Addio Renato Balestra: è morto nella fredda e grigia serata del 26 novembre a Roma il decano dell’Alta Moda Italiana. Era nato a Trieste nel 1924 e lo scorso 3 Maggio aveva compiuto 98 anni. Balestra attraversò la storia di questo Paese tra i grandi nomi dell’Alta Moda italiana; cominciò la sua carriera negli anni ’50 e presto si distinse per il suo stile unico che negli anni gli permise di emergere generando un profondo impatto sull’haute couture italiana nel mondo.

RICORDO ADDIO RENATO BALESTRA 26 NOVEMBRE | LIFE&PEOPLE MAGAZINE

L’innegabile talento per il disegno ne fece “il pittore della moda”: stile, savoir-faire, eleganza d’altri tempi

Capace di integrare diverse tecniche artistiche per esaltare la bellezza delle sue creazioni, il suo iconico “Blu Balestra” è segno indelebile nella memoria collettiva, lo stilista intraprese la carriera nel mondo della moda per una circostanza fortuita e le sue creazioni haute couture, – amate anche dalle star di Hollywood -, hanno fatto di lui un protagonista dell’alta moda nel mondo. Dagli anni Settanta la sua fama di stilista venne associata ai “ricami pittura”, all’utilizzo originale di diversi tessuti e alle trasparenze, che rappresentano lo spirito innovativo e la libertà d’espressione in un contesto di modernità, forza e sensualità. Il suo successo in Europa, Stati Uniti, Asia e Medio Oriente ha sempre portato Roma nel mondo e invitato li mondo a Roma.

RICORDO ADDIO RENATO BALESTRA 26 NOVEMBRE | LIFE&PEOPLE MAGAZINE

“Perdiamo un grande amico e un ineguagliabile collega” ci dice Raffaella Curiel, grande interprete della “golden age” dell’ alta moda Italiana insieme a Valentino, Lancetti, Roberto Capucci e Fausto Sarli. Per Michele Miglionico è stato l’unico couturier che ha cominciato il suo percorso haute couture negli anni 2000 proprio a Roma “.

Renato Balestra ha sempre difeso i valori etici ed estetici dell’alta moda italiana

Nello stesso tempo è stato capace tra i primi di intuire il fortissimo potenziale del pret a porter. Le passerelle di Renato Balestra hanno sempre rappresento il viaggio nel tempo, all’insegna dell’ eleganza, della bellezza, della maestria sartoriale. Commozione e riconoscenza per uno dei più grandi protagonisti couturier italiani a cui verrà dato l’ultimo saluto durante i funerali che si svolgeranno martedì, 29 Novembre, nella chiesa romana di Santa Maria del Popolo. Le figlie Federica e Fabiana, assieme alla nipote Sofia – gestiranno il marchio e l’atelier -; lo ricordano con queste parole:

“Addolorati di questa terribile scomparsa resta il ricordo di un uomo straordinario, unico, grazie alla sua curiosità e passione che gli hanno permesso di essere protagonista dell’alta moda italiana nel mondo“.

Le condoglianze di Life&People Magazine e il nostro ricordo del loro grande papà nell’ articolo a lui dedicato in occasione del suo ultimo compleanno.

Condividi sui social
Per non perdere gli articoli di Life & People seguiteci su Google News