Pochi giorni ancora e sarà pienamente operativo il cashback voluto dal Governo. In buona sostanza consentirà di ricevere un rimborso per gli acquisti con carte e bancomat.

Ma quando parte e come funziona il cashback di Natale?

In buona sostanza è un rimborso fino a 150 euro sul conto corrente per gli acquisti di beni effettuati nel periodo natalizio.

Ci sono delle precise condizioni però da rispettare per avere diritto a questo speciale sconto.

Tutto ciò che sarà acquistato non in contanti ma con l’utilizzo di carte e/o bancomat o assegni – nei negozi fisici – dall’8 dicembre al 31 dicembre 2020, potrà ricevere un rimborso.

Sì, perchè si potrà ottenere uno sconto del 10% pari ad un tetto massimo di spesa di 1.500 euro effettuata in questo periodo.

Strumenti di pagamento tracciabili

L’accredito del rimborso non sarà automatico. Spetterà a chi avrà effettuato la registrazione e attivazione del servizio con App Io (la app dei servizi pubblici) e Spid (Sistema Pubblico di Identità digitale).

Il rimborso sarà successivamente accreditato direttamente sul conto corrente entro il mese di febbraio 2021.

Per riceverlo è necessario fare la spesa nei negozi fisici e pagare con strumenti di pagamento tracciabili.

Infatti, il principale scopo del cashback di Natale è quello di premiare e favorire gli italiani che utilizeranno un sistema di pagamento “in chiaro”, ovvero senza i contanti.

Obbligatori almeno dieci acquisti

Gli acquisti dovranno essere almeno dieci e con importi massimi di 150 euro a scontrino.

Questo significa che non sarà sufficiente un solo acquisto da 1500 euro per ottenere il 10% di rimborso.

L’operazione cashback inizierà l’8 dicembre, pertanto per gli acquisti che faremo sotto le feste potremo vederci riconosciuto un interessante “bonus”.

Cashback di Natale come funziona il programma?

Il programma di rimborso è realizzato attraverso il “Sistema Cashback”, ed è predisposto e gestito dalla società PagoPA (il sistema dei pagamenti a favore delle pubbliche amministrazioni e dei gestori di pubblici servizi in Italia).

Il cittadino che intende aderire dovrà indicare il proprio codice fiscale e anche gli strumenti di pagamento elettronico di cui intende avvalersi.

All’interno dell’App Io si dovranno comunicare i sistemi di pagamento abilitati (carte di credito, carte di debito, ecc.) e si dovrà comunicare anche il codice Iban del proprio conto sul quale ricevere il rimborso.

Il rimborso del cashback dovrebbe avvenire nel mese di febbraio 2021 tramite un bonifico bancario.

Potrebbe interessarti anche – Decreto Cura Italia Covid19: un aiuto alle imprese

Condividi sui social
Per non perdere gli articoli di Life & People seguiteci su Google News