Non un semplice abito, ma un vero pezzo di storia. Il celeberrimo tailleur verde di Givenchy indossato da Grace Kelly nel 1961 in occasione dell’incontro con JFK e Jackie Kennedy è ufficialmente all’asta. Il capo sarà venduto dalla casa Julien’s Auctions: valore stimato, 60.000 dollari. Una cifra adeguata alla portata iconica di uno dei vestiti più famosi della Principessa, sintesi perfetta tra l’eleganza innata dell’americana e la sobrietà tipica dello stilista.

La meraviglia Givenchy per Grace Kelly

Sei anni dopo le nozze, il Principe Ranieri III di Monaco e Grace Kelly partirono alla volta degli Stati Uniti per incontrare alla Casa Bianca il Presidente John Fitzgerald Kennedy e la moglie Jackie. Un evento così importante, seguito con particolare attenzione dai media, imponeva un look adatto al contesto.

tailleur givenchy grace kelly Life&People MagazinePer questo motivo Grace Kelly si affidò ad uno degli stilisti a lei più vicini, Hubert de Givenchy, il quale propone un capo realizzato per la collezione Primavera Estate 1961: un tailleur in lana verde con scollo dritto, orlo al ginocchio e fiocco in vita abbinato ad un coprispalla aperto sul corpetto: a completare il look uno sfarzoso copricapo di piume bianche. La mise, più di altre, racconta l’intramontabile poetica di una maison che ha conquistato il mondo realizzando abiti sobri, glamour e capaci di adattarsi ai contesti più disparati. Uno stile simile a quello di Cristobel Balanciaga, couturier fondamentale nonché maestro di Hubert. Negli anni Sessanta Givenchy era il designer più richiesto in assoluto, complice le splendide creazioni donate in precedenza ad Audrey Hepburn, icona che più di altre ha contribuito a portare in alto il nome della maison indossando abiti entrati nella storia, come quello realizzato per la Notte degli Oscar 1954 e per il film “Colazione da Tiffany”.

Due stelle, un unico stilista

L’incontro del 1961 fu immortalato da uno serie di scatti rimasti impressi nella memoria collettiva. Nelle foto sono ritratte due icone del Novecento, Grace Kelly e Jackie Kennedy; donne che, seppur molto diverse, trovavano diversi punti di incontro. Entrambe, per esempio, amavano la Grecia, luogo dove erano solite trascorrere le proprie vacanze. Altra similitudine era legata alle figlie, entrambe chiamate Carolina ed entrambe nate nel 1957.

tailleur givenchy grace kelly Life&People MagazineMa tra gli altri trait d’union spicca anche l’amore per Givenchy, designer di riferimento delle due dive. Per Grace Kelly lo stilista aveva già disegnato abiti molto famosi: basti pensare al vestito verde smeraldo cucito su misura per la notte degli Academy Awards 1955, dove vinse il premio come miglior attrice. Di Jackie è invece celebre uno scatto del 1959, dove indossa una suit Givenchy mentre lavorava un ufficio insieme a suo marito.

Prima di Givenchy

Ma Givenchy non è l’unico creativo amato da entrambe le icon. Il loro gusto estetico simile le aveva fatte innamorare anni prima di un altro designer, Oleg Cassini, ovvero colui che aiutò la first lady americana a marchiare a fuoco il cosiddetto “Jackie look”: oltre trecento gli abiti firmati ad hoc per lei. Con tutta probabilità però la “Signora d’America” rimase folgorata dall’egregio lavoro svolto dallo stilista e costumista francese su Grace Kelly, sua musa nonché compagna. Fu infatti lui ad esaltare il lato più spumeggiante e sensuale della futura Principessa.

tailleur givenchy grace kelly Life&People MagazineTra i due i rapporti si interruppero a causa della famiglia di Grace, la quale non reputava lo stilista all’altezza dei propri standard. Ma nel tailleur verde Givenchy prossimo ad essere venduto all’asta c’è proprio quella lucentezza, quella vivacità e spensieratezza scoperta anni prima da Cassini, in nome di una bellezza straordinaria che non smetterà mai di brillare.

Leggi anche: Il tutù di Carrie Bradshaw in Sex And The City: storia di un’intuizione geniale

Condividi sui social
Per non perdere gli articoli di Life & People seguiteci su Google News