Il 7 giugno 2022 Virginie Viard porterà l’arte di Chanel nella città di Firenze, con la sfilata Métiers D’Art 2021 2022 replica dell’iconica collezione presentata a Parigi lo scorso dicembre.

Métiers d’Art è un concetto unico creato da Chanel per volontà di Karl Lagerfeld.

Per Métiers d’Art, si intendono i laboratori artigianali di Chanel: il creatore di bijoux e bottoni Desrues, l’artigiano delle decorazione di piume Lemarié, la modista della Maison Michel, Massaro per le scarpe, la Maison Lesage e l’Atelier Montex per i ricami e Causse per i guanti. Stagione dopo stagione, tutti questi artigiani hanno interpretato abilmente i disegni di Karl Lagerfeld con grandissima dedizione. Ed è proprio alla loro dedizione e alla loro capacità di creare arte che Karl Lagerfeld ha dedicato il progetto fin dai suoi esordi. Presentata ogni anno a Dicembre, la collezione dei Métiers d’Art propone dal 2002 una collezione, fuori dal calendario delle sfilate ufficiali, per celebrare l’eccezionale savoir-faire degli artigiani legati alla Maison Chanel e contiene una miscela distinta di prêt-à-porter di lusso con elementi di alta moda.

chanel sfilata Firenze 2022 Life&People Magazine

Il loro è un modo di lavorare artigianale nel senso migliore del termine, perché in ciò che è artigianale c’è l’arte. L’arte del fare bene le cose. Un’arte applicata. Ed è davvero meraviglioso. Credo che l’immagine di questa collezione si rifletta in quella ricercatezza che bisogna guardare da vicino, quasi toccare, per capire come è fatto e per apprezzare davvero la bellezza di questo lavoro

– spiegava Karl Lagerfeld.

Una sfilata aperta a Parigi e alla scena internazionale.

Tokyo, New York, Londra, Mosca, Shanghai, Roma; ogni anno Karl Lagerfeld catturava la storia di Chanel individuando una città legata al passato o al presente della Maison. La città diventava quindi il tema della collezione attraverso cui lo stilista rendeva omaggio al lavoro specializzato degli atelier, in una sorta di mostra itinerante. Per più di dieci anni, questa collezione è cresciuta costantemente ed ora possiede una propria identità. Oggi, ventidue case sono raggruppate sotto il patrocinio di Chanel. Chanel ha mostrato per l’ultima volta la sua collezione Métiers d’Art in Italia nel 2015, quando Karl Lagerfeld ha allestito una mostra presso il famoso studio cinematografico di Cinecittà a Roma per lo show “Paris in Rome”. A dicembre del 2019 si è invece tenuta a Parigi, in seguito alla morte di Karl Lagerfeld, curata dalla nuova direttrice creativa Virginie Viard.

La Métiers d’Art torna in Italia dopo quasi 7 anni di assenza.

L’evento quindi segnerà la prima volta che l’attuale direttrice creativa svelerà la collezione Métiers d’Art fuori dalla Francia. La collezione Métiers d’Art 2021/22 è già stata presentata lo scorso dicembre al 19M, il nuovo edificio parigino progettato da Chanel e costruito su misura per ospitare i molteplici métiers che la maison ha raggruppato negli ultimi due decenni in una holding chiamata Paraffection. L’edificio si trova nel 19mo Arrondissement parigino, a Porte d’Aubervilliers e la lettera M posizionata dopo il numero ha un significato simbolico; vuole simboleggiare le parole chiave dell’artigianalità di Chanel: Mains (mani), Mode (moda), Métiers (lavoro), Maisons.

chanel sfilata Firenze 2022 Life&People Magazine

La scelta del capoluogo toscano non è certo casuale.

Questa sfilata testimonia ancora una volta l’attaccamento di Chanel all’eccezionale patrimonio artigianale di tutto il mondo e a Firenze in particolare che rappresenta un luogo dove artigianalità, cultura e storia sono strettamente legati tra loro. Rapporto avviato in passato già da Gabrielle Chanel che continua grazie alle manifatture italiane che la Maison ha acquisito; integrate nella cerchia degli artigiani della moda, calzolai, pellettieri, concerie e anche produttori di filati. Lo scorso agosto, Chanel ha acquisito una quota di maggioranza in Paima, un’azienda di maglieria di alta gamma situata vicino ad Ancona. Paima è diventata la quinta azienda italiana ad entrare nella cerchia di Chanel negli ultimi due anni.

Non sono stati ancora resi noti i dettagli sul luogo esatto della sfilata Chanel a Firenze ma la cosa certa è la data del 7 di giugno 2022.

Questa collezione Métiers d’Art è molto metropolitana pur rimanendo sofisticata, con giacche di tweed dotate di maniche in felpa, ricami in stile graffiti di perle colorate di Lesage, voluminosi bermuda in maglia viola o blu reale e cappotti casual indossati aperti. Molti ricami si ispirano alla struttura dell’edificio(le19M, ndr), come quelli di Montex, estremamente grafici e in paillettes argentate

– raccontava Virginie Viard nella nota allegata alla collezione presentata a Parigi. Tutto ciò ci da la certezza che lo spettacolo che si terrà a Firenze renderà onore al patrimonio artigianale e artistico italiano, fatto di laboratori specializzati di altissimo valore, portatori di tradizioni storiche.

Guarda anche – La sfilata Chanel è un omaggio al look girlish anni Sessanta

Condividi sui social
Per non perdere gli articoli di Life & People seguiteci su Google News