Siamo nel 1933 e l’affascinante Marlene Dietrich appare, a grande sorpresa, in smoking. Veste i panni della cantante Amy, protagonista di Marocco, film diretto da Josef von Sternberg. Sono anni in cui per una donna indossare un frak può voler significare una sola cosa: ambiguità. Ed è esattamente quello che il regista di Marocco vuole trasmettere con quella che sarà considerata la prima scena saffica della storia del cinema: la Dietrich bacia sulle labbra  una giovane spettatrice del suo spettacolo di cabaret. Se all’epoca quel capo, nato per essere indossato da un uomo, desta stupore in un guardaroba femminile, oggi le cose sono ben diverse. Emblema di conquiste sociali da parte della donna, lo smoking fa capolino nella storia della moda del gentil sesso nel 1996 grazie ad Yves Saint Laurent

storia smoking da donna Yves Saint Laurent | Life&People Magazine

Il primo smoking da donna nasce durante tempi turbolenti

Capace di superare stagioni e tendenze, nel corso dei decenni, è stato più volte rivisitato e quello che rappresentava negli anni ’30 l’abito da sera maschile per eccellenza, nel nuovo millennio diviene un trend per dive e celebrità. Ma riavvolgendo il nastro del tempo  fino al 1996, ci troviamo dinnanzi al primo look femminile con protagonista lo smoking. A firmarlo, portando con se scandalo e rivoluzione, è proprio Yves Saint Laurent. Il fantasioso couturier francese rivisita l’elegante abito, originariamente portato dagli uomini nelle sale fumatori, e lo interpreta secondo uno spirito avanguardista. Capovolge i dress code uomo-donna dell’epoca, trasformando il completo da sera maschile in un simbolo di emancipazione femminile.

Smoking donna Life&People Magazine LifeandPeople.itEra passato più di un secolo da quando il primo smoking è apparso indosso ad uomo. Precisamente, a sfoggiarlo, nel 1860 è  il Principe di Galles, per il quale Henry Poole  disegna all’epoca un abito casual per le cene più informali. Un look che avrebbe dovuto alternarsi a quello, riservato agli eventi e cerimonie più istituzionali, che vede cravatta bianca e gilet in pendant abbinati al frac. Outfit a cui Poole contrappone un’alternativa presentando, dunque, la prima giacca da sera regale senza coda, in seta blu con pantaloni abbinati.

Smoking donna Life&People Magazine LifeandPeople.itNel 1885, James Brown Potter vede il Principe di Galles con la sua giacca da smoking e la riporta a casa

L’anno seguente, l’elegante completo disegnato da Pole conquista il nome con cui è diventato famoso nel mondo: tuxedo. Nel 1886, infatti, il magnate del caffè, sposato con  Cora Urquhart Brown-Potter, lo indossa al Tuxedo Club Autumn Ball, storico locale da cui il capo ricava l’attuale denominazione. E’ l’inizio di una vera tendenza che porta, da quel momento in poi, gruppi di giovani benestanti a tagliare le code delle proprie giacche adottando lo stile informale anche nelle occasioni ufficiali.

storia smoking da donna | Life&People Magazine

Dopo un breve periodo buio, lo smoking torna in auge negli anni ’30,  indossato per la prima volta da una donna. A questo punto della storia, si inserisce quella famosa scena che vede protagonista la Dietrich in Marocco. Passeranno circa trent’anni prima che  Yves Saint Laurent, poi, inserisca lo smoking femminile nella sua collezione Pop Art AI introducendolo nell’alta moda. Scelta che, tuttavia, non è ben vista nel 1966 come dimostra l’episodio, verificatosi, due anni dopo, che vede protagonista Nan Kempner. La nota socialitè appare in smoking a Le Côte Basqu a New York City, ma a causa del suo outfit, giudicato controverso, le viene negato l’ingresso. Lei risponde togliendo i pantaloni per entrare nell’hotspot della 55a strada; a coprirla è solo il blazer.

