Motomondiale all’insegna della passione e dello spettacolo, la seconda migliore edizione di sempre

Gran Premio di San Marino: una gara che già dalla vigilia si preannunciava interessante, tutti i presupposti per assistere a sfide emozionanti  tra i tre principali rivali contendenti il titolo iridato.

Vince per la seconda volta consecutiva Marc Marquez sul circuito di Misano. Il pilota più vincente di sempre su questo tracciato davanti a Lorenzo.

Con una accelerata all’ultimo giro, alla prima curva del parco, si impone davanti l’italiano Petrucci su Ducati. Andrea Dovizioso si aggiudica il terzo posto raggiunto in testa alla classifica mondiale proprio da Marquez.

Lo spagnolo Vinales solamente quarto dopo la pole conquistata sabato

Ventotto giri su un tracciato insidioso dopo le abbondanti piogge della domenica mattina hanno regalato il primo colpo di scena della gara con la caduta di Jorge Lorenzo su Ducati.

Va a terra dopo aver dominato in gran parte lasciando poi la leadership della corsa a Danilo Petrucci.

Giorni particolari al Gran Premio di San Marino nei paddock e sugli spalti dove si respirava forte l’assenza di Valentino Rossi fuori dai giochi

Lo sfortunato pilota acclamato dai suoi tifosi sotto il podio durante la festa finale è stato protagonista  di un brutto incidente pochi giorni prima della gara rimediando frattura di tibia e perone.

Dedicate a lui diverse iniziative social #getwellsoonVale dove Dainese e Agv rendono omaggio al Dottore offrendo ai sostenitori una esperienza virtuale unica.

Due giri mozzafiato del circuito di Misano a bordo della Yamaha R1-M, staccate e accelerazioni estreme, pieghe e cambi repentini di direzione vissuti a bordo.

Anche in moto 2 e moto 3 ordine di arrivo totalmente rivoluzionato

rispetto la sessione di prove con l’uscita di scena dei piloti romagnoli Bastianini in moto 3 e Pasini in moto 2.

Podio svizzero in moto 2 mentre in moto 3 trionfa comunque l’italiano Fenati.

Altri iniziative importanti al Misano World Circuit Marco Simoncelli quelle dei piloti dello Sky Racing Team VR46 protagonisti di un progetto del tutto inedito “Sky Ocean Rescue”.

Nasce con l’intento di salvaguardare inquinamento e salute dei mari. Le nuove livree per Moribidelli e i piloti dello Sky Racing Team, altra esperienza interattiva dedicata a Valentino. In moto 2 e moto 3 alcuni piloti sono scesi in pista con total look in divisa speciale coordinata.

Apprezzato l’effetto prodotto dall’intervento artistico di personalizzazione delle vie di fuga sul circuito, magistralmente studiato da Aldo Drudi il genio della matita che ha firmato la maggior parte delle colorazioni celebrative.

Un intervento che unisce pista e territorio affermando un prodotto turistico potente e redditizio che premia gli investimenti compiuti.

Poco prima del semaforo verde nel cielo sopra il circuito si è esibito il Tornado “Special Color” dell’Aereonautica Militare

Bellissima colorazione rosso-bianco-nera firmata dalla Drudi Performance di Aldo Drudi. Anche quest’anno la solita parata di vip immancabili agli importanti eventi sportivi.

Tra i paddock e in terrazza ospitalità, l’attore Keanu Reaves, Luca Argentero, l’ex capitano della Roma Francesco Totti. Presenze istituzionali: il ministro dello sport Gianluca Lotti, il presidente del Coni Giovanni Malagò.

Archiviata la tappa sul circuito di Misano, prossimo appuntamento ad Aragon il 24 settembre con i tifosi Yamaha impazienti di ritrovare Valentino Rossi in azione.

Enrico Sanchi

Photos: © Claudia Cavalleri

Condividi sui social