Le possibilità per decorare la tavola di Pasqua sono infinite, così come non mancano spunti per stupire gli invitati con idee originali e semplici da realizzare. A seconda della latitudine, i più fortunati avranno la possibilità di pranzare all’aperto, altri invece organizzeranno il pranzo in casa: in ogni caso la prima cosa da fare è decidere lo stile che vogliamo adottare, se elegante, shabby chic o tradizionale. Di certo non basta preparare piatti gustosi e ben presentati; è necessario abbinare bene tovaglia, tovaglioli, piatti e posate. Il segreto sarà privilegiare i colori primaverili, che trasmettono allegria e freschezza.

Tradizione e originalità: come allestire la tavola pasquale?

L’atmosfera deve essere festosa e gioiosa, quindi via libera a tonalità tipiche del periodo primaverile il giallo, il verde, il rosa, ma anche l’azzurro, capace di donare un senso di calma e tranquillità. Se si dispone solo di una tovaglia bianca, sarà bene concentrarsi sui dettagli, come piatti decorati con motivi floreali, sottopiatti, fermatovaglioli e quant’altro, l’importante è che si scelga un unico colore dominante.

Alessandra Pirola Baietta Life&People Magazine LifeandPeople.itFiori adatti all’atmosfera pasquale sono indubbiamente i tulipani: per ottenere un centrotavola d’effetto sarà sufficiente porne un mazzetto all’interno di un unico grande vaso che riprenda i colori utilizzati arricchito da un fiocco. In alternativa, per uno stile naturale e delicato, si possono utilizzare narcisi all’interno di ciotole di legno, insieme a rametti con boccioli ancora chiusi; è possibile anche realizzare un centrotavola home made con materiali di recupero oppure creare cestini con all’interno frutta di stagione.

Life&People Magazine LifeandPeople.it

Piatti e tovagliato

Per ricreare uno stile raffinato e classico, è consigliabile l’utilizzo di tessuti in lino e ceramiche ricercate. Nulla vieta però di seguire consigli più innovativi: se i bicchieri da vino sono trasparenti, ad esempio, è possibile osare con quelli dell’acqua scegliendo una nuance che riprenda quella della tovaglia e dei tovaglioli.

Per un effetto più romantico, spazio ai colori pastello da abbinare al bianco dei piatti, preferibilmente in forme semplici e tondeggianti. In questo caso, non possono mancare le candele: classiche e bianche, da posizionare in bicchieri trasparenti. Per chi è amante delle mise en place d’effetto, buona soluzione è la tovaglia nera che contrasti con il candore degli altri elementi.

tavola pasquale come allestirla Life&People Magazine LifeandPeople.it

I segnaposto

Elemento immancabile in occasione delle festività è il segnaposto. La soluzione migliore: legare tra loro due o tre asparagi con un nastro colorato prima di inserire al centro un fiore o un rametto. Altra creazione semplice da realizzare è quella che prevede l’utilizzo di gusci di uova utilizzati come se fossero piccoli vasetti: lavati e asciugati, vanno colorati e riempiti con piantine. Se invece vogliamo un segnaposto pratico e anche goloso, allora si può ricorrere ad animaletti di pasta frolla.

Il centrotavola

In un vaso di vetro si possono inserire rami fioriti a cui appendere piccole uova decorate a mano mediante l’uso di tempere e applicazioni in tessuto come nastrini. Le alternative possono essere una ghirlanda di fiori freschi oppure tre vasi trasparenti di piccole dimensioni e diverse forme, posizionati a distanza l’uno dall’altro, contenenti fiori di campo. Inoltre, sparsi sulla tavola, potremmo porre decorazioni a forma di colombe, uova e conigli per un aspetto ancora più originale, non facendo mancare quelli che sono i simboli della festa.

La variante shabby chic

Lo shabby chic è una delle tendenze più amate per quanto riguarda l’arredamento, ma anche la decorazione e quindi l’allestimento della tavola: è possibile stupire i propri ospiti con un allestimento fintamente trasandato.

| Life&People MagazinePer farlo, spazio ai tavoli di legno senza tovaglia e all’utilizzo dei runner, a cui abbinare i tovaglioli (meglio di color bianco); d’obbligo i piatti colorati, magari con un accentuato effetto vintage, o addirittura tutti diversi tra loro sia per stile che per tonalità e le posate ricercate, con manici decorati. L’estrosità di piatti e posate può essere riequilibrata con bicchieri semplici al posto dei più classici calici. In tema di decorazioni, less is more: meglio scegliere fiori colorati e freschi, anche semplicemente recisi e posati sul tovagliolo o addirittura sul piatto.

Condividi sui social
Per non perdere gli articoli di Life & People seguiteci su Google News