Ermanno Scervino: armonia ed eleganza sulle passerelle

//Ermanno Scervino: armonia ed eleganza sulle passerelle
Sulle passerelle milanesi in occasione della fashion week non poteva mancare Ermanno Scervino che ci propone una collezione per la prossima primavera/estate 2018 con abiti a fiori, colorati in stile bon ton.
Ci sono anche contrasti dalle magliette colorate accostate alle giacche maschili. Scervino ha una formazione poliedrica; vive le atmosfere del jet set degli anni 70 e 80 tra Londra, New York e Parigi, quest’ultima diviene ben presto la sua seconda casa. Approda infine a Firenze dove decide di rimanere. Impara la moda dai grandi maestri italiani ed inizia a lavorare i materiali più pregiati accostandoli tra loro per renderli più glamour e preziosi. Famosissimi sono i piumini da sera firmati Scervino che diventano un must per tutte le appassionate di moda, questi capi sono avvitati come le guepieres, raffinati, preziosi come la lingerie.Il designer sa esprimere un lusso innovativo, emancipato grazie ai suoi abbinamenti inaspettati di materie e tagli. La sua tecnica sartoriale applicata allo sportwear seduce al primo sguardo. Anche in questa collezione sono immancabili i famosi abiti sottoveste, capo tanto amato da Marylin Monroe, adatti ad un gioco sottile di seduzione. La sottoveste viene declinata nella più classica variante in satin, in duchesse con pizzi applicati e tinti a contrasto o impreziosita da una base di cristalli e sovrapposizione di tessuti, si indossa sotto i trench, i bomber, le pellicce di pizzo ed i piumini dai volumi over e dalle tonalità accese. Il tutto rende molto attuale questo capo iconico che al di là delle stagioni si conferma un must nel guardaroba femminile.Le lunghezze degli abiti sono medie, i colori vanno dalle tonalità pastello, nero, bianco,  vermiglio, beige,  verde prato. I materiali utilizzati per le creazioni sono la seta, lo chiffon, il pizzo, il tulle, il cotone e le forme sono fluide e sensuali. Tra gli accessori troviamo gli stiletti in pelle allacciati da morbidi nastri che slanciano la silhouette, mentre il sandalo flat segna il gusto urban e rilassato del tailleur.
In questo splendido gioco di contrasti regna l’armonia e l’eleganza, la raffinatezza in un gioco di abbinamenti inaspettati di forme e volumi.
Elena Parmegiani
Condividi sui social