Classe 1989, origini sudamericane, Ada Reina mostra da sempre una spiccata attitudine per la musica dance.

Ada Reina Nell’ottobre 2015 inizia la sua collaborazione con Jason Rooney,

il produttore italiano di fama internazionale, con il quale nel maggio 2016 dà vita al brano “Voy Saltando”.

Un autentico tormentone estivo, tutt’ora in rotazione radiofonica. E dopo il successo del tormentone estivo “Voy Saltando”, la cantante sudamericana è appena tornata con il suo nuovo singolo “Chocolate Y Miel”: un brano intenso, positivo ed energico, proprio come lei. Entrambi i brani sono usciti con l’etichetta italiana Bang Record.

Quanto è cambiata la tua vita dopo “Voy Saltando”? 

“Sono la ragazza di sempre, che continua a vivere di sogni per realizzarli. e sacrifici. Forse, dopo ‘Voy Saltando’, adesso qualcuno in più sa chi sono e sa dove trovarmi”.

Quando hai capito che sarebbe diventata una hit?

“Sono contenta che dopo tanti sacrifici e lavoro la mia musica inizi ad essere capita da più persone. Spero che questo sia soltanto l’inizio di un mio nuovo percorso artistico. I

o e Jason Rooney abbiamo capito fin da subito di aver fatto qualcosa che a noi faceva impazzire. Poi le cose sono andate sempre meglio e i risultati ci hanno dato e ci stanno dando tante soddisfazioni”.

Una traccia di successo si costruisce con un team di successo.

Che cosa significa per te collaborare con Jason Rooney e la Bang Record?

“Sono davvero contenta di lavorare con tutti loro. Si tratta di un team giovane e con tanta voglia di fare e di provare a mettersi in gioco ogni giorno. Sono persone delle quali mi posso fidare e che hanno voglia di rischiare. Valori che non tutti hanno”.

Ada Reina Voy Saltando Life&People Magazine lifeandpeople.it

Ada reina origini sudamericane spiccata attitudine per la musica dance

Ada Reina che musica ascolta adesso e quali sono i suoi miti?  

“In questo periodo sto ascoltando in particolare una cantante che mi piace molto, TAL. Adoro il suo timbro e la sua musicalità. Sono sempre alla ricerca di nuovi artisti che possano ispirarmi.

Amo guardarmi intorno. Non perdo però mai di vista le mie preferite di sempre: Jennifer Lopez, Beyoncè e Madonna”.

Il tuo rapporto con i social network?

“I social sono il mio pane quotidiano. Mi piace rispondere a chi formula domande sulla mia musica e cerco di essere presente per tutti”.

Quanto c’è di latino in Ada Reina e di italiano? 

“Le origini non vanno mai dimenticate e messe da parte, sono il mio sangue, il mio stimolo e la mia famiglia. Non smetterò mai di scrivere in spagnolo, di andare a ballare latino e cucinare piatti tipici sudamericani… perché amo tutto questo, e amo mescolare le culture anche nella musica”.

Pro e contro della partecipazione ad un Talent e ai programmi televisivi dedicati alla musica.

“Anche io ho partecipato ad un talent tempo fa (X Factor nel 2009 – ndr).

La televisione ti offre l’opportunità di farti vedere e far conoscere la tua musica, ma il format spesso ti costringe a fare passi non voluti da te; se al termine del tuo percorso televisivo non arrivi alla fine, devi avere la fortuna di avere un team alle spalle pronto a supportarti al meglio al momento dell’uscita dal talent”.

In futuro come ti vedi? Interprete di brani più pop o più dance? EDM, trap, o che cosa? 

“Posso soltanto dire che le sorprese non mancheranno, senza negare la mia passione per la musica trap e electro-latin”.

Lorenzo Tiezzi

Condividi sui social
Per non perdere gli articoli di Life & People seguiteci su Google News