Cosa mangiare per abbronzarsi, esiste una dieta per l’abbronzatura?

Non esistono cibi che fanno abbronzare nel senso letterale della parola, ma ci sono certamente cibi che preparano la pelle al sole.

Dopo un anno chiusi in casa, con l’arrivo dell’estate, sogniamo di poter raggiungere l’abbronzatura perfetta e la linea perfetta, salute e tintarella. Il miglior modo per avere una pelle in perfetto equilibrio e pronta per affrontare l’estate, è iniziare a prendersene cura quotidianamente già durante la stagione primaverile.

È risaputo, quanto una dieta equilibrata possa influenzare l’aspetto della nostra pelle, ma è meno conosciuto quanto ne influenzi anche la struttura interna. Un’alimentazione sana, bilanciata e corretta è importante non solo per ottenere un’ottima abbronzatura, ma anche per fornire alla cute le sostanze necessarie per difendersi dalle aggressioni dei raggi UV.
Prediligendo alcuni alimenti rispetto ad altri, stimoleremo il naturale processo di abbronzatura e predisporremo la nostra pelle a una maggiore protezione e minor invecchiamento.

Dieta abbronzatura: cosa mangiare per abbronzarsi, delle brevi indicazioni, selezionate da specialisti in scienza dell’alimentazione, come preparazione alla stagione estiva.

Un gustoso regime alimentare ricco di vitamine, aiuterà a sviluppare una sana tintarella, stimolando anche le difese per la pelle.

cosa mangiare per abbronzarsi dieta abbronzatura Life&People Magazine LifeandPeople.it

Gli alimenti da privilegiare

Carotene, tirosina e riboflavina: sono le tre sostanze che maggiormente stimolano la formazione di melatonina. Molto importanti per la pelle sono anche le vitamine A, C ed E che svolgono un’azione anti-radicali liberi.

Il betacarotene lo troviamo in:

albicocche, broccoli, carote, angurie, arance, asparagi, ciliegie, meloni, pesche, papaya, peperoni, pomodori, prezzemolo, sedano, spinaci, zucca.

Contengono vitamina A:

latte, yogurt, latticini, fegato, frutti di mare, tonno, calamari, uova.

Cibi con vitamina B2 o riboflavina:

asparagi, soia, funghi, lievito di birra, mandorle, piselli, spinaci, formaggi e uova.

La vitamina C è contenuta in:

arance, asparagi, broccoli, ciliegie, fragole, lamponi, lattuga, peperoni, peperoncino, prezzemolo, radicchio, sedano, kiwi, meloni, spinaci. Per fare il pieno di vitamina E: banane, mais, pomodori, germe di grano, soia, carote, tuorlo d’uovo, fegato, latte.

La tirosina la troviamo:

latte e formaggi di capra, cibi ricchi di proteine in genere.

Contengono acidi grassi insaturi:

oli vegetali (si consiglia l’olio extravergine di oliva), pesce azzurro, olio di germe di grano.

cosa mangiare per abbronzarsi Life&People Magazine LifeandPeople.it

Ma come conciliamo tutti questi cibi consigliati in un regime alimentare?

Eccovi una indicazione di dieta, senza pesi e misure. Pranzo e cena sono intercambiabili, a seconda delle esigenze personali. Ogni piatto del pranzo e della cena può essere accompagnato da un’insalata mista a base di cruditées. Per il condimento, un cucchiaio di olio evo, prezzemolo tritato e erbe aromatiche a piacere.

PRIMA COLAZIONE

  • Una spremuta d’arancia con una macedonia di frutta fresca, preferibilmente con: banane, pesche, albicocche, melone, anguria. Un caffè oppure un tè.

META’ MATTINA

  • Yogurt naturale.

PRANZO

  • Un piatto unico di pasta o riso (indicativamente 70 gr. pesati a crudo), condito con un mix di verdure fra: peperoni, zucca, broccoli o cavolo cappuccio. Le verdure andranno cotte a parte senza grassi e aggiunte alla pasta o riso al momento di servire.

In alternativa:

  • Una pizza leggera ai peperoni o pomodori.

MERENDA

  • Uno yogurt e un frutto

oppure

  • Un frullato di latte fresco e banane

CENA

  • Insalata con tonno e pomodori
  • Uova strapazzate con spinaci
  • Mozzarella, pomodori e spinaci crudi
  • Insalata di frutti di mare
  • Gamberi bolliti con sedano e prezzemolo
  • Calamari al vapore con carote all’agro
  • Pesce spada o tonno ai ferri con contorno di mais e carote crude.

E per mantenere l’abbronzatura conquistata?

Tanto avocado e ricordate di idratarvi con almeno 2 litri di acqua al giorno. Ma ricordate anche che le scottature, oltre a non essere sane, fanno seccare e rinnovare la pelle, sono quindi antiestetiche. Per avere sempre un’abbronzatura omogenea bisogna proteggere e idratare la pelle con protezioni solari adeguate.

Bellezza, salute e cibo sano, cominciamo subito?

Leggia anche – La dieta mediterranea: un toccasana per noi e per l’ambiente

Condividi sui social
Per non perdere gli articoli di Life & People seguiteci su Google News