Chiamami col tuo nome, Stuhlbarg parla del sequel del film di Guadagnino

//Chiamami col tuo nome, Stuhlbarg parla del sequel del film di Guadagnino

Il successo di quel gioiellino di film che è Chiamami col tuo nome (Call me by your name) del regista Luca Guadagnino è stato imprevedibile e violento.

Un po’ come le emozioni trattate nei suoi film. Da tempo ormai si rincorrono i rumors su un possibile sequel di Chiamami col tuo nome, della pellicola che ha vinto il premio Oscar per la migliore sceneggiatura scritta da James Ivory.

Chiamami col tuo nome, l’attore Michael Stuhlbarg parla del sequel

Stuhlbarg ha recitato nel film originale nel ruolo del padre di uno dei due protagonisti, dell’italiano Elio Perlman. L’attore ha dichiarato, come riporta Deadline, che innanzitutto il regista Guadagnino e lo scrittore André Aciman sono eccitati alla prospettiva di un seguito di Chiamami col tuo nome. «Guadagnino – ha detto Michael Stuhlbarg pensa che saremo in grado di riprendere l’azione qualche anno dopo. Per vedere cosa è successo ai personaggi. E le scelte di vita che hanno fatto dopo la particolare estate in Italia che hanno trascorso insieme. Ma è qualcosa su cui il regista è molto serio. E Aciman è eccitato all’idea».

Chiamami col tuo nome

Chiamami col tuo nome

“Il libro di Aciman offre tanto materiale per il secondo film”

L’attore ha anche aggiunto che l’omonimo romanzo di Aciman su cui si basa il film offre molto materiale anche per il secondo film. Michael Stuhlbarg (quel padre che insegna a Elio di coltivare la libertà e l’autenticità della vita in “Chiamami col tuo nome”) confessa di essere entusiasta di far parte di nuovo del cast dell’eventuale sequel.

Il sequel di “Chiamami col tuo nome” uscirà nel 2020

Si ricorda che Call Me By Your Name è incentrato sull’innamoramento tra l’italiano Elio (Timothée Chalamet) e l’americano Oliver (Armie Hammer) che avviene durante la stagione estiva trascorsa insieme alla famiglia di Elio in Italia. Luca Guadagnino molto probabilmente farà rincontrare i due personaggi, l’ americano Oliver (Armie Hammer) e l’italiano Elio (Timothée Chalamet), tre anni dopo. Quando effettivamente gli attori Chalamet e Hammer raggiungeranno l’età dei caratteri creati da Aciman.

La time line si sposta nel 1989, si parlerà di Aids e di diritti gay

La timeline del sequel di Call me by your name riprenderebbe nel 1989, a Berlino. La cinepresa seguirà Oliver e Elio. Ma riporterà anche a riflettere sulle tematiche politiche come diritti gay e Aids. In una intervista rilasciata a Hollywood Reporter, il regista ha dichiarato: «Se il primo capitolo è un romanzo di formazione in cui Elio diventa un uomo. Magari il prossimo capitolo sarà la posizione di questo uomo nel mondo. La scoperta dei suoi desideri. E ci mostrerà com’è cambiato qualche anno dopo quel fortissimo pugno emotivo».

Condividi sui social
2018-07-24T12:58:58+00:00Fashion & People|