collezione. Così si sono susseguiti una parata di grigi, interrotta da nero, giallo ocra e amaranto, per questi capi-armatura che hanno suscitato grande emozione nel pubblico intervenuto.

In particolare sono grigi da cocktail con pettorina a forma di scudo inframezzati sulla parte finale da tessuti romantici a fantasia floreale. Una donna sicura nella scelta del suo stile.

In aggiunta a questo, sprazzi di colore che virano dal rosso lacca al giallo ocra, un capo originale ed ironico. I rivetti di metallo vengono utilizzati per chiudere i pannelli di cachemire e di alpaca dei cappotti e delle giacche della linea kimono. Così che definiscono le giunture di giacche strutturate in crêpe e abiti-armatura in jersey o la pettorina della iconica camicia bianca “scudo”.

Per di più si vedono soprabiti strutturati in crepe, le camicie scudo in cotone e organza a protezione del corpo femminile. Una donna affascinante, che non smette mai di stupire indossa ironici cappelli dalla foggia di elmo, rivettati in metallo, da Jommy Demetrio.

Molto più particolari le calzature di ispirazione medioevale di Lella Baldi, disegnati entrambi dallo stilista, completano la collezione.

Un gioco continuo tra rigido e morbido, contrapposizioni tra maschile e femminile, una collezione che alterna staticità ed il rigore storico dell’armatura alla creatività e al movimento del capo di moda.

Vittorio Camaiani DuemilaVenti Life&People Magazine lifeandpeople.it

Eleganza, senso di stile e di moda quello della donna Camaiani

che, con la sua arte rimanda ad una eleganza sorprendente e ad un fascino del passato.

Una geniale estrosità dello stilista, che, questa volta ha dovuto digradare un tema maschile, rendendolo contemporaneamente femminile e delicato per valorizzare al meglio la sua donna.

Ad applaudire la collezione la padrona di casa Marilena Rosati, proprietaria dell’omonima villa, Andrea Ripa di Meana, il giudice Raffaele Focaroli. Una tavola rotonda ed un dialogo tra moda e arte hanno visto protagonisti la giornalista Sarina Biraghi e il Prof. Stefano Papetti.

Condividi sui social