All’età di quindici anni, Gosha Rubchinskiy aveva già deciso che nella vita voleva lavorare nella moda e apparire sulle pagine di qualche rivista cool.

Gosha Rubchinskiy dopo il college, dove ha studiato anche hair styling, make-up e styling, si trasferisce a Mosca per inserirsi nell’ambiente della moda della capitale.

Dopo cinque anni, nel 2008, fonda il suo brand, principalmente di t-shirt e felpe con stampe e nel 2009 presenta la sua prima collezione “Evil Empire”, ispirata ai suoi amici skaters.Gosha Rubchinskiy non è solo uno stilista, ma un artista poliedrico. I suoi interessi, infatti, spaziano dalla fotografia al video making, le sue collezioni fanno spesso riferimento a movimenti culturali e artisti.

Ne sono un esempio le citazioni all’artista Aleksandr Rodchenko e la capsule collection ispirata a Timur Novikov.

Ha collaborato con due big brand dello streetwear come Vans e Reebok, con i quali ha realizzato delle collezioni di sneaker. Inoltre, lo stilista è apparso come modello durante la sfilata di Vetements con il quale condivide anche la stylist Lotta Volkova.

Non tutti sanno che Comme des Garçons cura ogni aspetto del marchio Gosha Rubchinskiy, inclusi produzione, marketing, distribuzione e vendite.

La collaborazione tra CdG e Gosha Rubchinskiy è nata quando Anna Dyulgerova, precedente Fashion Editor di Vogue Russia, ha presentato lo stilista ad Adria Joffe, presidente di Comme des Garçons e mastermind dietro Dover Street Market, nonché marito di Rei Kawakubo, che si trovava a Mosca.

Joffe rimase colpito dallo stilista al punto che gli propose subito una collezione per DSM.

Il resto è storia: Joffe ha poi registrato il marchio Gosha Rubchinskiy. Ha fatto il suo debutto durante la Paris Fashion Week per la stagione SS15. Curiosità: durante l’ultima sfilata di Rubchinskiy, Rei Kawakubo era presente nel front row.

Episodio eccezionale, visto che la stilista sembra allergica ai giornalisti e agli eventi social.

Lo stilista e fotografo Gosha Rubchinskiy guarda al passato per dare al futuro una nuova prospettiva, che rappresenta attraverso i volti dei giovani modelli della sua tribù.

In Russia è un documentario che racconta le vite, gli amori, le speranze e i sogni dei ragazzi che hanno attraversato la Russia per Gosha.

Gosha Rubchinskiy sfila con Adidas per la prossima stagione invernale. Tutto il mondo aveva gli occhi puntati su Kaliningrado mentre lo stilista presentava una collezione ispirata al mondo del calcio.

Dopo aver rivisitato degli iconici brand di sportswear a Firenze la scorsa stagione, dove ha dato vita a look iconici collaborando con kappa, Fila e Sergio Tacchini in occasione dell’ a/i 17.

Gosha Rubchinskiy ha scelto di reinterpretare un brand che è particolarmente caro al popolo russo: Adidas.

Lasciandosi ispirare dai prossimi campionati mondiali di calcio che si terranno in Russia, appunto, lo stilista ha deciso di far ruotare la propria collezione attorno questo sport tanto amato, realizzando delle uniformi calcistiche a simboleggiare unità, forza e lavoro di squadra.

Questa magnifica collaborazione continuerà per tre stagioni, fino all’inizio dei Mondiali l’estate prossima.

Enrico Sanchi

Condividi sui social
Per non perdere gli articoli di Life & People seguiteci su Google News