Pitti Immagine Uomo 96.

 Firenze ancora una volta si fa contenitore di idee e prende ispirazione dall’arte del ricevimento. Infatti ricorda così il 500° anniversario di Cosimo I e Caterina dè Medici con il Museo del Tessuto di Prato,  il Centro di Firenze per la Moda Italiana, la Camera di Commercio e il Comitato Oltrarno.

Ospiti internazionali all’importante evento Pitti Immagine Uomo 96 dove sono state presentate collezioni e tendenze per la PE 2020

Un tributo alla città e alle origini del Made in Italy.

Pitti-Immagine-Uomo-96 Life&People Magazine lifeandpeople.it

A dire la verità, c’è sempre qualcosa di speciale ogni sei mesi a Pitti Immagine Uomo. Una scintilla che produce alchimie diverse, un click energetico ed emozionale che incrocia la ricerca di buyer, giornalisti, influencer e visitatori da tutto il mondo.

Così si viene e si continua a venire a Firenze per vedere, conoscere, scoprire, cercare di capire…

The Pitti Special Click è il tema dei saloni estivi, trasmette tutta l’energia che circola in Fortezza

Un tema raccontato nella nuova campagna pubblicitaria dei saloni firmata da Emilio Tini fotografo e artista dallo stile creativo che ha collaborato con prestigiosi brand internazionali.

Una edizione con un mediapartner di eccezione ovvero Instagram, che firma uno speciale set fotografico dedicato al pubblico di Pitti in occasione del trentennale del salone fiorentino.

L’uomo che verrà sarà un “maschio 4.0” degli anni ʼ90, tecnologico e social-dipendente a cui i 1220 marchi presenti hanno dedicato il nuovo guardaroba.

Addobbate le strade principali di Firenze con preziosi tessuti, drappi e tappeti. Via Maggio e via Tornabuoni sono state unite da un percorso di arredo urbano che è proseguito fino al completamento del programma Pitti Uomo.

Dunque a simboleggiare lo stretto legame tra mestieri artigiani e moda che contribuisce a rafforzare il ruolo e il valore di Firenze nel mondo dell’abbigliamento maschile.

Gli eventi in città:

Romanzo breve di moda maschile. Trent’anni a Pitti Uomo.

 Museo della Moda e del Costume di Palazzo Pitti, ha inaugurato la mostra a cura di Olivier Saillard, prodotta da Fondazione Pitti Immagine Discovery con Gallerie degli Uffizi.

Romanzo Breve è mostra, collezione permanente, libro/catalogo che vuole festeggiare il trentesimo anniversario di Pitti Immagine. Un progetto dedicato alla memoria di Marco Rivetti, Presidente di Pitti Immagine dal 1987 al 1995.

Salvatore Ferragamo “Florence Calling”

La Maison Salvatore Ferragamo, presenta la collezione SS 2020 nata dalla grande tradizione italiana che evolve verso i trend della moda internazionale, un legame che va oltre alla semplice accoglienza.

Una scelta ragionata, quella di avere in Firenze un palcoscenico ideale per presentare in Piazza Signoria  la nuova collezione uomo. Una cornice ideale suggellata dall’attento restauro della Fontana del Nettuno, frutto del contributo dell’azienda.

Pitti-Immagine-Uomo-96 Life&People Magazine lifeandpeople.it

Il brand Karl Lagerfeld, a  pochi mesi dalla scomparsa del Kaiser della Moda, ha reso omaggio al grande stilista con una performance live dell’artista londinese Endless.

Un’installazione dove lo street artist ha regalato il ritratto di Karl Lagerfeld. Infatti l’opera di street art è stata poi stampata su cinquanta t-shirt acquistabili in edizione limitata durante Pitti Immagine Uomo 96.

Sterling Ruby Special Guest di Pitti Immagine Uomo 96

per il debutto del suo brand S.R. STUDIO. La. CA. Un ospite speciale per festeggiare i trent’ anni di Pitti Immagine: Sterling Ruby, eclettico stilista e ceramista impegnato in molteplici attività, protagonista della scena artistica di Los Angeles, al debutto del suo Brand S.R. Studio La.CA.

Givenchy Guest Designer di Pitti Immagine Uomo

Presenta la nuova collezione Uomo in una location d’eccezione: Villa Palmieri.

Disegnata dalla stilista Clare Waight Keller stilista britannica e direttore artistico della maison del gruppo LVMH.

Una collezione importante di un iconico brand che ha fatto la storia della moda francese.

A | X Armani Exchange per la prima volta a Pitti Uomo

Una linea di abbigliamento facile ed accessibile, frutto di una intuizione dello stilista Giorgio Armani che prende ispirazione dalla realtà di strada per le nuove generazioni.

THE TIME IS NOW!

Il tema primario, sostenibilità e ambiente.

The Time is Now! E’ questo, un progetto di trasformazione che ha presentato il suo risultato finale. Cinque capsule collection eco-friendly e cinque fashion film di racconto.

Frutto del lavoro di quindici creativi selezionati fra gli studenti IED dei corsi Triennali di Fashion Design e Fashion Stylist delle sedi di Milano, Roma, Firenze, Torino e Como.

A dire il vero il gruppo è stato guidato nel progettare collezioni che potessero essere sostenibili. In particolare realizzate impiegando tessuti  che derivano da una filiera che segue processi produttivi certificati o che utilizza fibre naturali o di recupero.

Pitti-Immagine-Uomo-96 Life&People Magazine lifeandpeople.it

 “IF I COULD, UNLESS WE”

A nightwalk through Manifattura Tabacchi, una passeggiata notturna dentro la Manifattura Tabacchi. Un progetto curato da Linda Loppa, importante figura nel panorama della moda internazionale.

Un parco che invita a sognare in spazi  fatti di muri cadenti e cavi, tubi e segni del tempo, crepe per gli spazi senza vita di una location abbandonata.

In realtà divenuta insolitamente animata da giochi di luci, immagini, installazioni, colori, fantasie di sette designer/artisti.

Per di più essi propongono la moda in maniera insolita, irriverente…Nessun abito, niente modelle e passerella, fiori glamour ma suoni, moda, arte, guardando freddamente al futuro senza voltarsi indietro…

Gli autori delle opere: Bart Hess, Lara Torres, Armando Chant, Moses Hamborg, Bernhard Willhelm, Clemens Thornquist e Senjan Jansen.

Chiude così i  battenti l’edizione di Pitti Immagine Uomo 96 che si riconferma Fiera Internazionale più importante per scoprire nuovi brand, italiani ed europei.

Riconfermati i trend più famosi, lanciando,  in un momento difficile, un messaggio che guarda oltre, con ottimismo e speranza, consapevole che la moda, per quanto frivola, abbia una dirompente portata politica ed economica.

Enrico Sanchi

Condividi sui social