Kim Jones stupisce ancora. Il Direttore Creativo Dior ha presentato tra le piramidi dell’antico Egitto la sua sfilata Autunno 2023, inondando Il Cairo di eleganza e bellezza servendosi proprio delle atmosfere uniche che solo la magia del deserto e di una storia millenaria sono in grado di emanare. Un evento che unisce bellezza e marketing, vista la grande quantità di personalità presenti in loco; per l’occasione è stata poi svelata in anteprima la capsule in collaborazione con Supreme.

Al centro di tutto l’amore per la simbologia di Monsieur Christian Dior nella 75sima celebrazione del new look

L’intuizione del Direttore Creativo della maison ha valenza doppia: Jones infatti per realizzare la collezione ha unito il fascinoso amore personale verso le stelle e il cielo dell’Egitto più antico con l’attrattiva per la simbologia caro al fondatore Christian Dior. A dichiararlo è stato proprio l’artista in fase di presentazione:

«Il mio interesse per l’antico Egitto riguarda le stelle e il cielo. È il fascino del mondo antico e i paralleli con ciò che guardiamo oggi, ciò che abbiamo ereditato da loro e ciò che stiamo ancora imparando dal passato – ha detto il creative director – questo senso si ricollega a Christian Dior e al suo fascino per i simboli e le superstizioni che ricorrono nella sua vita e nel suo lavoro, uno dei quali è la stella. Sia nella collezione che nella mostra c’è l’idea di “essere guidati dalle stelle” e di ciò che questo può comportare in molti modi. Si tratta del modo in cui il passato dà forma al futuro o di un’idea di futuro che proviene dal passato».

Dior Autunno 2023 Life&People Magazine

A questo, si aggiunge uno stile rinnovato che, tra passato e futuro, celebra ancora il settantacinquesimo anniversario del new look, trasformando i classici capi femminili Dior in una collezione strutturata contemporanea dai dettagli freschi e sofisticati, con le silhouette stratificate a fare da padrone.

I dettagli della collezione

Si tratta di una collezione Fall, dicitura che di fatto sostituisce la più nota Pre-Fall al servizio di una sfilata che schiaccia in modo evidente al marketing, approdando negli store alle porte dell’estate e proponendosi dunque come mera collection “di mezzo” mirata a rintuzzare il guardaroba dei negozi durante i mesi estivi. Da questo tipo di espediente nasce la volontà di confezionare una sfilata monstre, dall’allestimento sontuoso e con un concept oltremodo rilevante applaudito da un parterre d’ospiti di primo piano: presenti infatti tra le prime file personalità conosciute: Naomi Campbell, Robert Pattinson, Aron Piper, Oliver Sim, Paolo Busti, , Lewis Hamilton e Lila Moss oltre ai direttori retail di mezzo mondo.

Dior Autunno 2023 Life&People MagazineTra i pezzi protagonisti dei look svettano i pantaloni sovrapposti da teli plissè quasi ad emulare mezze gonne oltre che leggins e trench che si aprono inaspettatamente sul dietro facendo fluttuare teli a pieghe in apertura. Il tutto a servizio di una palette di colori in cui emerge una tendenza per i neutri grigi che, di tanto in tanto, si fonde con mirate esplosione arancione e giallo. Importante segnalare inoltre tante trasparenze tecniche jacquard oltre che audaci demi-kilt in lana liberamente ispirati al famosissimo abito “Bonne fortune” del fondatore.

Dior Autunno 2023 Life&People Magazine

La presentazione della capsule collection “Dior Tears”

A sottolineare la connotazione di marketing dell’intero evento è stata anche la presentazione della capsule collection Dior Tears, realizzata da Kim Jones in stretta collaborazione con un peso massimo dello streetwear, ovvero Tremaine Emory, Direttore Artistico dell brand Supreme. Gli abiti sono esposti in una location d’eccezione, la hall del Grand Egyptian Museum (GEM), spazio espositivo ancora non aperto al pubblico che ospiterà in futuro parte delle collezioni del Museo Egizio del Cairo.

Leggi anche:  Miu Miu: storia e origine del top brand più acclamato del 2022

Condividi sui social