“Librarie éphémère” è l’esclusivo progetto realizzato dalla maison francese Louis Vuitton volto a ristrutturate le storiche edicole della splendida città di Venezia. Un’iniziativa che coincide durante la 59ª edizione dell’Esposizione Internazionale d’Arte, inaugurata nella città lagunare il 23 Aprile scorso e resterà aperta fino al 27 Novembre.  Un progetto artistico quello della Biennale d’Arte al quale ha deciso di partecipare anche l’esclusivo brand di lusso. Per la precisione, otto edicole del centro storico sono riportate alla loro antica bellezza, preservando l’enorme patrimonio storico della città, spogliandosi della varia oggettistica e tornando alla loro forma originale. 

Edicole Louis Vuitton Venezia Life&People Magazine

  • L’antico fascino delle edicole Veneziane

Tra i banchi in esposizione troveremo solo giornali e libri, tra questi anche quelli pubblicati dalla casa editrice firmata Louis Vuitton. Una tipologia di lettura ampia, come le City Guide, indirizzi e curiosità sulle principali città del mondo; Travel Book, ricchi di illustrazioni che ci mostrano una visione particolare del viaggio; non mancano i Fashion Eye, ovvero gli scatti di moda realizzati da fotografi illustri. Quest’ultimo, in particolare, è un vero e proprio diario fotografico degli itinerari di Cecil Beaton, fotografo e costumista britannico. Negli Anni Cinquanta; emerge la vera anima della città tra balli in maschera, eventi mondani e feste tradizionali, un vero e proprio viaggio nel tempo. Nelle edicole di Venezia, saranno presenti anche libri illustrati e edizioni artistiche in serie limitata, sponsorizzati dalla maison francese. 

Edicole Louis Vuitton Venezia Life&People Magazine

“Librarie éphémère”, il progetto itinerante firmato Louis Vuitton

 La casa di moda francese ha trasformato sei edicole storiche in un omaggio alla carta stampata. L’obiettivo è quello di restaurare, -in collaborazione del Comune di Venezia-, le famose edicole del centro storico riportando alla luce la bellezza originale e antica delle stesse. Un’iniziativa internazionale che nasce a Parigi, dove vennero ristrutturate, durante il Paris Photo Festival, le Bouquinistes della Rive Gouche di Saint Germain; segue poi il West Bund di Shanghai ed infine la città della Serenissima. Le edicole italiane interessate sono San Marco, Calle larga dell’Ascensione, Accademia, San Zaccaria, Campo Santa Maria del Giglio, Campo Santo Stefano e Campo Sant’ Angelo. Le edicole appartengono alla storia di Venezia sin dal lontano 1854, stesso periodo della  fondazione del brand francese LV; testimonianza indelebile della storia della città. Da sempre un luogo di ritrovo conviviale e aggregazione tra gli abitanti del posto ma anche punto di riferimento dei viaggiatori; nelle edicole si potevano trovare, e ancora oggi, guide locali e le più importanti letture d’informazione. 

La prima città italiana coinvolta nel progetto

I volumi prodotti by Louis Vuitton omaggiano la Serenissima, con immagini, racconti e indirizzi storici; collabora al progetto l’illustratore e maestro giapponese Jirô Taniguchi, gli autori Pierre Léonforte, Servane Giol, François Simon ed Isabelle Valembras-Dahirel. 

Edicole Louis Vuitton Venezia Life&People MagazineLa biennale d’arte di Venezia, quest’anno sotto la direzione artistica di Cecilia Alemani (responsabile del padiglione italiano della Biennale 2017), prende il nome di “il latte dei sogni”; nome di  un libro di fiabe dell’artista surrealista Leonora Carrington in cui ogni cosa cambia forma grazie all’immaginazione. In particolare, la mostra verte su tre tematiche principali; la rappresentazione e la metamorfosi dei sogni, relazione tra uomo e tecnologia e legame tra corpo e terra. 

Potrebbe interessarti anche – Il look Dior di Beatrice Borromeo incanta la Biennale a Venezia

Condividi sui social
Per non perdere gli articoli di Life & People seguiteci su Google News