Nulla batte un classico intramontabile e, la gonna a tubino a vita alta è proprio questo. Le origini della gonna a matita sembrano un’occasione fortuita. Tutto ebbe inizio nel 1908 con la prima passeggera su un aereo che per evitare che la gonna svolazzasse, la legò sotto il ginocchio con un elastico. Il volo fu un successo e anche la gonna legata riscosse i suoi consensi; tanto che fu denominata la “gonna zoppicante” e imitata in breve tempo da moltissime donne. Non ci volle molto prima che i designer di Parigi adottassero questo tipo di gonna e lo stile si diffondesse da Parigi a New York. La “gonna zoppicante” richiedeva una certa pratica per camminare con grazia adducendo all’andatura un movimento oscillatorio tanto piacevole per gli uomini.

Le donne sono diventate favolose da quando Christian Dior ha disegnato la gonna a tubino a vita alta per la prima volta nel 1954.

Come parte della sua collezione H-Line, Dior ha creato una nuova linea di abiti per evidenziare le curve, in un modo che fino a quel momento sembrava inaccettabile e le donne se ne sono innamorate immediatamente. La H-Line è stata descritta dallo stesso Dior come

“una linea completamente diversa, basata sull’allungamento delle gambe e il sul restringimento del busto”,

in modo che lo sguardo sia attratto dai fianchi piuttosto che dalla vita. Ha creato così uno stile molto femminile, perfettamente adattabile a qualsiasi taglia per enfatizzare le silhouette. La nuova gonna è stata rapidamente adottata da Marilyn Monroe, tanto da diventare il suo marchio di fabbrica. Come per molte trendsetter, una volta che Marilyn ha iniziato a indossarla, molte altre star di Hollywood l’hanno presto imitata. In poco tempo la gonna a matita è stata indossata da Elizabeth Taylor e Lauren Bacall; Sophia Loren, l’ha abbinata a top dalle spalline sottili e giacchine avvitate. Anche Grace Kelly e Audrey Hepburn hanno abbracciato il look ma  in un modo più preppy; piuttosto che con l’impertinenza di Marilyn, lo hanno indossato con scarpe basse e una bella camicetta infilata.

Presto le gonne a tubino a vita alta vengono indossate ovunque, influenzando anche molti aspetti della vita.

Ad esempio, “il twist” diviene la danza dell’epoca, poiché è il modo più facile di ballare indossando la gonna stretta. La moda dura fino agli anni ’60, quando ha luogo un’altra rivoluzione. Negli anni ’70, con l’introduzione di nuovi tessuti elasticizzati come la lycra, la gonna a tubino diventa ancora più stretta. Quando Rizzo ha indossato la sua gonna a tubino nera nel film Grease nel 1978, la moda si è innamorata di nuovo delle vibrazioni degli anni ’50, proponendole in outfit con camicetta attillata e scarpe con zeppa. Negli anni ’80, le donne le indossano come parte delle loro mise da “donne in carriera” abbinate a camicette con fiocco e ampie spalline. Citiamo per esempio Melanie Griffiths in “Working Girl” dove l’outfit con la gonna a sigaretta simboleggia la donna di successo. Sensuale o formale, elegante o casual, amata o odiata è indossata da tutte; dalle teenager degli anni 50 che vogliono sfidare i genitori alle drag queen di oggi.

La gonna a tubino a vita alta è un capo dalle mille sfaccettature.

Il segreto del suo successo intramontabile? E’ il trionfo della femminilità e dell’eleganza; a prescindere dalla forma, risulta aggraziata su tutti i fisici dai più snelli ai più formosi. Ideale per ogni occasione, sia da giorno che da sera, con un look casual o elegante, vediamo come indossarla secondo le ultime tendenze dei trend autunnali.

La gonna a tubino a vita alta con la camicia

Perfetta, dall’ufficio alla cena elegante, la camicia non passa mai di moda e non sfigura mai. Il modello “crop” cioè corto, ci ha accompagnato per tutta l’estate e rimane come grande protagonista anche nell’autunno inverno; abbinandola alla pencil skirt è il look perfetto da sfoggiare subito e, per quando arriverà il freddo, si potrà optare per un maxi blazer. Molto chic anche l’outfit con la camicia in seta con il fiocco o drappeggiata per un look classico retrò, elegante e bon ton. Per sdrammatizzare l’abbinamento con un tocco di rock si può scegliere una gonna in pelle con spacco, da indossare con tronchetti a tacco alto. Sono fondamentali gli accessori che possono giocare sui contrasti di colore ma anche con lo stile.

Stripes e gonna a tubino a vita alta

Il classico dello stile parisienne, il pull a righe marinare corto, è perfetto con la gonna in pelle con profondo spacco, da indossare con stivali alti. Se invece si vuole optare per le righe sulla gonna, consigliamo sicuramente di giocare con le fantasie e i colori, in modo da creare un pattern che non sia solo orizzontale o verticale.

Colori accesi e color block con la gonna a sigaretta

Chi ama la tinta unita quest’anno deve puntare sui colori accesi, da osare per le più coraggiose, sul capo must cioè la gonna. Per un look che punta sui colori ma vuole essere meno spinto, gli accessori come stivali e pochette faranno al caso.

Felpa e pull con gonna a tubino

Anche in questo caso, sia la felpa che il pull è meglio che siano corti; per slanciare la silhouette bisogna accorciare il busto. Splendido e molto giovane il look con la felpa, magari con maniche molto larghe per enfatizzare la parte alta del corpo.

Gonna a tubino a vita alta e t-shirt

Da annodare in vita o da infilare sotto la gonna, le t-shirt saranno sempre il vostro passe-partout ideale. Un abbinamento giovane, ma anche facile, senza sforzo e chic. Potrete giocare con le fantasie della gonna ma per la t-shirt è sempre meglio la tinta unita. Per proteggervi dal freddo potrete terminare l’outfit con un blazer over, con un giubbino in fantasia o da biker. Tronchetti e sandali saranno la definizione perfetta al look. Che vogliate essere retrò o ipermoderne la gonna aderente è il jolly su cui puntare in questa stagione.

Potrebbe piacerti anche – Back to Office: I cool trend dell’autunno

Condividi sui social
Per non perdere gli articoli di Life & People seguiteci su Google News