Primo festival esperienziale: il tema della sostenibilità è senza ombra di dubbio uno dei più attuali e dibattuti in questo periodo storico. Alla luce del cambiamento climatico in atto e dei sempre più frequenti eventi atmosferici estremi è necessario che tutti i settori, compreso quello della musica dal vivo, facciano un esame di coscienza sul loro reale impatto ambientale. Ecco perché The Island – Experience Festival di Pantelleria è così importante, in quest’ottica.

the island experience festival Life&People Magazine LifeandPeople.it

The Island – Experience Festival si svolgerà nella splendida isola di Pantelleria a giugno

Le date che dovete segnarvi a calendario sono il 2, 3, 4 e 5 giugno. Quattro giorno nel corso dei quali avrete la possibilità di vivere un’esperienza musicale unica, immersiva, ma soprattutto sostenibile. Realizzato per spiriti creativi, liberi e visionari con l’obiettivo di immaginare un futuro migliore, The Island – Experience Festival sarà il primo festival esperienziale certificato carbon neutral grazie a Plenitude, che è il sustainability partner della manifestazione. Plenitude fornirà, inoltre, un impianto di pannelli fotovoltaici che alimenterà il festival e verrà donato al comune di Pantelleria per produrre energia pulita per i prossimi 30 anni.

Tra rocce vulcaniche e mare cristallino, Pantelleria, luogo unico e autentico dalla storia millenaria, ospiterà un creative village dove vivere la musica e aprire la mente.

Alla quattro giorni di eventi parteciperanno alcuni fra gli artisti più interessanti del panorama elettronico italiano e internazionale. Tra questi, ci saranno Peggy Gou, Nu Genea live band, Moodymann, Paula Tape, Ze in The Cloud e molti altri. Ospite del Festival sarà anche il pianista, compositore e viaggiatore Francesco Taskayali che si esibirà in una performance artistica per la pace. La sua esibizione sarà dunque un’occasione per scoprire insieme gli scenari del mondo, in pace e in guerra, di cui è stato testimone nei suoi molti viaggi.

the island experience festival Life&People Magazine LifeandPeople.it

All’interno del programma del Festival saranno inoltre previste numerose experience che porteranno gli ospiti alla scoperta di se stessi e dell’isola.

Dallo yoga, passando per le rilassanti attività nelle acque termali del lago di Venere fino al trekking dal vulcano al mare o ancora la corsa intorno al Lago di Venere. Saranno inoltre previste esperienze legate alla scoperta della cultura locale ed enogastronomica, come il processo di produzione dei capperi e del passito.

the island experience festival Life&People Magazine LifeandPeople.it

Ma com’è stato possibile creare un festival interamente sostenibile?

La mission di creare un’esperienza con un focus sulla sostenibilità è resa possibile grazie alla collaborazione con Plenitude, sustainability partner dell’evento, che abbraccia e condivide gli stessi valori e gli stessi obiettivi di riduzione dell’impatto ambientale.

Il partner dell’evento ha aiutato gli organizzatori a a sviluppare diverse importanti attività con un occhio di riguardo verso il pianeta Terra:

  • la realizzazione di un impianto fotovoltaico che alimenterà il festival e verrà successivamente donato all’Isola di Pantelleria per generare energia per 30 anni;
  • l’installazione permanente a Pantelleria di colonnine di ricarica elettriche Be Charge disposte su tutta l’isola;
  • l’adesione del festival al programma di certificazione Carbon Neutral dell’ente ZeroCarbonTarget, program operator internazionale per la certificazione della riduzione/ compensazione delle emissioni di CO2.

I biglietti: come partecipare all’evento

Sarà possibile raggiungere l’isola acquistando il ticket Full Travel Experience, comprensivo di volo diretto a/r Milano Malpensa – Pantelleria, soggiorno di 3 notti in un resort a 4*, Full Festival Ticket (4 giorni di musica ed experience) e noleggio di un’automobile. Disponibili altre formule di acquisto solo per gli eventi musicali: Festival Ticket 3 days, Festival Ticket 1 day.

Scopriamo ora insieme più nel dettaglio gli artisti che vedremo suonare sul palco.

Partiamo da Peggy Gou, artista londinese che negli ultimi anni ha avuto un’enorme influenza sulla scena electro, grazie alle sue melodie, il suo estro artistico e il suo spirito imprenditoriale, che nel 2019 l’ha spinta a fondare la sua personale etichetta, la Gudu Records.

Proseguiamo con Paula Tape, artista cilena conosciuta per aver fuso alla perfezione l’elettronica con i ritmi tribali e le percussioni in modo particolare, dando vita ad un mix unico che l’ha portata a suonare in alcuni dei locali più importanti in giro per il globo.

Al Festival vedremo anche Francesco Taskayali, un giovane compositore e pianista italiano classe 1991 che grazie al suo talento e spiccato eclettismo ha girato il mondo diventando così una delle più importanti bandiere della musica classica italiana all’estero.

Sul palco del Festival, inoltre, vedremo Moodyman.

L’artista (vero nome Kenny Dixon Jr) si è confermato negli anni come interprete electro di primissimo piano in grado di modulare continue variazioni e cambi di direzione nei suoi imprevedibili dj set. Il suo è uno stile caratterizzato da una cassa più lenta e morbida, che mescola parti soul-jazz suonate e cantate a parti “sintetizzate”. Il tutto viene sublimato in un cocktail musicale di forte impatto, ritmo e mood surrogati dalla radice black.

Concludiamo con gli ultimi due ospiti: da un lato i Nu Genea il progetto artistico dei musicisti e dj napoletani Massimo Di Lena e Lucio Aquilina, che raccolgono gli echi della musica che, storicamente, hanno bagnato le coste del golfo di Napoli, loro città natale e fonte inesauribile di miscele culturali; dall’altro Ze in The Cloud, eccelso polistrumentista e produttore milanese che di recente ha lavorato con artisti del calibro di Willie Peyote e Mistaman.

Leggi anche: Fashion Act, la nuova frontiera della sostenibilità

Condividi sui social
Per non perdere gli articoli di Life & People seguiteci su Google News