Per Carthusia Profumi di Capri  il 2018 coincide con il 70° anniversario della fondazione del marchio

Carthusia più di ogni altra cosa è sinonimo dell’isola  nel mondo, dei suoi colori, delle fragranze, di un territorio generoso e unico, che ha saputo trasformare in profumi.

Per la persona, prima, per l’ambiente poi. Sviluppando più linee tra loro complementari, sinonimo di un lifestyle che esprime una rilassata ricercatezza. Un sinonimo di equilibrio felice tra passato e futuro, tradizione e innovazione, elementi che dal suo esordio nel 1948, ne caratterizzano il brand. 

Oggi ospita strumenti e macchinari realizzati su misura per garantire l’efficienza produttiva. Molte delle fasi sono ancora realizzate a mano dal personale specializzato.

Una moltitudine di fiori colorati – gli stessi da cui discendono i profumi Carthusia – si sprigiona libera nel gioco della metamorfosi. Una espressione immediata dell’equilibrio perfetto tra arte e natura, creatività e metodo.  

Ṿisitare di persona la fabbrica Carthusia è un incanto: profumi e odori che rapiscono e portano in un universo di frutti e fiori, rilassante magia e appaganti suggestioni.

Gocce di luna caprese racchiuse in una boccetta. Non sono semplici profumi ma emozioni…fragranze, colori e vivacità dell’isola più bella del mondo.    

La stagione si apre con tre nuovi luoghi in cui gli appassionati del fragrante universo Carthusia potranno immergersi in esperienze differenti, a sottolineare come, il brand esprima un mood che, trasversale, permea una quotidianità in cui una raffinata piacevolezza è il denominatore comune. 

Virginia Ruocco, Marketing e Product Development Manager si racconta ai lettori di Life&People Magazine:

Con quali novità e nuovi luoghi dove immergersi nella magia degli incantevoli profumi di Capri?

Quella di Carthusia è una storia molto particolare, a partire dal fascino della leggenda che ne fa risalire le origini al 1380. L’era moderna del marchio si apre nel 1948, quando in Viale Matteotti, nel cuore dell’isola – le antiche formule dei profumi erano tornate alla luce quell’anno.

Apre il nostro primo, e più piccolo al mondo, laboratorio di fragranze. E’ in funzione ancora oggi e una vetrata lo separa, mantenendolo a vista, dallo spazio della boutique. Qui personale specializzato cura tutti gli aspetti della produzione e offre un’occasione rara e interessante per poter seguire in diretta le varie fasi, dal riempimento dei flaconi alla confezione. 

Carthusia

Carthusia

In questi anni la gamma di prodotti Carthusia si è ampliata. Alle fragranze per la persona – le collezioni includono anche i prodotti per la cura del corpo e il grooming – sono state affiancate quelle per l’ambiente. Candele e diffusori in primis, proprio per poter consentire, a chi visita Capri, di poter portare con sé ovunque, nel mondo, l’universo olfattivo dell’isola. 

Per festeggiare questo importante traguardo, alla vigilia dell’apertura della stagione estiva, abbiamo inaugurato a Marina Grande, dove ha sede il porto, un nuovo store. Il sesto a Capri, che darà il benvenuto agli ospiti in arrivo.

A poca distanza, nell’area esclusiva del Marina Club, c’è il Carthusia Cafe, che trasferisce in un contesto inatteso, ma comunque legato alla multisensorialità oltre che a una rilassata raffinatezza, l’expertise Carthusia. 

A pochi passi dalla Piazzetta l’ultima delle novità introdotte in vista dell’estate, le Carthusia Suites, che offrono un’esperienza di soggiorno deluxe, oltre a una vista indimenticabile.

In che maniera questa magia continua ad essere il frutto di una produzione artigiana di grande pregio?

Attraverso un’attenzione straordinaria ad ogni dettaglio insieme al desiderio di mantenere in costante evoluzione l’equilibrio tra tradizione e futuro. Siamo orgogliosi delle nostre radici e della nostra storia e desideriamo che siano, per lo sviluppo di nuovi prodotti, un’ispirazione costante.

E ora dai laboratori di Carthusia “Terra mia”, che avete definito “come un‘anima profonda e  antica che guarda il mare…

Terra Mia è la più recente tra le nostre fragranze. Un omaggio al territorio attraverso un blend che per la prima volta scrive una storia olfattiva diversa da quella che fino ad ora ci ha identificato. Fiori, piante e frutti mediterranei erano protagonisti.

Il bouquet di Terra Mia bilancia le note gourmand di caffé, vaniglia, fiori d’arancio e crema di nocciole ad altre più frizzanti di pepe rosa, bergamotto e neroli su un fondo di legni e muschio bianco.

L’originalità della composizione ci è valsa l’ingresso tra i tre finalisti, a maggio scorso, al prestigioso Premio Accademia del Profumo come Migliore Fragranza di Profumeria Artistica.

Ora stiamo lavorando ad un nuovo progetto olfattivo che ci auguriamo di poter svelare presto. Di certo, a settembre, saremo a “Pitti Fragranze” a Firenze. Un importante punto d’incontro delle principali realtà internazionali di profumeria di ricerca, per dare un’anticipazione sulle novità.

Marcello Tosi

    

                                                                                      

Condividi sui social