Comico, cabarettista, attore, umorista e scrittore, un uragano di idee che non si ferma mai, sempre pronto a cambiare e travolgere il suo pubblico. Gabriele Cirilli, l’istrionico artista di Sulmona che vanta oltre 30 anni di carriera nel mondo dello spettacolo, nel corso della sua carriera ha mostrato i mille lati della sua verve artistica, dialogando con il pubblico tra teatro, cinema e televisione. Fin da giovane ha capito che la sua strada era quella del teatro e della recitazione. Abbandona l’università per seguire l’illustre Gigi Proietti iscrivendosi al suo Laboratorio di Esercitazioni Sceniche di Roma, una figura centrale nella carriera dell’artista che, come lui dice, gli ha permesso di realizzare il suo sogno più grande, quello di diventare attore. Cirilli il palco non l’ha mai abbandonato e anche se ha fatto tanta televisione le tavole del palcoscenico ed il calore del pubblico restano per lui linfa vitale. Questa estate è in giro per l’Italia con il suo spettacolo “Live”. Gabriele Cirilli lo abbiamo incontrato per una breve ma divertente intervista, a Mormanno, in provincia di Cosenza, dove lo ha accolto un pubblico calorosissimo.

La grande popolarità per lui è arrivata grazie alla tv

e alla partecipazione di programmi iconici come “Zelig” e “Tale e quale show”. Nel programma Mediaset il pubblico lo ha amato nei panni della borgatara romana Kruska, l’amica di Tatiana, da cui nasce il tormentone “Chi è Tatiana?!?”. Un successo straordinario che ha consentito a Cirilli di realizzare un libro ed uno spettacolo teatrale fino al film del 2001 “Chi è Tatiana” per la regia di Roberto Campili. In Rai, invece, sono diventate celebri le sue interpretazioni di alcune delle voci più belle e popolari della musica internazionale. Nel programma condotto da Carlo Conti Cirilli detiene il record assoluto di partecipazioni con nove edizioni e oltre settanta imitazioni, fino al ritorno dello scorso anno in coppia con Francesco Paolantoni. Iconiche alcune delle loro esibizioni come quella di Mamhood e Blanco in “Brividi”. Il sodalizio con “Tale e quale show” continua ancora; l’artista di Sulmona ha ricevuto riconferma anche per la nuova edizione.

Standing ovation del pubblico, per un artista è una grande soddisfazione?

E’ una cosa molto molto bella per me. Quello che mi fa piacere dire è che la Calabria non mi tradisce mai perché ogni volta che vengo qua sento tanto calore, il pubblico calabrese mi dà sempre grandi emozioni. Per me, ma in generale per un artista, questo è fondamentale.

Gabriele Cirilli intervista | Life&People Magazine

Il pubblico da spettatore è diventato protagonista, vero?

Quando sento la gente pulsare, ridere, battere le mani, cantare insieme a me, sono contentissimo, è un grande onore. Gigi Proietti lo diceva sempre: quando sei diventato un’unica cosa con il pubblico allora hai vinto.

Sul palco insieme a te abbiamo visto alcuni ragazzi della tua Factory, si partirà a settembre con il secondo anno?

Sì, è una classe nuova composta da venti persone e quest’anno inizierà un biennio a cui si uniranno i trenta selezionati dello scorso anno. Per me, dunque, ci saranno cinquanta allievi tutti da introdurre nel mondo dello spettacolo.

Non solo ai giovani, il teatro parla a tutti?

Sì, perché tutti hanno una possibilità di sognare. Io dico sempre: puntate alla luna e se va male finite tra le stelle perchè non c’è bisogno di realizzare i propri sogni a vent’anni ma anche a quaranta è possibile. 

Gabriele Cirilli intervista | Life&People Magazine

Dei personaggi che tu hai interpretato a “Tale e quale show” qual è quello che più ti è rimasto dentro?

L’esibizione di Pavarotti, Claudio Villa, Orietta Berti, Psycho.

Quando ti rivedi, qual è la tua reazione?

Io rido già quando li imito, figurati quando mi rivedo! La cosa bella è che io non sono né un imitatore e né un cantante però riesco a focalizzarmi su una caratteristica del personaggio che vado ad imitare e la esalto. Credo che è questo quello che a casa sia arrivato ed il motivo per cui il pubblico si diverte così tanto. 

Ed il rapporto con Francesco Paolantoni?

Il pazzo, il maestrissimo! Sembra che lavoriamo insieme da tanti anni invece è solo un anno, eppure siamo una coppia molto affiatata, mi trovo benissimo con lui che è un grande artista a tutto tondo, come piace a me.

Gabriele Cirilli intervista | Life&People Magazine

Per il prossimo “Tale e quale show” che cosa ci dobbiamo aspettare?

L’unica sorpresa che ci sarà è che io e Francesco non saremo soli, ci saranno anche tanti ospiti a cui tengo tantissimo.

L’hai citato più volte, “il grande maestro Gigi Proietti”, se pensi a lui qual è la prima cosa che ti viene in mente?

Per me è tutto, un secondo padre che mi ha dato tanto, non solo a livello artistico ma anche umano.

Guarda anche – Alexia racconta il suo grande e atteso ritorno

Condividi sui social
Per non perdere gli articoli di Life & People seguiteci su Google News