Sette fragranze diverse, sette flaconi con tappi-scultura preziosi dal colore rosso: svelata Loubiworld, la nuova collezione di profumi firmata Christian Louboutin.Louboutin torna nel mondo dei profumi con Puig, lo specialista catalano di moda e fragranze. Sette diverse profumazioni, dalla più leggera alla più intensa, ripercorrono ricordi, fantasie e sogni.Una capsule che accompagna in un viaggio olfattivo attraverso l’immaginazione del celebre stilista. Per dare vita a queste storie, Christian Louboutin ha collaborato con un’amica, Hélène Tran, le cui creazioni eteree evocano sia la poesia che lo spirito di ciascun universo olfattivo.Ogni flacone in lacca rossa richiama le celebri suole della griffe ed è caratterizzato da un tappo scultura diverso, che rende unico ogni profumo attraverso gli ingredienti e l’iconografia.

 

Loubiworld: sette profumi, sette storie, sette viaggi

Brasile (Loubifunk), Estremo Oriente (Loubidoo), Messico (Loubikiss), Parigi (Loubirouge), India (Loubiraj), Inghilterra (Loubicrown) ed Egitto (Loubicroc): i luoghi cari al designer a cui si ispira la collezione.

  • Loubifunk: il prezioso stiletto di Louboutin si moltiplica per formare un ananas. La fragranza presenta toni di rosa, ribes nero e patchouli;
  • Loubidoo: un profumo floreale fruttato che combina fragola, rosa e cedro. Ha un gatto come tappo;
  • Loubikiss: dal bouquet al gelsomino, tuberosa e musk, presenta un teschio Calavera coronato da fiori bianchi;
  • Loubirouge: è una sfera sormontata da uno stiletto Louboutin. La fragranza è caratterizzata da note di cardamomo, iris e vaniglia;
  • Loubiraj: una tigre con turbante racchiude un profumo cuoiato e legnoso, una miscela di pelle scamosciata, cedro e pepe rosa;
  • Loubicrown: il tappo, come dice il nome stesso, è una corona regale. Mescola cedro, patchouli e fava tonka.

“È una sorta di geografia olfattiva del cuore, il mio Loubiworld. Questi profumi sono un omaggio a luoghi che rappresentano molto per me in termini personali e creativi.

Non sono un esperto di fragranze, ma preferisco quelle che hanno una vera personalità, perché sono più che un accessorio per una donna: comunicano la sua identità e c’è una relazione molto intima che si stringe tra le note e la pelle”,

ha spiegato Louboutin.

Il creativo dei souliers dalla suola rossa era entrato nel beauty nel 2014 con gli smalti, seguiti da rossetti e da tre profumi.

Oggi, grazie al sodalizio con Puig, la maison francese vede consolidarsi la sua offerta cosmetica e può allargare così la rete distributiva.

Condividi sui social