Coloriage a Roma non è un solo un luogo dove con ago e filo si creano abiti, ma un crocevie di esperienze che “ricamano” una nuova visione del mondo fashion, per una moda che sia non solo sostenibile, ma anche inclusiva. Un impegno innovativo perché mette in comunicazione l’integrazione e l’impegno sociale con il mondo della creatività. Fondata da Valeria Kone nel 2019, Coloriage è nata come una scuola di moda gratuita, con lo scopo di formare designer e artigiani provenienti da contesti disagiati. Studenti, arrivati in Italia da varie parti del mondo, trovano qui non solo un luogo dove imparare, ma anche opportunità per mettere a frutto le loro competenze e mantenere vive le tradizioni locali.

Coloriage una sartoria sociale che punta tutto sull’integrazione

Il punto forte della scuola Coloriage a Roma,  è il suo approccio pedagogico unico che armonizza le tecniche artigianali tradizionali con metodologie contemporanee, mirando a preservare il ricco patrimonio artigianale dei Paesi d’origine degli studenti, principalmente provenienti dall’Africa occidentale e dall’Asia. Questo approccio non solo integra sapientemente le culture con il mondo occidentale, ma crea anche un nuovo modello di sviluppo che promuove l’integrazione reciproca.coloriage Roma sartoria sociale | Life&People Magazine La fusione delle tradizioni artigianali con le moderne metodologie non solo arricchisce il percorso formativo dei rifugiati e degli individui in cerca di asilo, ma crea anche un ambiente di apprendimento dinamico in cui docenti europei e studenti possono condividere e assimilare conoscenze e abilità in modo reciprocamente vantaggioso. La scuola non si limita a formare designer competenti in ambito fashion, ma li prepara anche a portare una prospettiva innovativa e diversificata nel panorama della moda contemporanea. La diversità culturale diventa così risorsa creativa inestimabile che arricchisce il settore, ma anche la società.

A Roma Coloriage si finanzia in modo sostenibile

Coloriage garantisce la sua sostenibilità economica attraverso una combinazione di vendite di prodotti e partnership strategiche. Partendo dai materiali: tessuti artigianali provenienti dall’Africa, come il batik e le stoffe dipinte a mano, insieme a tessuti recuperati dal deadstock di aziende italiane. Un modo per ridurre significativamente gli sprechi e supportare anche le economie dei Paesi d’origine dei tessuti. In particolare, Coloriage contribuisce a preservare le preziose tradizioni tessili che rischiano di scomparire a causa della globalizzazione e dell’industrializzazione creando opportunità per le comunità locali e mantenendo vive le loro pratiche artigianali.

Riconoscimenti e inclusione lavorativa: il successo parte da qui

Riconosciuto dall’UNHCR, l’Agenzia dell’ONU per i rifugiati, per il suo impegno eccezionale nel promuovere l’inclusione lavorativa tra migranti e rifugiati formati presso la scuola. Questo prestigioso riconoscimento testimonia l’efficacia dell’approccio, che non si limita alla formazione ma si estende anche all’integrazione lavorativa degli studenti. Oltre a offrire una formazione di alta qualità, Coloriage si impegna attivamente a creare opportunità concrete di impiego per i suoi studenti. Molti di loro vengono integrati direttamente nei laboratori della sartoria, dove possono applicare le loro competenze artigianali in un ambiente professionale stimolante. Per coloro che non possono essere assunti direttamente, Coloriage lavora instancabilmente per trovare opportunità di lavoro presso altre case di moda o sartorie, garantendo un supporto continuo e un passaggio fluido oltre il periodo formativo.

Il laboratorio-negozio innovativo di Coloriage

Nel quartiere Trastevere, un laboratorio-negozio funge da ponte tra la sartoria e i clienti. Questo spazio ibrido offre una gamma di capi realizzati dagli studenti, ma permette anche ai clienti di ricevere servizi di sartoria su misura. Questa configurazione non solo permette di perfezionare i capi acquistati, ma coinvolge anche i clienti nel processo creativo, riflettendo la filosofia di offrire un “fit” perfetto e personalizzato.

Da Roma a New York: il viaggio della moda inclusiva non si ferma

Rapidamente estesa la sua presenza oltre i confini italiani. I suoi prodotti sono disponibili in punti vendita prestigiosi come il MACRO e il Palazzo delle Esposizioni a Roma. Recentemente, la sartoria ha aperto un punto vendita a New York presso The Canvas, un concept store dedicato alla moda etica e sostenibile. La prossima tappa è Anversa, dove Coloriage inaugurerà un nuovo corner, segno di una crescente espansione internazionale che risponde ad una domanda sempre maggiore di moda sostenibile e inclusiva.

Collezioni e collaborazioni

Ogni anno, Coloriage produce due collezioni principali: una estiva e una invernale. Queste collezioni si distinguono per l’uso di tessuti italiani di alta qualità e tessuti artigianali africani. La collezione primavera-estate 2024, intitolata “Indigo”, è un esempio significativo di questa fusione. I tessuti utilizzati, coltivati in Mali, sono colorati con indaco naturale, capace di creare una gamma di sfumature dal blu elettrico al blu notte. La collezione include anche la linea “Handwoven”, caratterizzata da cotoni biologici lavorati al telaio e colorati a mano con pigmenti naturali. Tessuti, combinati con design moderni, offrono un prodotto finale che unisce tradizione e innovazione.

coloriage Roma sartoria sociale | Life&People Magazine

Credit Photos © Alessandra Coppola

La campagna pubblicitaria per la collezione “Indigo” è stata realizzata in collaborazione con due neolaureate della Nuova Accademia di Belle Arti di Roma (NABA), Sara Agliocchi e Carolina Popa, e fotografata da Alessandra Coppola. Le immagini scattate nel Villaggio Globale – situato nell’ex-mattatoio di Testaccio, luogo di nascita di Coloriage. -, è un coworking per artisti e artigiani. Questa location simbolica riflette l’essenza del progetto, che unisce la creatività alla concretezza della produzione e all’impegno sociale.

Una visione di speranza e innovazione per il futuro

Un esempio virtuoso di come la moda possa essere potente strumento di integrazione sociale e sostenibilità attraverso un modello educativo e lavorativo che valorizza le tradizioni artigianali e le fonde con tecniche moderne, Coloriage offre ai suoi studenti una piattaforma per esprimere il proprio talento e costruire un futuro migliore; un progetto che continua a crescere, promuovendo una Roma multietnica, giovane e dinamica, dimostrando che l’innovazione e la speranza possono nascere dall’incontro di culture diverse.

Condividi sui social