Smoking donna Life&People Magazine LifeandPeople.itNegli anni ’70 l’opinione pubblica inizia a cambiare

A ribaltare la situazione sdoganando definitivamente il capo tanto discusso ci pensano, dopo un decennio, numerose dive e celebrità che sfoggiano look rivoluzionari firmati da Yves Saint Laurent. Tra loro Catherine Deneuve, Bianca Jagger, che sceglie uno smoking bianco per il suo matrimonio con Mick Jagger, senza dimenticare la silhouette androgina di Betty Catroux, tra desiderio di trasgressione e  spirito di emancipazione. Se qualcuno pensa, tuttavia, che lo smoking di YSL, imiti il modello maschile, commette un grosso errore. Quello femminile viene, infatti, riadattato alle proporzioni della donna, arricchendosi di dettagli specifici e mantenendo il rigore sartoriale.  Un abito eterno, un capo di stile, una tendenza che si tramanda nel tempo.

Life&People Magazine LifeandPeople.itOggi il tuxedo è eleganza genderless

A cambiare, nel corso del tempo, sono sia le dimensioni della giacca, dalla versione stretch, a bolero o oversize, che  l’ampiezza e la lunghezza dei pantaloni, fluidi, a sigaretta o anche shorts.

 Life&People Magazine LifeandPeople.itCompletano il look in cui il tuxedo è protagonista,  camicie classiche sartoriali, shirts con ruches o in tulle effetto nude, nonchè audaci pezzi sportswear e rigorose ballerine bon ton.

smoking donna Life&People MagazineComplici di un ritorno nelle ultime collezioni dello smoking femminile sono  gli outift sfoggiati da celebrità come JLo, Angelina Jolie, Emma Watson e Cara Delevigne. Quest’ultima lo indossa in occasione del royal wedding della principessa Eugenie, preferendolo di gran lunga all’abito da sera e all’abito da cocktail.

storia smoking da donna Yves Saint Laurent | Life&People Magazine

Lo smoking arriva nelle collezioni donna invernali

Tra le ultime star ad aver sfoggiato in pubblico un tuxedo di tutto rispetto vi è l’elegante Charlotte Gainsbourg. In un raffinato smoking femminile firmato da Saint Laurent, l’attrice e cantante britannica, ha accompagnato al pianoforte la sfilata maschile Autunno inverno 2023-2024 della maison francese.

smoking da donna | Life&People MagazineSembra infatti che le ultime collezioni strizzino l’occhio ad una moda sempre più genderless ripescando dal guardaroba ottocentesco un capo emblema di fluidità in nome di un’amplificazione dell’ empowerment femminile. Così, già indossato dall’attrice Lily Collins nell’inverno 2022, abbinato ad un tacco stiletto e un piccolo papillon nero, il tuxedo, è tra i protagonisti degli outfit da donna per l’attuale stagione fredda.

storia smoking da donna Yves Saint Laurent | Life&People Magazine

Le proposte di Valentino, Balenciaga e Hugo Boss

Pur mantenendo la silhouette maschile, viene riproposto in tessuto più morbido e lineare in modo da poter essere adattato a situazioni ed occasioni differenti. A donare grazia al capo in passato indossato solo da uomini, ci pensano camicie bianche e cravatte nere sottili, come dimostra Valentino con la sua recente proposta autunno-inverno. Adatto, inoltre, sia al giorno che alla sera, lo smoking da donna, oggi, supera la monocromia del nero e si tinge di colore con proposte in nuance pastello o dalle tonalità accese. Via libera alle sperimentazioni anche nelle dimensioni della giacca tuxedo che appare oversize, o al contrario in dimensione ridotta a bolero, sulle passerelle di Balenciaga.

smoking da donna | Life&People MagazineNon mancano, poi, versioni grigio gessate come quella dello smoking indossato da Gigi Hadid in apertura alla sfilata full-winter 23 di Hugo Boss. Un look in cui la gonna con cerniere posteriori accostata a top e cravatta coordinata sfida le differenze di genere conferendo alla lady contemporanea quell’allure di confine, tipico di una società sempre più fluida. Una società priva di etichette e ruoli definiti che guarda ad un futuro rivoluzionario in cui una donna sarà libera di presentarsi all’altare, perché no, in smoking, tanto quanto il suo sposo.

Leggi anche – Gara di smoking al Festival di Venezia: tutto lo stile al maschile

Condividi sui social
Per non perdere gli articoli di Life & People seguiteci su Google News