Alessandro Michele svela la sua nuova collezione Primavera/Estate 2022, la “Gucci Love Parade”, presentata sulla Hollywood Walk of Fame di Los Angeles. In passerella e tra gli ospiti speciali alcune delle star più amate del cinema americano, per omaggiare tutti insieme il mito del grande schermo in cui i sogni diventano realtà. 

gucci love parade Life&People Magazine

La community Gucci sfila fuori dalla sale cinematografiche del Chinese Theatre di Hollywood, accompagnata dalla voce ammaliante della cantautrice islandese Björk.

Un indirizzo storico quello scelto da Alessandro Michele, luogo che ha ospitato le premiere di grandi film e le attesissime premiazioni degli  Accademy Awards. Da sempre legato al mondo del cinema, il direttore creativo della maison italiana sceglie di rappresentare i suoi modelli in passerella come “divinità pagane del cinema”. Alessandro ricorda i racconti della madre che lavorava per una casa di produzione dell’industria cinematografica e si lascia ispirare proprio dalle sue parole, ancora nitide nella mente. Storie sulla fabbrica dei sogni, protagonisti dei racconti Marilyn Monroe, Rita Hayworth, Veronica Lake, Rock Hudson e Kim Novak, in una narrativa che prendeva le sembianze di una fiaba che per il piccolo Alessandro Michele rappresentava una via di fuga e distrazione da un mondo che già definiva grigio e pallido. Per lui Hollywood rappresentava l’unica stella luminosa e splendente. 

Sulla famosa walk of fame si celebra la nuova e la vecchia Hollywood,

tantissimi gli ospiti dello star system americano, anche volti nostrani come i Maneskin, ormai dalla fama internazionale. Sono stati cento i look in uscita, in onore dell’anniversario compiuto dalla maison nel 2021. Lo show è accompagnato da una lettera dal titolo “Nine Letters dripping with desire” che sembra essere proprio una dichiarazione d’amore al cinema e alle sue stelle. Entrano in scena così grandi icone con abiti scintillanti in latex, tessuti laminati, paillettes e Swarovski; cristalli e frange ricordano i ruggenti anni 20 e i look delle icone cinematografiche come Mae West, Joan Crawford, Bette Davis e Jean Harlow. Pellicce, piume, vestaglie da camera, entrano in contrasto con classici completi in velluto marroni o dai toni più tenuti; una sfida lavorativa affrontata con grande successo che ha rappresentato per Alessandro Michele il suo riscatto personale dopo un’infanzia vissuta tra i sobborghi di Roma. 

gucci love parade Life&People Magazine

Il mito delle divinità contemporanee e il sogno di un bambino ambizioso si materializzano in passerella: Alessandro ha riprodotto un vero e proprio Olimpo.

Tra le star più luminose vediamo sfilare l’attore Jared Leto che interpreterà Paolo Gucci nel film House of Gucci e  l’ormai 41enne Kevin di Mamma ho perso l’aereo; tanti anche i rifermenti alla vecchia Hollywood come i guanti in satin rosa di  Marylin Monroe in Gli uomini preferiscono le bionde del 1953, all’insegna dell’Old Hollywood glamour che ancora oggi riesce ad influenzare le tendenze in passerella.

«Los Angeles risplende di una magia propria, senza tempo; è un posto che sfiora la divinità, diventando una mitologia del possibile»,

queste le parole della madre che risuonano nella mente del direttore creativo come un mantra da seguire. 

Nel front row ospiti d’eccezione, una parata di star che illumina l’intera Hollywood Boulevard, tra queste le più fedeli e amanti del brand.

Sedie pieghevoli con logo GG come quelle dei registi più importanti, in cui sono accomodati personaggi come Gwyneth Paltrow che per l’occasione indossa una rivisitazione del completo in velluto rosso di Gucci by Tom Ford. Presenti anche Dakota Johnson, Olivia Wilde, Billie Eilish, Salma Hayek e i nostri Maneskin che si sono fatti notare, oltre che per la loro indiscussa presenza scenica tutta Hollywoodiana, durante un’esibizione all’after party al Roxy Theatre e per i focosi scatti pubblicati da Miley Cyrus sul suo profilo Instagram. 

gucci love parade Life&People Magazine

La sfilata trasmessa in diretta streaming da Los Angeles: un evento tra moda e cinema.

Alessandro Michele vede gli attori contemporanei come la personificazione dei protagonisti della mitologia greca. Dall’Olimpo scendono ad Hollywood accessoriate con maxi occhiali da sole tipici di Gucci, boa pomposi, brillanti ed appariscenti cappelli da cowboy. Look degni di Afrofite, Teseo, Pandora e Medusa, catapultati in uno show inclusivo all’insegna di un futuro stellare in cui l’amore verso il prossimo trionfa. Una vera e propria celebrazione del brand Italiano più amato al mondo, un omaggio all’heritage storico-culturale, una festa di ringraziamento per tutte le figure importanti che da sempre l’hanno sostenuto e un omaggio ai componenti della famiglia Gucci tramite una promo speciale dedicata al film di Ridley Scott “House of Gucci”. Un insieme di emozioni che ci fanno sentire protagonisti di un sogno dal quale non vorremmo mai svegliarci. 

Potrebbe interessarti anche – Gucci: storia di una maison iconica sinonimo di lusso

Condividi sui social
Per non perdere gli articoli di Life & People seguiteci su Google News